Nuove ricette

Chef a casa: la presentazione dei fratelli Sussman

Chef a casa: la presentazione dei fratelli Sussman


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

jessica chou

Max (a sinistra) ed Eli Sussman nella loro cucina di Brooklyn, dove a volte cucinano insieme e presumibilmente lavorano al loro libro di cucina. Dal momento che i fratelli lavorano a orari opposti (Max lavora per il brunch da Roberta, mentre Eli lavora per la cena nei fine settimana), i due si scontrano raramente. "A volte usciamo nei nostri giorni liberi tutto il giorno e mangiamo in qualche posto, ma per la maggior parte non siamo davvero nello spazio l'uno dell'altro", ha detto Max.

jessica chou

Max (a sinistra) ed Eli Sussman nella loro cucina di Brooklyn, dove a volte cucinano insieme e presumibilmente lavorano al loro libro di cucina. "A volte usciamo nei nostri giorni liberi tutto il giorno e mangiamo in qualche posto, ma per la maggior parte non siamo davvero nello spazio l'uno dell'altro", ha detto Max.

jessica chou

Il fantastico tavolo da pranzo dei fratelli (con gli scacchi sopra) è in realtà un tavolo da picnic, costruito da un ragazzo di Long Island che hanno trovato su Craigslist. "È un ottimo posto di lavoro in cui io e Max possiamo sederci insieme e scrivere menu o ordinare o scrivere una rubrica di cibo e non essere uno sopra l'altro pur essendo in grado di rimbalzare intorno alle idee", ha detto Eli.

jessica chou

Il tavolo da pranzo sullo sfondo può ospitare comodamente 10 persone, perfetto per una cena. "Siamo stati abbastanza fortunati da trovare un appartamento con una buona stanza open space, quindi era fondamentale avere un tavolo davvero grande che avrebbe funzionato per noi per avere amici con cui uscire o per cene", ha detto Eli.

jessica chou

Max ha riportato Murphy, un bastardo di quattro anni, dopo aver lavorato in una località di pesca nella Patagonia cilena. "Era un cucciolo che mi seguiva dal villaggio che aveva accesso a Internet. Quindi sarebbe stata una lunga passeggiata e ho iniziato a dargli da mangiare e praticamente è diventato il mio cane che girava per il resort", ha detto Max.

jessica chou

I fratelli Sussman hanno più di 60 libri di cucina, con quelli standard di Eleven Madison Park, Ad Hoc e altri, tutti da cui i fratelli prendono ispirazione. "Ho appena comprato Macelleria Bestia Intera di Ryan Farr l'altro giorno, quindi sono stato molto interessato a quello di recente", ha detto Eli. "Max ne ha appena comprato uno davvero interessante che riguarda le fiere statali. Libro di cucina davvero vecchio stile senza immagini. È più un libro di storia per vedere cosa cucinavano le persone in tutte queste famose fiere statali e di contea".

jessica chou

Il primo di una serie di cimeli di famiglia nell'appartamento: una foto di famiglia di quando erano bambini. "Lo chiamiamo nostro Padrino foto del matrimonio. È al matrimonio di nostra zia e siamo in piedi sul prato dei nostri nonni", ha detto Eli, "e siamo solo mafiosi in questi fantastici abiti scuri con cravatte rumorose".

jessica chou

La cucina dei fratelli è piccola, ma aperta, con pentole e tegami negli armadietti accanto al forno e un ampio bancone per preparare e mangiare.

jessica chou

"Continuiamo a tenere le pinze appese alla maniglia della porta del forno e poi abbiamo dei bagnomaria che contengono tutti gli altri strumenti: spatole, fruste", ha detto Max. "E poi abbiamo questo fantastico nuovo ceppo portacoltelli Wüsthof che contiene tutti i nostri coltelli da cucina di casa."

jessica chou

Il cugino dei fratelli, Eitan, ha realizzato questi taglieri unici per i due come regalo di ringraziamento per il catering del suo matrimonio. "Si descriverebbe come un falegname dilettante, ma onestamente, ha un'operazione piuttosto intensa fuori dal suo garage nel centro di Detroit", ha scritto Max. "Ha fatto altre cose oltre alle assi, come il letto per lui e sua moglie (e stiamo cercando di convincerlo a farci anche un tavolino da caffè). È solo un laborioso processo della vecchia scuola".

jessica chou

In cima ai loro armadi, i fratelli espongono un poster All-Rap Spectacular del 1986. "Amiamo Run DMC e i Beastie Boys e sono una parte enorme della nostra infanzia", ​​ha scritto Eli. "Siamo cresciuti in questo campo dove Beasties e DMC facevano sempre esplodere. Quindi è una sorta di promemoria nostalgico ma è anche solo tosto. Voglio dire, quel concerto deve essere stato folle. LL COOL J ha un terzo annuncio ... è assurdo ."

Il burro di arachidi Velvet di Detroit, tuttavia, è stato un regalo della madre, che invia piccoli pacchi di cura ai fratelli. "Mia madre adora spedire piccoli pacchi come se fossimo al campo estivo pieni di roba di Detroit e di solito fa una stampa per noi (è un'artista) che mettiamo sul frigo", ha scritto Eli.

jessica chou

Normalmente, il divano dei fratelli viene posizionato contro il muro per aprire lo spazio abitativo. Quando decidono di guardare un po' di TV, però, spostano il divano contro il tavolo da pranzo per guardare una proiezione sulla parete opposta.

jessica chou

Eli ha recentemente iniziato a collezionare foto, quindi la prima foto a sinistra (scattata da Mark Menjivar) è di 20x200, un sito web specializzato in stampe d'arte a prezzi accessibili. "La foto mi ha davvero catturato e dovevo averla", ha scritto Eli. "I due più piccoli erano regali di compleanno di mio padre." Gli ultimi due sono firmati J Brooks.

jessica chou

Un'altra foto di Detroit del padre dei Sussmans è in mostra in cima a un Odisseo prenotare. "Probabilmente stai percependo una tendenza qui... Ho iniziato a collezionare fotografie, quindi è stata una specie di tendenza per i regali di compleanno negli ultimi tempi", ha scritto Eli.

jessica chou

I fratelli hanno lavorato al loro secondo libro di cucina (ora disponibile online e nei negozi) per circa un anno, testando ogni ricetta tra il loro normale lavoro. "È incredibile avere un'altra persona che cucina professionalmente che è tuo fratello", ha scritto Eli, "quindi sai che puoi fidarti di dire loro qualsiasi cosa e rimarrà nella stanza se necessario".


Come lanciare un barbecue come Eli e Max Sussman

Durante una residenza per chef negli Hamptons, Eli e Max Sussman organizzano un barbecue divertente quanto una grigliata in un campo estivo.

Era un perfetto pomeriggio di luglio e gli chef Eli e Max Sussman si stavano affrontando in un'accesa partita di ping-pong che suggeriva una lunga storia familiare con questo sport. I due fratelli si stavano prendendo una pausa dal barbecue al Ruschmeyer&aposs, l'hotel e ristorante di Montauk dove la scorsa estate hanno fatto una residenza di cucina. Fondato negli anni '50 sulla punta di New York a Long Island e rinnovato con stile alcuni anni fa, Ruschmeyer è come un campo estivo per adulti: le capanne di cedro circondano un prato (noto anche come The Magic Garden) costellato di griglie, bracieri, amache e un tenda oversize. Il posto potrebbe essere uscito subito? Danza sporca—solo la folla è uno spaccato di surfisti tatuati e farfalle sociali.

Sempre i padroni di casa, i fratelli Sussman stavano lanciando hamburger vegetariani alla paprika per i loro ospiti a una festa pomeridiana improvvisata. Nel menu anche: una versione del kebab mediorientale chiamato kofta, a base di merluzzo locale e servito su un panino con hot dog brioche. Il tè freddo arricchito con cardamomo e acqua di rose si adatta al tema mediorientale. "È la bevanda estiva perfetta", dice Eli, "con molto carattere" proprio come i Sussman stessi. Hanno rivoluzionato il mondo del cibo da quando hanno iniziato a cucinare da Brooklyn's Mile End deli (Eli) e Roberta's (Max) e hanno iniziato a pubblicare libri di cucina irriverenti con titoli impassibili come Questo è un libro di cucina e Il miglior libro di cucina di sempre.

Benvenuti in paradiso, in stile Sussman. Ruschmeyer&aposs è diventato un punto di riferimento degli Hamptons grazie alla sua atmosfera giocosa, alle splendide viste su Fort Pond e all'etica della filosofia dalla fattoria alla tavola condivisa da Sussmans. La festa dei fratelli al The Magic Garden si è rivelata la vetrina ideale per la loro visione unica della cucina mediorientale, che è in mostra tutto l'anno a Samesa, il loro stand presso la birreria Berg&aposn nel quartiere emergente di Crown Heights a Brooklyn.

"Abbiamo usato la generosità di Montauk e ne abbiamo fatto un menu davvero interessante, prendendo ispirazione dal tema mediterraneo e mediorientale ma essendo superlocali con gli ingredienti", spiega Max. Il duo ha instaurato rapporti diretti con agricoltori e pescatori della zona, che hanno fornito di tutto, dalle stripers appena sbarcate ai pomodori cimelio color caramello.

Trascorrere la stagione a Ruschmeyer's è stato un flashback per i Sussmans, che sono cresciuti andando al campo estivo a Three Rivers, nel Michigan. Da adulti sono stati assunti per lavorare nella cucina del campo, con l'allora 22enne Max al comando e il ventenne Eli come suo fidato sous-chef. L'ideologia culinaria che hanno scolpito lì resiste ancora oggi. "I bambini erano abituati a crocchette di pollo e panini al burro di arachidi", dice Eli. "Abbiamo provato a fare del cibo vero e ad entusiasmarli. Facevamo il pane, preparavamo banchetti indiani, arrostivamo polli."

Cucinare nella cittadina balneare sempre più vivace (e talvolta assordante) di Montauk è stato un po' un cambiamento rispetto al Michigan rurale, ma le esperienze hanno i loro paralleli. "L'estate arriva, ti perdi la pelle della tua città e puoi reinventarti nei boschi", dice Eli.

Per i Sussman, l'ottimo cibo dovrebbe avere lo stesso fascino elementare, che sia preparato a Brooklyn o sulla spiaggia. Spiega Max, "Andare a mangiare fuori non dovrebbe essere superserio o intellettuale" dovrebbe essere divertente."


Come lanciare un barbecue come Eli e Max Sussman

Durante una residenza per chef negli Hamptons, Eli e Max Sussman organizzano un barbecue divertente quanto una grigliata in un campo estivo.

Era un perfetto pomeriggio di luglio e gli chef Eli e Max Sussman si stavano affrontando in un'accesa partita di ping-pong che suggeriva una lunga storia familiare con questo sport. I due fratelli si stavano prendendo una pausa dal barbecue al Ruschmeyer&aposs, l'hotel e ristorante di Montauk dove la scorsa estate hanno fatto una residenza di cucina. Fondato negli anni '50 sulla punta di New York a Long Island e rinnovato con stile alcuni anni fa, Ruschmeyer è come un campo estivo per adulti: le capanne di cedro circondano un prato (noto anche come The Magic Garden) costellato di griglie, bracieri, amache e un tenda oversize. Il posto potrebbe essere uscito subito? Danza sporca—solo la folla è uno spaccato di surfisti tatuati e farfalle sociali.

Sempre i padroni di casa, i fratelli Sussman stavano lanciando hamburger vegetariani alla paprika per i loro ospiti a una festa pomeridiana improvvisata. Nel menu anche: una versione del kebab mediorientale chiamato kofta, a base di merluzzo locale e servito su un panino con hot dog brioche. Il tè freddo arricchito con cardamomo e acqua di rose si adatta al tema mediorientale. "È la bevanda estiva perfetta", dice Eli, "con molto carattere" proprio come i Sussman stessi. Hanno rivoluzionato il mondo del cibo da quando hanno iniziato a cucinare da Brooklyn's Mile End deli (Eli) e Roberta's (Max) e hanno iniziato a pubblicare libri di cucina irriverenti con titoli impassibili come Questo è un libro di cucina e Il miglior libro di cucina di sempre.

Benvenuti in paradiso, in stile Sussman. Ruschmeyer&aposs è diventato un punto di riferimento degli Hamptons grazie alla sua atmosfera giocosa, alle splendide viste su Fort Pond e all'etica della filosofia dalla fattoria alla tavola condivisa da Sussmans. La festa dei fratelli al The Magic Garden si è rivelata la vetrina ideale per la loro visione unica della cucina mediorientale, che è in mostra tutto l'anno a Samesa, il loro stand presso la birreria Berg&aposn nel quartiere emergente di Crown Heights a Brooklyn.

"Abbiamo usato la generosità di Montauk e abbiamo creato un menu davvero interessante, prendendo ispirazione dal tema mediterraneo e mediorientale ma essendo superlocali con gli ingredienti", spiega Max. Il duo ha instaurato rapporti diretti con agricoltori e pescatori della zona, che hanno fornito di tutto, dalle stripers appena sbarcate ai pomodori cimelio color caramello.

Trascorrere la stagione a Ruschmeyer's è stato un flashback per i Sussmans, che sono cresciuti andando al campo estivo a Three Rivers, nel Michigan. Da adulti sono stati assunti per lavorare nella cucina del campo, con l'allora 22enne Max al comando e il ventenne Eli come suo fidato sous-chef. L'ideologia culinaria che hanno scolpito lì resiste ancora oggi. "I bambini erano abituati a crocchette di pollo e panini al burro di arachidi", dice Eli. "Abbiamo provato a fare del cibo vero e ad entusiasmarli. Facevamo il pane, preparavamo banchetti indiani, arrostivamo polli."

Cucinare nella città balneare sempre più vivace (e talvolta assordante) di Montauk è stato un po' un cambiamento rispetto al Michigan rurale, ma le esperienze hanno i loro paralleli. "L'estate arriva, ti perdi la pelle della tua città e puoi reinventarti nei boschi", dice Eli.

Per i Sussman, l'ottimo cibo dovrebbe avere lo stesso fascino elementare, che sia preparato a Brooklyn o sulla spiaggia. Spiega Max, "Andare a mangiare fuori non dovrebbe essere superserio o intellettuale" dovrebbe essere divertente."


Come lanciare un barbecue come Eli e Max Sussman

Durante una residenza per chef negli Hamptons, Eli e Max Sussman organizzano un barbecue divertente quanto una grigliata in un campo estivo.

Era un perfetto pomeriggio di luglio e gli chef Eli e Max Sussman si stavano affrontando in un'accesa partita di ping-pong che suggeriva una lunga storia familiare con questo sport. I due fratelli si stavano prendendo una pausa dal barbecue al Ruschmeyer&aposs, l'hotel e ristorante di Montauk dove la scorsa estate hanno fatto una residenza di cucina. Fondato negli anni '50 sulla punta di New York a Long Island e rinnovato con stile alcuni anni fa, Ruschmeyer è come un campo estivo per adulti: le capanne di cedro circondano un prato (noto anche come The Magic Garden) costellato di griglie, bracieri, amache e un tenda oversize. Il posto potrebbe essere uscito subito? Danza sporca—solo la folla è uno spaccato di surfisti tatuati e farfalle sociali.

Sempre i padroni di casa, i fratelli Sussman stavano lanciando hamburger vegetariani alla paprika per i loro ospiti a una festa pomeridiana improvvisata. Nel menu anche: una versione del kebab mediorientale chiamato kofta, a base di merluzzo locale e servito su un panino con hot dog brioche. Il tè freddo arricchito con cardamomo e acqua di rose si adatta al tema mediorientale. "È la bevanda estiva perfetta", dice Eli, "con molto carattere" proprio come i Sussman stessi. Hanno rivoluzionato il mondo del cibo da quando hanno iniziato a cucinare da Brooklyn's Mile End deli (Eli) e Roberta's (Max) e hanno iniziato a pubblicare libri di cucina irriverenti con titoli impassibili come Questo è un libro di cucina e Il miglior libro di cucina di sempre.

Benvenuti in paradiso, in stile Sussman. Ruschmeyer&aposs è diventato un punto di riferimento degli Hamptons grazie alla sua atmosfera giocosa, alle splendide viste su Fort Pond e all'etica della filosofia dalla fattoria alla tavola condivisa da Sussmans. La festa dei fratelli al The Magic Garden si è rivelata la vetrina ideale per la loro visione unica della cucina mediorientale, che è in mostra tutto l'anno a Samesa, il loro stand presso la birreria Berg&aposn nel quartiere emergente di Crown Heights a Brooklyn.

"Abbiamo usato la generosità di Montauk e abbiamo creato un menu davvero interessante, prendendo ispirazione dal tema mediterraneo e mediorientale ma essendo superlocali con gli ingredienti", spiega Max. Il duo ha instaurato rapporti diretti con agricoltori e pescatori della zona, che hanno fornito di tutto, dalle stripers appena sbarcate ai pomodori cimelio color caramello.

Trascorrere la stagione a Ruschmeyer's è stato un flashback per i Sussmans, che sono cresciuti andando al campo estivo a Three Rivers, nel Michigan. Da adulti sono stati assunti per lavorare nella cucina del campo, con l'allora 22enne Max al comando e il ventenne Eli come suo fidato sous-chef. L'ideologia culinaria che hanno scolpito lì resiste ancora oggi. "I bambini erano abituati a crocchette di pollo e panini al burro di arachidi", dice Eli. "Abbiamo provato a fare del cibo vero e ad entusiasmarli. Facevamo il pane, preparavamo banchetti indiani, arrostivamo polli."

Cucinare nella città balneare sempre più vivace (e talvolta assordante) di Montauk è stato un po' un cambiamento rispetto al Michigan rurale, ma le esperienze hanno i loro paralleli. "L'estate arriva, ti perdi la pelle della tua città e puoi reinventarti nei boschi", dice Eli.

Per i Sussman, l'ottimo cibo dovrebbe avere lo stesso fascino elementare, che sia preparato a Brooklyn o sulla spiaggia. Spiega Max, "Andare a mangiare fuori non dovrebbe essere superserio o intellettuale" dovrebbe essere divertente."


Come lanciare un barbecue come Eli e Max Sussman

Durante una residenza per chef negli Hamptons, Eli e Max Sussman organizzano un barbecue divertente quanto una grigliata in un campo estivo.

Era un perfetto pomeriggio di luglio e gli chef Eli e Max Sussman si stavano affrontando in un'accesa partita di ping-pong che suggeriva una lunga storia familiare con questo sport. I due fratelli si stavano prendendo una pausa dal barbecue al Ruschmeyer&aposs, l'hotel e ristorante di Montauk dove la scorsa estate hanno fatto una residenza di cucina. Fondato negli anni '50 sulla punta di New York a Long Island e rinnovato con stile alcuni anni fa, Ruschmeyer è come un campo estivo per adulti: le capanne di cedro circondano un prato (noto anche come The Magic Garden) costellato di griglie, bracieri, amache e un tenda oversize. Il posto potrebbe essere uscito subito? Danza sporca—solo la folla è uno spaccato di surfisti tatuati e farfalle sociali.

Sempre i padroni di casa, i fratelli Sussman stavano lanciando hamburger vegetariani alla paprika per i loro ospiti a una festa pomeridiana improvvisata. Nel menu anche: una versione del kebab mediorientale chiamato kofta, a base di merluzzo locale e servito su un panino con hot dog brioche. Il tè freddo arricchito con cardamomo e acqua di rose si adatta al tema mediorientale. "È la bevanda estiva perfetta", dice Eli, "con molto carattere" proprio come i Sussman stessi. Hanno rivoluzionato il mondo del cibo da quando hanno iniziato a cucinare da Brooklyn's Mile End deli (Eli) e Roberta's (Max) e hanno iniziato a pubblicare libri di cucina irriverenti con titoli impassibili come Questo è un libro di cucina e Il miglior libro di cucina di sempre.

Benvenuti in paradiso, in stile Sussman. Ruschmeyer&aposs è diventato un punto di riferimento degli Hamptons grazie alla sua atmosfera giocosa, alle splendide viste su Fort Pond e all'etica della filosofia dalla fattoria alla tavola condivisa da Sussmans. La festa dei fratelli al The Magic Garden si è rivelata la vetrina ideale per la loro visione unica della cucina mediorientale, che è in mostra tutto l'anno a Samesa, il loro stand presso la birreria Berg&aposn nel quartiere emergente di Crown Heights a Brooklyn.

"Abbiamo usato la generosità di Montauk e ne abbiamo fatto un menu davvero interessante, prendendo ispirazione dal tema mediterraneo e mediorientale ma essendo superlocali con gli ingredienti", spiega Max. Il duo ha instaurato rapporti diretti con agricoltori e pescatori della zona, che hanno fornito di tutto, dalle stripers appena sbarcate ai pomodori cimelio color caramello.

Trascorrere la stagione a Ruschmeyer's è stato un flashback per i Sussmans, che sono cresciuti andando al campo estivo a Three Rivers, nel Michigan. Da adulti sono stati assunti per lavorare nella cucina del campo, con l'allora 22enne Max al comando e il ventenne Eli come suo fidato sous-chef. L'ideologia culinaria che hanno scolpito lì resiste ancora oggi. "I bambini erano abituati a crocchette di pollo e panini al burro di arachidi", dice Eli. "Abbiamo provato a fare del cibo vero e ad entusiasmarli. Facevamo il pane, preparavamo banchetti indiani, arrostivamo polli."

Cucinare nella città balneare sempre più vivace (e talvolta assordante) di Montauk è stato un po' un cambiamento rispetto al Michigan rurale, ma le esperienze hanno i loro paralleli. "L'estate arriva, ti perdi la pelle della tua città e puoi reinventarti nei boschi", dice Eli.

Per i Sussman, l'ottimo cibo dovrebbe avere lo stesso fascino elementare, che sia preparato a Brooklyn o sulla spiaggia. Spiega Max, "Andare a mangiare fuori non dovrebbe essere superserio o intellettuale" dovrebbe essere divertente."


Come lanciare un barbecue come Eli e Max Sussman

Durante una residenza per chef negli Hamptons, Eli e Max Sussman organizzano un barbecue divertente quanto una grigliata in un campo estivo.

Era un perfetto pomeriggio di luglio e gli chef Eli e Max Sussman si stavano affrontando in un'accesa partita di ping-pong che suggeriva una lunga storia familiare con questo sport. I due fratelli si stavano prendendo una pausa dal barbecue al Ruschmeyer&aposs, l'hotel e ristorante di Montauk dove la scorsa estate hanno fatto una residenza di cucina. Fondato negli anni '50 sulla punta di New York a Long Island e rinnovato con stile alcuni anni fa, Ruschmeyer è come un campo estivo per adulti: le capanne di cedro circondano un prato (noto anche come The Magic Garden) costellato di griglie, bracieri, amache e un tenda oversize. Il posto potrebbe essere uscito subito? Danza sporca—solo la folla è uno spaccato di surfisti tatuati e farfalle sociali.

Sempre i padroni di casa, i fratelli Sussman stavano lanciando hamburger vegetariani alla paprika per i loro ospiti a una festa pomeridiana improvvisata. Nel menu anche: una versione del kebab mediorientale chiamato kofta, a base di merluzzo locale e servito su un panino con hot dog brioche. Il tè freddo arricchito con cardamomo e acqua di rose si adatta al tema mediorientale. "È la bevanda estiva perfetta", dice Eli, "con molto carattere" proprio come i Sussman stessi. Hanno rivoluzionato il mondo del cibo da quando hanno iniziato a cucinare da Brooklyn's Mile End deli (Eli) e Roberta's (Max) e hanno iniziato a pubblicare libri di cucina irriverenti con titoli impassibili come Questo è un libro di cucina e Il miglior libro di cucina di sempre.

Benvenuti in paradiso, in stile Sussman. Ruschmeyer&aposs è diventato un punto di riferimento degli Hamptons grazie alla sua atmosfera giocosa, alle splendide viste su Fort Pond e all'etica della filosofia dalla fattoria alla tavola condivisa da Sussmans. La festa dei fratelli al The Magic Garden si è rivelata la vetrina ideale per la loro visione unica della cucina mediorientale, che è in mostra tutto l'anno a Samesa, il loro stand presso la birreria Berg&aposn nel quartiere emergente di Crown Heights a Brooklyn.

"Abbiamo usato la generosità di Montauk e ne abbiamo fatto un menu davvero interessante, prendendo ispirazione dal tema mediterraneo e mediorientale ma essendo superlocali con gli ingredienti", spiega Max. Il duo ha instaurato rapporti diretti con agricoltori e pescatori della zona, che hanno fornito di tutto, dalle stripers appena sbarcate ai pomodori cimelio color caramello.

Trascorrere la stagione a Ruschmeyer's è stato un flashback per i Sussmans, che sono cresciuti andando al campo estivo a Three Rivers, nel Michigan. Da adulti sono stati assunti per lavorare nella cucina del campo, con l'allora 22enne Max al comando e il ventenne Eli come suo fidato sous-chef. L'ideologia culinaria che hanno scolpito lì resiste ancora oggi. "I bambini erano abituati a crocchette di pollo e panini al burro di arachidi", dice Eli. "Abbiamo provato a fare del cibo vero e ad entusiasmarli. Facevamo il pane, preparavamo banchetti indiani, arrostivamo polli."

Cucinare nella città balneare sempre più vivace (e talvolta assordante) di Montauk è stato un po' un cambiamento rispetto al Michigan rurale, ma le esperienze hanno i loro paralleli. "L'estate arriva, ti perdi la pelle della tua città e puoi reinventarti nei boschi", dice Eli.

Per i Sussman, l'ottimo cibo dovrebbe avere lo stesso fascino elementare, che sia preparato a Brooklyn o sulla spiaggia. Spiega Max, "Andare a mangiare fuori non dovrebbe essere superserio o intellettuale" dovrebbe essere divertente."


Come lanciare un barbecue come Eli e Max Sussman

Durante una residenza per chef negli Hamptons, Eli e Max Sussman organizzano un barbecue divertente quanto una grigliata in un campo estivo.

Era un perfetto pomeriggio di luglio e gli chef Eli e Max Sussman si stavano affrontando in un'accesa partita di ping-pong che suggeriva una lunga storia familiare con questo sport. I due fratelli si stavano prendendo una pausa dal barbecue al Ruschmeyer&aposs, l'hotel e ristorante di Montauk dove la scorsa estate hanno fatto una residenza di cucina. Fondato negli anni '50 sulla punta di New York a Long Island e rinnovato con stile alcuni anni fa, Ruschmeyer è come un campo estivo per adulti: le capanne di cedro circondano un prato (noto anche come The Magic Garden) costellato di griglie, bracieri, amache e un tenda oversize. Il posto potrebbe essere uscito subito? Danza sporca—solo la folla è uno spaccato di surfisti tatuati e farfalle sociali.

Sempre i padroni di casa, i fratelli Sussman stavano lanciando hamburger vegetariani alla paprika per i loro ospiti a una festa pomeridiana improvvisata. Nel menu anche: una versione del kebab mediorientale chiamato kofta, a base di merluzzo locale e servito su un panino con hot dog brioche. Il tè freddo arricchito con cardamomo e acqua di rose si adatta al tema mediorientale. "È la bevanda estiva perfetta", dice Eli, "con molto carattere" proprio come i Sussman stessi. Hanno rivoluzionato il mondo del cibo da quando hanno iniziato a cucinare da Brooklyn's Mile End deli (Eli) e Roberta's (Max) e hanno iniziato a pubblicare libri di cucina irriverenti con titoli impassibili come Questo è un libro di cucina e Il miglior libro di cucina di sempre.

Benvenuti in paradiso, in stile Sussman. Ruschmeyer&aposs è diventato un punto di riferimento degli Hamptons grazie alla sua atmosfera giocosa, alle splendide viste su Fort Pond e all'etica della filosofia dalla fattoria alla tavola condivisa da Sussmans. La festa dei fratelli al The Magic Garden si è rivelata la vetrina ideale per la loro visione unica della cucina mediorientale, che è in mostra tutto l'anno a Samesa, il loro stand presso la birreria Berg&aposn nel quartiere emergente di Crown Heights a Brooklyn.

"Abbiamo usato la generosità di Montauk e ne abbiamo fatto un menu davvero interessante, prendendo ispirazione dal tema mediterraneo e mediorientale ma essendo superlocali con gli ingredienti", spiega Max. Il duo ha instaurato rapporti diretti con agricoltori e pescatori della zona, che hanno fornito di tutto, dalle stripers appena sbarcate ai pomodori cimelio color caramello.

Trascorrere la stagione a Ruschmeyer's è stato un flashback per i Sussmans, che sono cresciuti andando al campo estivo a Three Rivers, nel Michigan. Da adulti sono stati assunti per lavorare nella cucina del campo, con l'allora 22enne Max al comando e il ventenne Eli come suo fidato sous-chef. L'ideologia culinaria che hanno scolpito lì resiste ancora oggi. "I bambini erano abituati a crocchette di pollo e panini al burro di arachidi", dice Eli. "Abbiamo provato a fare del cibo vero e ad entusiasmarli. Facevamo il pane, preparavamo banchetti indiani, arrostivamo polli."

Cucinare nella cittadina balneare sempre più vivace (e talvolta assordante) di Montauk è stato un po' un cambiamento rispetto al Michigan rurale, ma le esperienze hanno i loro paralleli. "L'estate arriva, ti perdi la pelle della tua città e puoi reinventarti nei boschi", dice Eli.

Per i Sussman, l'ottimo cibo dovrebbe avere lo stesso fascino elementare, che sia preparato a Brooklyn o sulla spiaggia. Spiega Max, "Andare a mangiare fuori non dovrebbe essere superserio o intellettuale" dovrebbe essere divertente."


Come lanciare un barbecue come Eli e Max Sussman

Durante una residenza per chef negli Hamptons, Eli e Max Sussman organizzano un barbecue divertente quanto una grigliata in un campo estivo.

Era un perfetto pomeriggio di luglio e gli chef Eli e Max Sussman si stavano affrontando in un'accesa partita di ping-pong che suggeriva una lunga storia familiare con questo sport. I due fratelli si stavano prendendo una pausa dal barbecue al Ruschmeyer&aposs, l'hotel e ristorante di Montauk dove la scorsa estate hanno fatto una residenza di cucina. Fondato negli anni '50 sulla punta di New York a Long Island e rinnovato con stile alcuni anni fa, Ruschmeyer è come un campo estivo per adulti: le capanne di cedro circondano un prato (noto anche come The Magic Garden) costellato di griglie, bracieri, amache e un tenda oversize. Il posto potrebbe essere uscito subito? Danza sporca—solo la folla è uno spaccato di surfisti tatuati e farfalle sociali.

Sempre i padroni di casa, i fratelli Sussman stavano lanciando hamburger vegetariani alla paprika per i loro ospiti a una festa pomeridiana improvvisata. Nel menu anche: una versione del kebab mediorientale chiamato kofta, a base di merluzzo locale e servito su un panino con hot dog brioche. Il tè freddo arricchito con cardamomo e acqua di rose si adatta al tema mediorientale. "È la bevanda estiva perfetta", dice Eli, "con molto carattere" proprio come i Sussman stessi. Hanno rivoluzionato il mondo del cibo da quando hanno iniziato a cucinare da Brooklyn's Mile End deli (Eli) e Roberta's (Max) e hanno iniziato a pubblicare libri di cucina irriverenti con titoli impassibili come Questo è un libro di cucina e Il miglior libro di cucina di sempre.

Benvenuti in paradiso, in stile Sussman. Ruschmeyer&aposs è diventato un punto di riferimento degli Hamptons grazie alla sua atmosfera giocosa, alle splendide viste su Fort Pond e all'etica della filosofia dalla fattoria alla tavola condivisa da Sussmans. La festa dei fratelli al The Magic Garden si è rivelata la vetrina ideale per la loro visione unica della cucina mediorientale, che è in mostra tutto l'anno a Samesa, il loro stand presso la birreria Berg&aposn nel quartiere emergente di Crown Heights a Brooklyn.

"Abbiamo usato la generosità di Montauk e ne abbiamo fatto un menu davvero fantastico, prendendo ispirazione a tema mediterraneo e mediorientale, ma essendo superlocali con gli ingredienti", spiega Max. Il duo ha instaurato rapporti diretti con agricoltori e pescatori della zona, che hanno fornito di tutto, dalle stripers appena sbarcate ai pomodori cimelio color caramello.

Trascorrere la stagione a Ruschmeyer's è stato un flashback per i Sussmans, che sono cresciuti andando al campo estivo a Three Rivers, nel Michigan. Da adulti sono stati assunti per lavorare nella cucina del campo, con l'allora 22enne Max al comando e il ventenne Eli come suo fidato sous-chef. L'ideologia culinaria che hanno scolpito lì resiste ancora oggi. "I bambini erano abituati a crocchette di pollo e panini al burro di arachidi", dice Eli. "Abbiamo provato a fare del cibo vero e ad entusiasmarli. Facevamo il pane, preparavamo banchetti indiani, arrostivamo polli."

Cucinare nella città balneare sempre più vivace (e talvolta assordante) di Montauk è stato un po' un cambiamento rispetto al Michigan rurale, ma le esperienze hanno i loro paralleli. "L'estate arriva, ti perdi la pelle della tua città e puoi reinventarti nei boschi", dice Eli.

Per i Sussman, l'ottimo cibo dovrebbe avere lo stesso fascino elementare, che sia preparato a Brooklyn o sulla spiaggia. Spiega Max, "Andare a mangiare fuori non dovrebbe essere superserio o intellettuale" dovrebbe essere divertente."


Come lanciare un barbecue come Eli e Max Sussman

Durante una residenza per chef negli Hamptons, Eli e Max Sussman organizzano un barbecue divertente quanto una grigliata in un campo estivo.

Era un perfetto pomeriggio di luglio e gli chef Eli e Max Sussman si stavano affrontando in un'accesa partita di ping-pong che suggeriva una lunga storia familiare con questo sport. I due fratelli si stavano prendendo una pausa dal barbecue al Ruschmeyer&aposs, l'hotel e ristorante di Montauk dove la scorsa estate hanno fatto una residenza di cucina. Fondato negli anni '50 sulla punta di New York a Long Island e rinnovato con stile alcuni anni fa, Ruschmeyer è come un campo estivo per adulti: le capanne di cedro circondano un prato (noto anche come The Magic Garden) costellato di griglie, bracieri, amache e un tenda oversize. Il posto potrebbe essere uscito subito? Danza sporca—solo la folla è uno spaccato di surfisti tatuati e farfalle sociali.

Sempre i padroni di casa, i fratelli Sussman stavano lanciando hamburger vegetariani alla paprika per i loro ospiti a una festa pomeridiana improvvisata. Also on the menu: a version of the Middle Eastern kebabs called kofta, made from local cod and served on a brioche hot dog bun. Iced tea spiked with cardamom and rosewater fit into the Middle Eastern theme. "It&aposs the perfect summery drink," says Eli, "with a lot of character"—just like the Sussmans themselves. They&aposve been shaking up the food world ever since they started cooking at Brooklyn&aposs Mile End deli (Eli) and Roberta&aposs (Max) and began publishing irreverent cookbooks with deadpan titles like This Is a Cookbook e Best Cookbook Ever.

Welcome to paradise, Sussman style. Ruschmeyer&aposs has become a Hamptons hot spot thanks to its playful atmosphere, gorgeous views of Fort Pond and farm-to-table philosophy𠅊n ethos the Sussmans share. The brothers&apos party in The Magic Garden turned out to be the ideal showcase for their unique take on Middle Eastern cuisine, which is on year-round display at Samesa, their stand at the Berg&aposn beer hall in Brooklyn&aposs emerging Crown Heights neighborhood.

"We used the bounty of Montauk and did a really cool menu with it, taking a Mediterranean- and Middle Eastern–themed inspiration but being superlocal with ingredients," explains Max. The duo forged direct relationships with area farmers and fishermen, who provided everything from stripers fresh off the dock to candy-colored heirloom tomatoes.

Spending the season at Ruschmeyer&aposs was a flashback for the Sussmans, who grew up going to summer camp in Three Rivers, Michigan. As adults they were hired to work in the camp kitchen, with then 22-year-old Max in charge and 20-year-old Eli as his trusty sous-chef. The culinary ideology they carved out there endures today. "The kids were used to chicken nuggets and peanut butter sandwiches," says Eli. "We tried to make real food and get them excited about it. We were baking breads, making Indian feasts, roasting chickens."

Cooking in the increasingly (and sometimes deafeningly) buzzy beach town of Montauk was a bit of a change from rural Michigan, but the experiences have their parallels. "Summer comes around, you sort of shed your city skin and can reinvent yourself out in the woods," says Eli.

For the Sussmans, great food should have the same elemental appeal, whether prepared in Brooklyn or by the beach. Explains Max, "Going out to eat shouldn&apost be superserious or intellectual—it should be fun."


How to Throw a Barbecue Like Eli and Max Sussman

During a chef residency in the Hamptons, Eli and Max Sussman host a barbecue that's as fun as a summer-camp cookout.

It was a perfect July afternoon, and the chefs Eli and Max Sussman were facing off in a heated round of Ping-Pong that suggested a long family history with the sport. The two brothers were taking a break from barbecue duty at Ruschmeyer&aposs, the hotel and restaurant in Montauk where they did a cooking residency last summer. Founded in the &apos50s at the tip of New York&aposs Long Island and stylishly revamped a few years ago, Ruschmeyer&aposs is like a summer camp for adults: Cedar cabins surround a lawn (a.k.a. The Magic Garden) dotted with grills, fire pits, hammocks and an oversize tepee. The place could be straight out of Danza sporca—only the crowd is a cross section of tattooed surfers and social butterflies.

Ever the hosts, the Sussman brothers were flipping paprika-spiked veggie burgers for their guests at an impromptu afternoon party. Also on the menu: a version of the Middle Eastern kebabs called kofta, made from local cod and served on a brioche hot dog bun. Iced tea spiked with cardamom and rosewater fit into the Middle Eastern theme. "It&aposs the perfect summery drink," says Eli, "with a lot of character"—just like the Sussmans themselves. They&aposve been shaking up the food world ever since they started cooking at Brooklyn&aposs Mile End deli (Eli) and Roberta&aposs (Max) and began publishing irreverent cookbooks with deadpan titles like This Is a Cookbook e Best Cookbook Ever.

Welcome to paradise, Sussman style. Ruschmeyer&aposs has become a Hamptons hot spot thanks to its playful atmosphere, gorgeous views of Fort Pond and farm-to-table philosophy𠅊n ethos the Sussmans share. The brothers&apos party in The Magic Garden turned out to be the ideal showcase for their unique take on Middle Eastern cuisine, which is on year-round display at Samesa, their stand at the Berg&aposn beer hall in Brooklyn&aposs emerging Crown Heights neighborhood.

"We used the bounty of Montauk and did a really cool menu with it, taking a Mediterranean- and Middle Eastern–themed inspiration but being superlocal with ingredients," explains Max. The duo forged direct relationships with area farmers and fishermen, who provided everything from stripers fresh off the dock to candy-colored heirloom tomatoes.

Spending the season at Ruschmeyer&aposs was a flashback for the Sussmans, who grew up going to summer camp in Three Rivers, Michigan. As adults they were hired to work in the camp kitchen, with then 22-year-old Max in charge and 20-year-old Eli as his trusty sous-chef. The culinary ideology they carved out there endures today. "The kids were used to chicken nuggets and peanut butter sandwiches," says Eli. "We tried to make real food and get them excited about it. We were baking breads, making Indian feasts, roasting chickens."

Cooking in the increasingly (and sometimes deafeningly) buzzy beach town of Montauk was a bit of a change from rural Michigan, but the experiences have their parallels. "Summer comes around, you sort of shed your city skin and can reinvent yourself out in the woods," says Eli.

For the Sussmans, great food should have the same elemental appeal, whether prepared in Brooklyn or by the beach. Explains Max, "Going out to eat shouldn&apost be superserious or intellectual—it should be fun."


How to Throw a Barbecue Like Eli and Max Sussman

During a chef residency in the Hamptons, Eli and Max Sussman host a barbecue that's as fun as a summer-camp cookout.

It was a perfect July afternoon, and the chefs Eli and Max Sussman were facing off in a heated round of Ping-Pong that suggested a long family history with the sport. The two brothers were taking a break from barbecue duty at Ruschmeyer&aposs, the hotel and restaurant in Montauk where they did a cooking residency last summer. Founded in the &apos50s at the tip of New York&aposs Long Island and stylishly revamped a few years ago, Ruschmeyer&aposs is like a summer camp for adults: Cedar cabins surround a lawn (a.k.a. The Magic Garden) dotted with grills, fire pits, hammocks and an oversize tepee. The place could be straight out of Danza sporca—only the crowd is a cross section of tattooed surfers and social butterflies.

Ever the hosts, the Sussman brothers were flipping paprika-spiked veggie burgers for their guests at an impromptu afternoon party. Also on the menu: a version of the Middle Eastern kebabs called kofta, made from local cod and served on a brioche hot dog bun. Iced tea spiked with cardamom and rosewater fit into the Middle Eastern theme. "It&aposs the perfect summery drink," says Eli, "with a lot of character"—just like the Sussmans themselves. They&aposve been shaking up the food world ever since they started cooking at Brooklyn&aposs Mile End deli (Eli) and Roberta&aposs (Max) and began publishing irreverent cookbooks with deadpan titles like This Is a Cookbook e Best Cookbook Ever.

Welcome to paradise, Sussman style. Ruschmeyer&aposs has become a Hamptons hot spot thanks to its playful atmosphere, gorgeous views of Fort Pond and farm-to-table philosophy𠅊n ethos the Sussmans share. The brothers&apos party in The Magic Garden turned out to be the ideal showcase for their unique take on Middle Eastern cuisine, which is on year-round display at Samesa, their stand at the Berg&aposn beer hall in Brooklyn&aposs emerging Crown Heights neighborhood.

"We used the bounty of Montauk and did a really cool menu with it, taking a Mediterranean- and Middle Eastern–themed inspiration but being superlocal with ingredients," explains Max. The duo forged direct relationships with area farmers and fishermen, who provided everything from stripers fresh off the dock to candy-colored heirloom tomatoes.

Spending the season at Ruschmeyer&aposs was a flashback for the Sussmans, who grew up going to summer camp in Three Rivers, Michigan. As adults they were hired to work in the camp kitchen, with then 22-year-old Max in charge and 20-year-old Eli as his trusty sous-chef. The culinary ideology they carved out there endures today. "The kids were used to chicken nuggets and peanut butter sandwiches," says Eli. "We tried to make real food and get them excited about it. We were baking breads, making Indian feasts, roasting chickens."

Cooking in the increasingly (and sometimes deafeningly) buzzy beach town of Montauk was a bit of a change from rural Michigan, but the experiences have their parallels. "Summer comes around, you sort of shed your city skin and can reinvent yourself out in the woods," says Eli.

For the Sussmans, great food should have the same elemental appeal, whether prepared in Brooklyn or by the beach. Explains Max, "Going out to eat shouldn&apost be superserious or intellectual—it should be fun."


Guarda il video: MENU CENTRO COMMERCIALE DUE MARI PUNTATA 44 A CASA TUA 2013 1 (Giugno 2022).