Nuove ricette

Blogger Spotlight: venditore ambulante di cibo e pensieri

Blogger Spotlight: venditore ambulante di cibo e pensieri


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Questa settimana, siamo orgogliosi di presentare Diana of Food n Thought Peddler in Blogger Spotlight. Per chi è nuovo della rubrica, segnaliamo un membro di The Daily Meal's Rete di contenuti culinari, un gruppo ristretto di blogger che scrivono di cibo e bevande, ogni venerdì.

Cerchiamo ispirazione e partecipazione a questo gruppo di talentuosi scrittori gastronomici con The Daily Meal, che si tratti di consigli sui ristoranti o di nuove ricette da provare per cena. Il nostro team editoriale copre All Things Food and Drink e sfruttiamo il CCN per rimanere al passo con ciò che sta accadendo in tutto il paese e nel mondo, dalla cucina raffinata alla cucina casalinga.

Oltre a bloggare e creare Food n Thought Peddler, Diana è una professionista della salute mentale con il suo studio privato.

Puoi anche ordinare dolci senza glutine da lei a [email protected] per il tuo prossimo evento

Il pasto quotidiano: qual è la missione del tuo blog?

Diana: Il mio blog è dedicato alla vita senza glutine e alle ricette naturali e ricche di nutrienti. E, per me, anche un dessert di qualità è denso di nutrienti; porta gioia, ci fa fermare le nostre vite occupate e goderci il momento. Nessun cibo dovrebbe essere vietato, secondo me, purché abbia ingredienti completamente naturali e abbia un buon sapore. L'equilibrio in ogni cosa è il mio motto di vita. Il blog presenta anche molti post di ispirazione e altre conversazioni toccanti. Cerco di ricreare ciò che accade nella vita reale: cuciniamo cibo e invitiamo le persone a condividere la nostra tavola e scambiare idee o solo frammenti di vita quotidiana. Così è diventato il nome del mio blog Food n Thought Peddler.

Come hai iniziato con il tuo blog?

Il mio blog è nato quattro anni fa, dopo che già da diversi anni vivevo senza glutine e avevo implementato altri approcci nutrizionali “puliti”. Stavo anche esplorando la cottura senza glutine, che è una scienza in sé poiché, una volta rimosso il glutine, è necessario calibrare attentamente un mix di farine e altri ingredienti per rendere il prodotto finito buono come quello a base di grano. Il mio obiettivo è sempre stato quello di creare cibi semplicemente buoni; il fatto che siano anche senza glutine è solo un ulteriore vantaggio secondo me. Sento che non dovresti rinunciare ai tuoi piatti preferiti o accontentarti di un gusto meno che stellare solo perché hai determinate intolleranze alimentari. Volevo anche continuare con il mio altro hobby, che è scrivere. Scrivo da quando avevo circa 9 anni, ma la mia frenetica vita adulta non lasciava molto spazio a progetti di scrittura estesi. Ho sentito che il blog sarebbe stata un'ottima idea per unire le mie due passioni nella vita, il cibo e la scrittura.

Quali sono alcuni cibi senza i quali non puoi vivere?

Cioccolato, caffè, tè artigianali, avocado, uova di galline allevate al pascolo (hanno un sapore migliore di quelle normali), il mio olio di canapa fatto in casa e il condimento per insalata di limone, patate, noci e semi.

Quali sono alcuni cibi che non sopporti?

Tutto ciò che è pieno di sostanze chimiche o ingredienti artificiali.

Qual è il post del tuo blog di cui sei più orgoglioso?

I miei post più orgogliosi sono quelli che sono stati cercati dai lettori non per le ricette ma per il loro contenuto toccante (posso vedere le parole di ricerca che hanno portato ogni persona al mio blog). Come professionista della salute mentale, la mia missione è guidare le persone in un viaggio di guarigione attraverso il proprio percorso nella vita e riconnettersi con il loro vero Sé. Sapere che il mio blog contribuisce in piccola parte al loro processo di scoperta è sia umiliante che esaltante.

Qual è il tuo più grande errore del blog?

Alcune ricette non arrivano mai sul blog perché o mi dimentico di scattare foto del piatto finito o semplicemente non sono abbastanza veloce da farlo prima che il cibo scompaia. Mio figlio sa che non gli è permesso toccare nulla finché non ho finito di scattare foto, ma non tutti gli altri nella mia famiglia non hanno ancora raggiunto questo processo.

Qual è il tuo commento più memorabile di un lettore?

Lo chef Lena Kwak che, insieme allo chef Thomas Keller, ha sviluppato il mix di farine senza glutine Cup4Cup (marchio esclusivo Williams-Sonoma), che uso molto nella mia cottura, ha visitato il mio blog e ha commentato alcune ricette utilizzando il loro mix. Le ricette erano presenti anche nei post sui social media Cup4Cup all'epoca. Ascoltare le lodi di un fornaio professionista è stato davvero stimolante!

Cosa c'è nella tua playlist di cucina?

La scelta della musica è solitamente dettata da una particolare ricetta in preparazione. Se sto decorando una torta, ciò richiede mano ferma e concentrazione, quindi potrebbe suonare qualcosa di classico come Mozart o Brahms. Una cena elegante e di classe richiederà forse canzoni di Frank Sinatra o Barry White. E una piacevole colazione domenicale andrebbe d'accordo con qualunque hit pop stia suonando su Pandora.

Quali sono alcuni blog di cucina che ami?

Semplicemente Senza Glutine, Contro ogni grano, Cucina Prana, Avventure di mamma senza glutine, Tartellette, La Tartine Gourmande, e molti altri!

Quali sono alcune app di cibo che ti piacciono?

Le mie app vere e proprie per il cibo sono Find Me GF e Meal Matcher in quanto mi aiutano a navigare mentre sono in giro per trovare ristoranti o negozi di alimentari che offrono opzioni di pasti sani e senza glutine. Uso anche Pinterest per ispirare molte ricette.

Qual è la cosa migliore del blog?

Il blog dà la possibilità di entrare in contatto con persone di culture, lingue e percorsi di vita diversi e di trovare un terreno simile attraverso la passione condivisa per la cucina, la scrittura o ammirando la stessa citazione ispiratrice. Guardare la mappa da dove provengono i miei lettori è davvero sorprendente poiché si estende in tutto il mondo. Sapere di essere una piccola parte di un'enorme comunità globale è ciò che mi spinge a continuare con il mio blog.

Qual è la cosa peggiore del blog?

Mantenere un blog è una grande responsabilità data la quantità di tempo necessaria per creare, acquisire, pubblicare e collegare ogni ricetta ad alcuni eventi o conversazioni della vita specifici. E la tecnologia moderna, per quanto user-friendly possa essere in questi giorni, si guasta ancora di tanto in tanto, alcune scritte scompaiono a volte prima che io abbia la possibilità di salvarle, alcune immagini non vengono pubblicate per motivi sconosciuti o determinate caratteristiche non funzionerebbe neanche una volta ogni tanto. A volte mi fermo per combattere tutto, e altre volte posso dire che questo post non è pensato per essere e andare avanti.

Di quale ricetta sei attualmente ossessionato?

La mia famiglia viene dall'Ucraina, quindi la cultura slava è profondamente radicata in me. Ultimamente sto preparando molti piatti russi e ucraini, anche se non tutti vengono pubblicati sul blog, per rimanere in contatto con le mie tradizioni etniche.

Cosa sarebbero sorpresi di sapere su di te anche i tuoi follower più fedeli?

In realtà ho due blog da gestire, uno è il mio blog Food n Thought Peddler e l'altro è la pagina Ask The Therapist sul mio sito professionale dove rispondo alle domande dei lettori e inserisco informazioni psicoeducative pertinenti. Non scrivo sulla pagina del terapeuta così spesso come sul mio blog di cucina, ma recupero mantenendo account professionali sui social media, quindi ci sono ancora molti scritti e messaggi di ispirazione in corso. Non faccio riferimenti incrociati tra i due blog in quanto rappresentano due lati diversi della mia vita, uno professionale e il mio hobby, ma prendo ispirazione da qualcosa che pubblico su uno dei blog e posso continuare la conversazione in un formato diverso dettata dalla struttura e dallo scopo di ciascuno di essi.

Cinque dei tuoi post preferiti in assoluto?

I miei post preferiti riguardano alcuni piatti che ho cucinato per mio figlio. Ha appena finito il suo primo anno al college, quindi non averlo a casa è stato un aggiustamento per tutti. Questi post catturano alcune conversazioni e frammenti di vita dei suoi ultimi anni d'infanzia e mostrano la versatilità delle mie creazioni.

  • Ciambelle di pancetta alla cannella con glassa di acero e noci pecan
  • Torta Foresta Nera Tedesca
  • Pollo al forno con pastinaca e frutta secca
  • Peperoncino “Gus’ Delight”
  • Grano Saraceno allo Zar con Manzo e Funghi


Guarda il video: Palermo - Venditore di Sfincione (Giugno 2022).