Nuove ricette

La James Beard Foundation annuncia America's Classics 2014

La James Beard Foundation annuncia America's Classics 2014



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Cinque ristoranti sono stati nominati dalla James Beard Foundation come America's Classics, 2014

Cinque ristoranti sono stati insigniti del James Beard 'America's Classics' Award.

La James Beard Foundation ha annunciato i vincitori di quella che forse è l'organizzazione maggior parte categoria affascinante, American Classics. Per essere nominato, ogni ristorante deve essere di proprietà locale, avere almeno 10 anni e "servire cibo di qualità che rifletta il carattere delle loro comunità".

Quest'anno, la James Beard Foundation ha selezionato Sno Bliz di Hansen, maestri dei dessert surgelati a New Orleans; Nick's Italian Café a McMinnville, Oregon, che serve una seria cucina italiana dal 1977; Olneyville New York System nel Rhode Island, dove regnano da 60 anni caffè latte e “stufato di manzo con patatine fritte”; Perini Ranch Steakhouse, la steakhouse per eccellenza del Texas che offre leggendarie bistecche alla griglia e "preferiti da chuck wagon" a Buffalo Gap, in Texas; e Sokolowski's University Inn, l'amato ristorante di cucina polacca di Cleveland.

I ristoranti scelti saranno premiati ai James Beard Awards a New York il 5 maggio, unendosi a Matt Haley, Sirio Maccioni e altri nominati dall'elenco dei semifinalisti in altre categorie, che sarà annunciato il 18 marzo.


Questi 5 ristoranti considerati "classici americani" dalla James Beard Foundation

I ristoranti premiati di quest'anno si trovano in West Virginia, California, New York, Washington D.C. e Nebraska.

Ogni anno, la James Beard Foundation nomina cinque ristoranti di tutto il paese da onorare come "American Classics", con oltre 100 ristoranti che ricevono il premio da quando la categoria è stata introdotta per la prima volta nel 1998. Venerdì, la fondazione ha terminato di annunciare tutti i vincitori di quest'anno dopo un lancio di una settimana: Pho 79 (Garden Grove, CA), Jim&poss Steak and Spaghetti House (Huntington, Virginia Occidentale), A&A Bake & Double e Roti Shop (Brooklyn, New York), Panetteria Sehnert&aposs & Bieroc Café (McCook, NE), e Annie&apos Paramount Steakhouse (Washington, D.C.) I vincitori saranno celebrati all'annuale James Beard Awards Gala lunedì 6 maggio alla Lyric Opera di Chicago.

"In un settore in cui la longevità è un vero traguardo, è importante onorare e celebrare i locali che hanno resistito alla prova del tempo, come i ristoranti che quest'anno sono stati riconosciuti come i classici americani", ha affermato Clare Reichenbach, CEO di JBF. in una dichiarazione. “Questi ristoranti offrono non solo meravigliose esperienze culinarie, ma sono pilastri importanti e duraturi nelle loro comunità.”

L'unico criterio per l'onore è che i ristoranti siano di proprietà locale, "hanno un fascino senza tempo" e "sono apprezzati per il cibo di qualità che riflette il carattere della loro comunità".

Di seguito, dai un'occhiata a ciascuno dei ristoranti premiati di quest'anno.


Assapora l'America: New Orleans

La cena allo Zafferano di Nola sarà un incontro intimo con norme di sicurezza rigorosamente applicate come richiesto dal governo locale. Chef Arvinder Vilkhu preparerà un menu di tre portate che riflette il suo stile inconfondibile e mette in risalto l'unicità del suo ristorante e della comunità di New Orleans. La cena includerà anche l'abbinamento di bevande per ogni portata e un sacchetto di regali da portare a casa.

Acquista i biglietti

PASTO DI TRE PORTATE CREATO DA

Arvinder Vilkhu
Nola allo Zafferano
New Orleans

CORSO DI PANE
Peshawari Naan con uvetta, mandorle, anacardi e Paneer Kerrygold burro e formaggi assortiti Kerrygold
** Contiene latticini e glutine

Cocktail per gentile concessione di Rabbit Hole Distillery

APERITIVO
Seafood Chaat > Gamberi del Golfo, Pesce del Golfo, Granchio Lump della Louisiana e Chele di Granchio con Coriandolo, Cipolle Verdi, Chili del Kashmir e Agrumi
** Senza latticini, senza glutine e senza noci contiene crostacei

ENTRÉE
Involtino di pollo Tandoori > Petto di pollo biologico avvolto nella pancetta, coscia e tenero con pelle di pollo croccante, pepe di Caienna verde, garam masala, salsa makhani, pilaf di riso basmati e verdure locali
** Senza glutine, senza noci e senza crostacei contiene latticini

INGRESSO ALTERNATIVOÉE
Involtini Di Melanzane Con Zucchine, Paneer, Cayenna Verde, Garam Masala, Zenzero, Aglio, Pomodoro Masala e Riso Basmati Pilaf
** Senza glutine, senza noci e vegetariano contiene latticini

DOLCE
Rose Tea Kulfi > Sandwich gelato con gelato al tè alla rosa e cardamomo, vermicelli croccanti e pistacchi
** Vegetariano contiene latticini, glutine e frutta a guscio

Rabbit Hole Dareringer Sherry Finito in botte Bourbon

Abbinamenti di vini da annunciare.

Bevande per gentile concessione di
Distilleria Rabbit Hole

Il menu è soggetto a modifiche. Gli ospiti devono avere più di 21 anni con un documento d'identità valido per partecipare all'evento.

Attraverso la nostra campagna Open for Good, la James Beard Foundation si impegna ad aiutare i ristoranti indipendenti a sopravvivere a questa crisi, ricostruire meglio e prosperare a lungo termine.

Informazioni correlate

Il Covid-19 è una malattia estremamente contagiosa che può portare a gravi malattie e morte. Un rischio intrinseco di esposizione al Covid-19 esiste in qualsiasi luogo pubblico indipendentemente dalle precauzioni che possono essere prese. Acquistando e utilizzando i biglietti, tu, per tuo conto e per conto di eventuali accompagnatori, accetti di (1) assumerti tutti i rischi associati a Covid-19 e altre malattie trasmissibili, (2) rispettare tutte le politiche relative alla salute e alla sicurezza del James Beard Foundation, Saffron Nola, nonché tutte le leggi e le raccomandazioni applicabili del governo federale, statale e locale, e (3) rilasciare espressamente la James Beard Foundation e ciascuna delle sue rispettive affiliate, genitori, sussidiarie, fiduciari, funzionari, direttori, partner, dipendenti e agenti da qualsiasi rivendicazione derivante da o relativa a Covid-19.


La James Beard Foundation annuncia i candidati ai premi 2014

È una settimana importante per chi lavora nell'industria alimentare questa settimana, ed è solo martedì. Dopo la raccolta di ieri degli IACP Awards, oggi vi presentiamo gli Oscar del cibo, i finalisti del James Beard Award 2014. Conosciuti come i più alti riconoscimenti per tutti gli aspetti dell'industria alimentare, coloro che sono coinvolti in qualsiasi aspetto della cucina in cucina per scriverne erano sul bordo della sedia questa mattina quando i nominati 2014 sono stati annunciati a Chicago.

I finalisti sono nominati per categorie che vanno dal Cookbook of the Year al Food Humor, e la premiazione finale si svolgerà al Lincoln Center, lunedì 5 maggio per il più grande "evento sociale e gastronomico dell'anno".

Coloro che non hanno guardato l'annuncio oggi tramite livestream e Twitter possono trovare tutti i nominati di seguito:

2014 James Beard Foundation Broadcast e New Media Awards
Presentato stoviglie e regali Lenox

Programma radiofonico/Webcast audio

Qui e ora
Presentatori: Meghna Chakrabarti, Jeremy Hobson e Robin Young
Area: Radio pubblica
Produttore: Kathy Gunst

La Splendida Tavola
Presentatrice: Lynne Rossetto Kasper
Area: Media pubblici americani e radio pubblica
Produttori: Jennifer Russell e Sally Swift

Questa vita americana
Presentatore: Fred Armisen, Ben Calhoun e Ira Glass
Zona: NPR
Produttore: Ben Calhoun

Speciale/Documentario

CBS Sunday Morning: “Mangia, bevi e sii allegro”
Ospite: Charles Osgood
Rete: CBS
Produttori: Gavin Boyle, Cathy Lewis, Amol Mhatre, Rand Morrison, Amy Rosner, Jason Sacca e Robin Sanders

Mangiare Alabama
Rete: PBS
Produttori: Andrew Beck Grace e Bartley Powers

Le Harvey Girls: opportunità legate
Rete: PBS
Produttore: Katrina Parks

Programma televisivo, in studio o in postazione fissa

Tavolo Heartland
Presentatrice: Amy Thielen
Rete: Rete alimentare
Produttori: Random House Television e Tavola Production

La cucina di Lidia
Presentatrice: Lidia Bastianich
Rete: PBS
Produttore: Tavola Production

La scuola di cucina di Martha Stewart
Presentatrice: Martha Stewart
Rete: PBS
Produttori: Greta Anthony, Christina Deyo, Michael Morrison, Martha Stewart, Calia Van Dyk e Lisa Wagner

Programma televisivo, in loco

Una vita da chef
Presentatore: Vivian Howard
Rete: PBS
Produttori Cynthia Hill e Markay Media

Lidia celebra l'America: libertà e indipendenza
Presentatrice: Lidia Bastianich
Rete: PBS
Produttore: Anne Adams, Mimi Adams, Lidia Bastianich, Laurie Donnelly, Shelly Burgess Nicotra e Rob Tate

La mente di uno chef
Presentatore: Anthony Bourdain
Rete: PBS
Produttori: Jared Adrukanis, Anthony Bourdain, Joe Caterini, Chris Collins, Michael Steed e Lydia Tenaglia

Segmento televisivo

viaggio americano
Presentatore: Tom Foreman
Rete: CNN e CNN.com
Produttore: Jeremy Harlan e Sarah LeTrent

CBS domenica mattina
Presentatrice: Martha Teichner
Rete: CBS
Produttore: Jon Carras e Mary Raffalli

Venerdì Arte, Arte del Cibo
Rete: WHYY-TV
Produttore: Monica Rogozinski

Video Webcast, posizione fissa e/o didattica

Cucina in modo più intelligente
chefsteps.com
Presentatore: Grant Lee Crilly
Produttore: Kristina Krug

assetato di.
youtube.com/tastemade
Produttore: Jay Holzer ed Eric Slatikin

Video di Upwave Eat
upwave.com
Presentatori: Pancho Gatchalian, Sarah Mastracco e Jamie Tiampo
Produttori: SeeFood Media, Space Station Media e Upwave

Video Webcast, sulla posizione

segale scura
darkrye.com
Produttori: Clyde Burley, Ira Chute e Kelly Le Castre
Vignette per la cucina
kitchenvignettes.blogspot.com/PBS
Produttore: Aube Giroux e Matt Schoch

Il piatto perenne: Europa e Asia meridionale
theperennialplate.com
Conduttori: Mirra Fine e Daniel Klein
Produttori: Mirra Fine e Daniel Klein

Personalità eccezionale/ospite

Ospite: Ina Garten
Contessa scalza: ritorno alle origini
Rete: Rete alimentare

Presentatrice: Sara Moulton
I pasti della settimana di Sara
Rete: PBS

Presentatore: Andrea Robinson
Il mago del vino in 30 minuti
andreawine.com

Premi giornalistici della Fondazione James Beard 2014

Per gli articoli pubblicati in inglese nel 2013. I vincitori saranno annunciati il ​​2 maggio 2014.

Cucina, ricette o istruzioni

Scott Mowbray e Ann Taylor Pittman
Luce di cottura
“7 semplici modi per diventare un cuoco migliore”

Andy Ricker
Risparmiare
“La stella del Siam”

Vari editori
Buon appetito
“Come cucinare adesso”

Cibo e Cultura

John Birdsall
pesca fortunata
"America, il tuo cibo è così gay"

Lauren Collins
Il newyorkese
“Mangiafuoco”

Corby Kummer
Smithsonian
"Può Starbucks fare per il croissant quello che ha fatto per il caffè?"

Cibo e viaggi

Greg Larson
pesca fortunata
“Viaggiare nel Paese del Nord”

Nick Paumgarten
Buon appetito
“Pranzo a 8.500 piedi.”

Gary Shteyngart
Viaggi + tempo libero
“Massimo Bombay”

Copertura alimentare in una pubblicazione di interesse generale

Cronaca di San Francisco
Sezione “Enogastronomia”
Vari editori

Il giornale di Wall Street
Sezione “Fuori servizio”
Beth Kracklauer

Washingtonian
Sezione “Gusto”
Todd Kliman e Ann Limpert

Politica alimentare, politica e ambiente

Maryn McKenna
Rete e mezzo di rendicontazione alimentare e ambientale
"Immaginare il futuro post-antibiotici"

Eli Saslow
Il Washington Post
“Buoni alimentari”

Craig Welch
Il Seattle Times
"Il cambiamento del mare: la pericolosa svolta del Pacifico"

Colonne relative al cibo

Tamar Haspel
Il Washington Post
dissotterrato

Kristen Miglore
Cibo52
Ricette Geniali

Adam Sachs
Buon appetito
L'Ossessivore

Blog di cibo di gruppo

il brasato

mangiatore nazionale

Prima si festeggia

Salute e benessere

Elizabeth Gunnison Dunn
Il giornale di Wall Street
“Questa non è una carbonara”

Sidney Fry, MS, RD
Luce di cottura
"Sale"

Rachael Moeller Gorman
Mangiare bene
"La verità sulle etichette degli alimenti integrali, a ridotto contenuto di grassi, zero calorie, ad alto contenuto di fibre e leggermente zuccherata"

Ira Chute
segale scura
Una visione della cucina post-apocalittica: Frankenchicken

Lisa Hanawalt
pesca fortunata
“In viaggio con Wylie”

Monica Hesse
Il Washington Post
"Gwyneth Paltrow: ci piace odiarla, ma compreremo comunque il suo libro di cucina"

Blog di cibo individuale

Cibo per gli sconsiderati
Michele Procopio

Festa dei poveri
Elissa Altman

Saggio personale

Fucsia Dunlop
pesca fortunata
“Zuppa di Dick”

Elisabetta Gilbert
Al di fuori
“Non scherzare con il perfetto”

Gabrielle Hamilton
Buon appetito
"Indovina chi viene a cena?"

Profilo

Alex Halberstadt
Il New York Times Magazine
"Il potere trasformativo della giusta spezia"

Francesco Lami
pesca fortunata
“Una giornata a Long Island con Alex Lee”

Peter Meehan
pesca fortunata
"La vita e come accade a un cuoco"

Narrazione visiva

Jeff Allen, Jonathan Boncek, Andrew Cebulka, Allston McCrady e Susan Puckett
Il Palato Locale
"Dinin' Down in the Delta", "Ferm Belief", "Fire It Up",

Chris Higdon, Jessie Kriech-Higdon e Jen White
Spenser Magazine
"Controlled Burn", "Guidaci alla tentazione", "Il dolce elisir del sud"

James Maikowski, Patricia Sanchez, Stephen Scoble e Fredika Stjärne
Cibo & Vino
"Best New Chef All Stars", "Oysters & Gumbo: A Chef's New Orleans Party", "Vegetables Now"

Vino, liquori e altre bevande

Isola di Ray
Cibo & Vino
"La battaglia per le viti più antiche d'America"

Josh Ozersky
Il giornale di Wall Street
“Mania Borbonica!”

Besha Rodell
Punch
“40 once alla libertà”

Craig Claiborne Distinguished Restaurant Review Award

Alison Cook
Houston Chronicle
"Cavatappi BBQ un nuovo classico di Houston", "La zuppa cosmica di Pho Hung", "The Pass scatena piatti di giocosità"

Alan Richman
GQ
“Alan Richman entra in una gastronomia ebraica. "The Elm: Brooklyn è pronta per una cena sofisticata?", "ZZ's, i 58 minuti più costosi a New York da pranzo"

Besha Rodell
Settimanale di Los Angeles
"Black Hogg Down", "Recensione di Outback Steakhouse: per favore non chiamare questo cibo australiano", "Recensione di Sqirl: il piccolo ristorante di Jessica Koslow serve alcuni dei migliori piatti di Los Angeles."

MFK Fisher Distinguished Writing Award

Francesco Lami
Buon appetito
“Meglio con l'età”

Guy Martin
Giardino e pistola
“Una storia di due cucine”

John Jeremiah Sullivan
pesca fortunata
“Ho messo un vaso in Tennessee”

2014 James Beard Foundation Book Awards
Per i libri pubblicati in inglese nel 2013. I vincitori saranno annunciati il ​​2 maggio 2014.

Cucina americana

Amo New York: ingredienti e ricette
Daniel Humm e Will Guidara
(Pressione a dieci velocità)

Il nuovo tavolo del Midwest: 200 ricette di Heartland
Amy Thielen
(Casa casuale)

Sottaceti, maiali e whisky: ricette dai miei tre gruppi di alimenti preferiti e poi alcuni
John Curre
(Andrews McMeel Publishing)

Forno e Dessert

L'arte della pasticceria francese
Jacquy Pfeiffer con Martha Rose Shulman
(Knopf)

Dolce
Valerie Gordon
(Artigiano)

Tartine Libro n. 3: Moderno Antico Classico Intero
Chad Robertson
(Libri di cronaca)

The Cocktail Lab: svelare i misteri del gusto e dell'aroma nei drink, con ricette
Tony Conigliaro
(Pressione a dieci velocità)

Il botanico ubriaco: le piante che creano i grandi drink del mondo
Amy Stewart
(Libri Algonquin)


The New California Wine: una guida ai produttori e ai vini dietro una rivoluzione nel gusto
Jon Bonne
(Pressione a dieci velocità)

Cucinare da un punto di vista professionale

Heston storico
Heston Blumenthal
(Bloomsbury)

Manresa: un riflesso commestibile
David Kinch con Christine Muhlke
(Pressione a dieci velocità)

René Redzepi: un lavoro in corso
René Redzepi
(Pressa Phaidon)

Focus sulla salute

Ragazza senza glutine ogni giorno
Shauna James Ahern con Daniel Ahern
(Houghton Mifflin Harcourt)

VB6: mangia vegano prima delle 6:00 per perdere peso e ripristinare la tua salute. . . per sempre
Mark Bittman
(Clarkson Potter Editori)

Meraviglie della notte della settimana: cene deliziose e salutari in 30 minuti o meno
Ellie Krieger
(Houghton Mifflin Harcourt)

Cucina generale

Un buon piatto
David Tanis
(Artigiano)

Fumo: Nuova Cottura a Legna
Tim Byres
(Rizzoli New York)

Provalo a casa: ricette dalla mia testa al tuo piatto
Richard Blais
(Clarkson Potter Editori)

Internazionale

Ogni chicco di riso: semplice cucina casalinga cinese
Fucsia Dunlop
(W.W. Norton & Company)

Ritorno ai fiumi: ricette e ricordi delle valli fluviali dell'Himalaya
Vikas Khanna con Andrew Blackmore-Dobbyn
(Lake Isle Press)

Sughi e formati: pasta all'italiana
Oretta Zanini DeVita e Maureen B. Fanta
(W.W. Norton & Company)

Fotografia

Heston storico
Fotografo: Romas Foord
(Bloomsbury USA)

Mast Brothers cioccolato
Fotografo: Tuukka Koski
(Piccolo, Brown e compagnia)

René Redzepi: un lavoro in corso
Ali Kurshat Altinsoy, Ditte Isager, René Redzepi, Lars Williams e il Noma Team
(Pressa Phaidon)

Riferimento e borsa di studio

Una storia del cibo in 100 ricette
William Sitwell
(Piccolo, Brown e compagnia)

Cibo moderno, cibo morale: autocontrollo, scienza e ascesa dell'alimentazione americana moderna all'inizio del ventesimo secolo
Helen Zoe Veit
(Pressa dell'Università della Carolina del Nord)

Soul Food: la sorprendente storia di una cucina americana un piatto alla volta
Adrian Miller
(Pressa dell'Università della Carolina del Nord)

Singolo soggetto

Uccelli culinari: l'ultimo ricettario di pollame
John Ash con James O. Fraioli
(stampa in corso)

Pesce: 54 sagre di mare
Cree Le Favor
(Libri di cronaca)

In salumeria: la guida del vitello grasso per fare salsicce, salumi, paté, arrosti, confetture e altri prodotti di carne
Taylor Boetticher e Toponia Miller
(Pressione a dieci velocità)

Concentrato di verdure e vegetariano

Festa: pasti vegetariani generosi per ogni mangiatore e ogni appetito
Sarah Copeland
(Libri di cronaca)

River Cottage Veg
Hugh Fearnley-Whittingstall
(Pressione a dieci velocità)

Alfabetizzazione vegetale
Deborah Madison
(Pressione a dieci velocità)

Scrittura e letteratura

A Fork in the Road: racconti di cibo, piacere e scoperta sulla strada
A cura di James Oseland
(Pianeta solitario)

Provenza, 1970: M. F. K. Fisher, Julia Child, James Beard e la reinvenzione del gusto americano
Luca Barr
(Clarkson Potter Editori)

Sale Zucchero Grasso: come ci hanno conquistato i giganti del cibo
Michael Moss
(Casa casuale)

Il 2 maggio 2014 sarà annunciato il vincitore del premio Cookbook of the Year e il vincitore della Cookbook Hall of Fame.

2014 James Beard Foundation Outstanding Restaurant Design Awards
I vincitori saranno annunciati il ​​5 maggio 2014.

75 posti e meno (Per la migliore progettazione o ristrutturazione di ristoranti in Nord America dal 1 gennaio 2011)

Studio di progettazione: Assimilation Design Lab LLC e Otto Architects LLC
Designer: Josh Otto e David Whipple
Progetto: Tria Taproom, Filadelfia

Studio di progettazione: Huxley Wallace Collective
Designer: Joshua Henderson e Matthew Parker
Progetto: Westward, Seattle

Studio di progettazione: Lawton Stanley Architects
Designer: Maria Contreras, Christopher Lawton e Micah Stanley
Progetto: Grace, Chicago

76 posti e oltre (Per la migliore progettazione o ristrutturazione di ristoranti in Nord America dal 1 gennaio 2011)

Studio di progettazione: Jensen Architects Designer: Scott Davis, Mark Jensen, Lincoln Lighthill, Dean Orr e Andy Pluess Progetto: Shed, Healdsburg, CA

Studio di design: Munge Leung Designer: Sai Leung e Alessandro Munge Progetto: Hawksworth Restaurant, Vancouver

Studio di design: Slade Architecture Designer: Hayes Slade e James Slade Progetto: Clubhouse di Virgin Atlantic Airway all'aeroporto internazionale Liberty di Newark, Newark, NJ

2014 James Beard Foundation Restaurant and Chef Awards

Miglior chef: Great Lakes (IL, IN, MI, OH)

Dave Beran, Next, Chicago

Curtis Duffy, Grace, Chicago

Jonathon Sawyer, The Greenhouse Tavern, Cleveland

Paul Virant, Vie Restaurant, Western Springs, IL

Andrew Zimmerman, Seppia, Chicago

Miglior Chef: Mid-Atlantic (D.C., DE, MD, NJ, PA, VA)

Cathal Armstrong, Ristorante Eve, Alexandria, Virginia

Spike Gjerde, Woodberry Kitchen, Baltimora

Brad Spence, Amis, Filadelfia

Vikram Sunderam, Rasika, Washington, D.C.

Cindy Wolf, Charleston, Baltimora

Miglior chef: Midwest (IA, KS, MN, MO, NE, ND, SD, WI)

Justin Aprahamian, Sanford, Milwaukee

Paul Berglund, Il contadino laureato, Minneapolis

Gerard Craft, Niche, Clayton, MO

Michelle Gayer, Torta salata, Minneapolis

Kevin Nashan, Sidney Street Café, St. Louis

Lenny Russo, Heartland Restaurant & Farm Direct Market, St. Paul, MN

Miglior chef: New York City (cinque distretti)

April Bloomfield, Il Maiale Maculato

Miglior Chef: Nordest (CT, MA, ME, NH, NY STATE, RI, VT)

Jamie Bissonnette, Coppa, Boston

Joanne Chang, Farina Panetteria + Caffè, Boston

Gerry Hayden, The North Fork Table & Inn, Southold, NY

Matt Jennings, Farmstead Inc., Providence, RI

Michael Leviton, Lumière, Newton, MA

Barry Maiden, madre affamata, Cambridge, MA

Miglior chef: Northwest (AK, ID, MT, OR, WA, WY)

Renee Erickson, La balena vince, Seattle

Jason Franey, Canlis, Seattle

Naomi Pomeroy, Bestia, Portland, OR

Ethan Stowell, Staple & Fancy, Seattle

Cathy Whims, Nostrana, Portland, OR

Miglior Chef: Sud (AL, AR, FL, LA, MS, PR)

Vishwesh Bhatt, Snackbar, Oxford, MS

Justin Devillier, La Petite Grocery, New Orleans

Ryan Prewitt, Pêche Seafood Grill, New Orleans

Alon Shaya, Domenica, New Orleans

Sue Zemanick, Gautreau, New Orleans

Miglior chef: sud-est (GA, KY, NC, SC, TN, WV)

Kathy Cary, Lilly's, Louisville, KY

Ashley Christensen, Downtown Diner di Poole, Raleigh, NC

Edward Lee, 610 Magnolia, Louisville, KY

Steven Satterfield, Miller Union, Atlanta

Tandy Wilson, City House, Nashville

Miglior chef: Southwest (AZ, CO, NM, OK, TX, UT)

Kevin Binkley, Binkley, Cave Creek, AZ

Bryce Gilmore, Barley Swine, Austin

Hugo Ortega, Hugo's, Houston

Chris Shepherd, Underbelly, Houston

Justin Yu, Oxheart, Houston

Miglior chef: West (CA, HI, NV)

Stuart Brioza e Nicole Krasinski, Disposizioni statali per gli uccelli, San Francisco

Michael Cimarusti, Providence, Los Angeles

Corey Lee, Benu, San Francisco

Daniel Patterson, Coi, San Francisco

Jon Shook e Vinny Dotolo, Animali, Los Angeles

Il miglior nuovo ristorante

Betony, New York

Pêche Seafood Grill, New Orleans

Eccezionale professionista di vino, birra o liquori

Sam Calagione, birrificio artigianale Capo di Gattuccio, Milton, DE

Ron Cooper, Del Maguey Single Village Mezcal, Ranchos de Taos, Nuovo Messico

Garrett Oliver, Brooklyn Brewery, Brooklyn, NY

Harlen Wheatley, Buffalo Trace Distillery, Francoforte, KY

David Wondrich, educatore di spiriti, Brooklyn, NY

Eccezionale programma di vini

A16, San Francisco

Il fienile a Blackberry Farm, Walland, TN

Eccezionale programma bar

Bar Agricole, San Francisco

Il bar del NoMad Hotel, New York

Premiere della Maison, Brooklyn, New York

Servizio eccezionale
Presentato da Stella Artois®
Un ristorante che dimostra elevati standard di ospitalità e servizio. I candidati devono essere in attività da almeno 5 anni.

Il ristorante a Meadowood, Sant'Elena, CA

Pasticcere eccezionale
Uno chef o un fornaio che prepara dolci, pasticcini o pane e che fa da portabandiera per eccellenza. I candidati devono essere stati pasticceri o fornai da almeno 5 anni.

Dominique Ansel, Dominique Ansel Bakery, New York

Dana Cree, Blackbird, Chicago

Belinda Leong, b. pasticceria, San Francisco

Dahlia Narvaez, Osteria Mozza, Los Angeles

Christina Tosi, Momofuku, New York

Ristoratore eccezionale
Un ristoratore che stabilisce elevati standard nazionali nelle operazioni di ristorazione e nell'imprenditorialità. I candidati devono essere nel settore della ristorazione da almeno 10 anni. I candidati non devono essere stati nominati per un premio chef della James Beard Foundation negli ultimi 10 anni.

Barbara Lynch, Barbara Lynch Gruppo, Boston (No. 9 Park, Menton, B&G Oysters e altri)

Donnie Madia, One Off Hospitality Group, Chicago (Blackbird, Avec, The Publican e altri)

Cindy Pawlcyn, Napa Valley, CA (Senape Grill, Cindy's Back Street Kitchen)

Caroline Styne, Los Angeles (Lucques, AOC, Tavern e altri)

Phil Suarez, Suarez Restaurant Group, New York (ABC Kitchen, Jean-Georges, wd

Chef stella nascente dell'anno
Presentato da S.Pellegrino® Acqua Minerale Naturale Frizzante
Uno chef di età pari o inferiore a 30 anni che mostra un talento impressionante e che probabilmente avrà un impatto significativo sul settore negli anni a venire.

Jimmy Bannos Jr., Il maiale viola, Chicago

Katie Button, Cúrate, Asheville, Carolina del Nord

Jessica Largey, Manresa, Los Gatos, CA

David Posey, Blackbird, Chicago

Blaine Wetzel, The Willows Inn sull'isola di Lummi, isola di Lummi, WA

Ristorante eccezionale
Presentato da Acqua Panna® Acqua di sorgente naturale
Un ristorante negli Stati Uniti che funge da portabandiera nazionale per qualità costante ed eccellenza nel cibo, nell'atmosfera e nel servizio.
I candidati devono essere in attività da almeno 10 anni consecutivi
.

Highlands Bar and Grill, Birmingham, AL

La porta inclinata, San Francisco

Chef eccezionale
Presentato da All-Clad Metalcrafters
Uno chef che lavora in America la cui carriera ha fissato gli standard del settore nazionale e che è stato fonte di ispirazione per altri professionisti del cibo. I candidati devono aver lavorato come chef per almeno gli ultimi 5 anni.

Michael Anthony, Gramercy Tavern, New York

Sean Brock, McCrady's, Charleston, SC

Suzanne Goin, Lucques, Los Angeles

David Kinch, Manresa, Los Gatos, CA

Nancy Silverton, Pizzeria Mozza, Los Angeles

Marc Vetri, Vetri, Philadelphia

2014 James Beard Foundation America's Classics

Sno Bliz di Hansen, New Orleans
Proprietario: Ashley Hansen

Nick's Italian Café, McMinnville, OR
Proprietari: Nick Peirano, Carmen Peirano ed Eric Ferguson

Sistema di Olneyville New York, Providence, RI
Proprietari: Stephanie Stevens Turini e Greg Stevens

Perini Ranch Steakhouse, Buffalo Gap, TX
Proprietari: Lisa e Tom Perini

Sokolowski's University Inn, Cleveland
Proprietari: Bernard Sokolowski, Mary Balbier e Michael Sokolowski

2014 James Beard Foundation Who's Who of Food & Beverage in America

Edward Behr
Scrittore di cibo
St. Johnsbury, Virginia

John Besh
Chef e Ristoratore
New Orleans

David Chang
Chef e Ristoratore
New York

Barry Estabrook
scrittore
Vergennes, VT

Paul Kahan
Chef e Ristoratore
Chicago

Sherry Yard
Pasticcere e Autore
Los Angeles

2014 James Beard Foundation umanitario dell'anno

Matt Haley, filantropo e ristoratore, Rehoboth Beach, Delaware

Premio alla carriera 2014 della Fondazione James Beard

Sirio Maccioni, Le Cirque, NYC

Vuoi saperne di più su HuffPost Taste? Seguici su Twitter, Facebook, Pinterest e Tumblr.


La James Beard Foundation annuncia gli America's Classics Awards 2018

È finalmente la stagione della barba. Oggi la James Beard Foundation ha annunciato i cinque vincitori del 2018 dei suoi premi America's Classics. La Fondazione assegna questo titolo ogni anno ai ristoranti che sono "stabilimenti regionali, spesso a conduzione familiare, apprezzati per la qualità del cibo, il carattere locale e il fascino duraturo". In genere, questi ristoranti sono aperti da più di 10 anni e il premio tocca stabilimenti, chef e ristoratori generalmente trascurato dalle altre categorie del premio Beard.

È considerato un onore e anche un riconoscimento della qualità e della longevità. I ​​vincitori del passato hanno incluso ristoranti amati come Keens Steakhouse Chapel Hill di New York City, Crook's Corner Brooks' House of BBQ della Carolina del Nord a Oneonta, NY e, più recentemente, La Taqueria a San Francisco .

Ecco i destinatari di quest'anno:

Panetteria Dong Phuong, New Orleans: Uno dei primi panifici vietnamiti a NOLA, Dong Phuong ha servito il suo iconico banh mi per oltre 30 anni e fornisce pane ai venditori di po boy in tutta la città.

El Guero Canelo, Tucson: Gli hot dog di Sonora hanno trasformato questo stand di Tucson in un ristorante locale da non perdere.

Hot dog a El Guero Canelo. Foto: Alyson Hurt / Flickr

Galleria Umberto, Boston: Un fedele sostenitore decennale del North End, la Galleria Umberto è nota per la sua pizza in stile siciliano.

Los Hernandez, Union Gap, WA: I tamales sono il nome del gioco qui i proprietari macinano il proprio masa e servono diverse combinazioni per abbinare le stagioni.

Sun Wah, Chicago: Un'azienda a conduzione familiare con una reputazione per la superba anatra, la generazione più giovane ha assunto nel 2008.

I semifinalisti per i James Beard Foundation Awards 2018 saranno annunciati il ​​15 febbraio e i nominati il ​​14 marzo. Il 7 maggio si terrà il James Beard Awards Gala, in cui vengono riconosciuti anche i vincitori degli America's Classics.


El Guero Canelo

5201 S 12th Avenue, Tucson, Arizona

Nel 1993, l'allora 33enne Daniel Contreras ha aperto uno stand producendo hot dog elaborati ispirati a quelli della sua città natale di Hermosillo, la capitale di Sonora, in Messico. Ora è diventato un ristorante di riferimento con folle in fila per Franchi avvolti nella pancetta, condita con fagioli, cipolle, senape, salsa jalapeño, maionese e il tutto farcito in un pane messicano simile alla baguette chiamato bollilo.


2011 James Beard Foundation Design and Graphics Awards


Design eccezionale del ristorante
Studio di progettazione: Aidlin Darling Design
Designer: Joshua Aidlin, Roslyn Cole e David Darling
Progetto: Bar Agricole, San Francisco

Eccezionale grafica del ristorante
Per la migliore grafica di ristoranti eseguita in Nord America dal 1 gennaio 2008
Studio di progettazione: amore e guerra
Designer: Katie Tully
Progetto: The National Bar & Dining Rooms, New York


Gioia's Deli vince l'ambito premio James Beard America's Classics

La gastronomia di 99 anni su The Hill è il primo ristorante della zona di St. Louis ad essere così onorato.

L'Original Hot Salami Sandwich di Gioia viene affettato fresco su ordinazione

Alex Donley e sua madre, Cathy Donley, comproprietari di Gioia's Deli

La James Beard Foundation ha appena annunciato i cinque vincitori dell'America's Classics Award per il 2017. Un ristorante di St. Louis è stato premiato per la prima volta dall'istituzione del premio nel 1998. Stroud's, il famoso ristorante di pollo fritto in padella di Kansas City, è stato premiato quell'anno e fino ad oggi è stato l'unico ristorante del Missouri a ricevere l'iconico premio della James Beard Foundation.

(Gli altri premiati di America's Classics per il 2017 sono Bertha's Kitchen a Charleston, SC La Taqueria a San Francisco, CA Sahadi's a Brooklyn, NY e Schultz's Crab House nell'Essex. MD.)

È stata una sorpresa per il comproprietario di Gioia, Alex Donley, che la gastronomia, un ristorante con un'eredità quasi secolare, abbia ricevuto l'onore. “Quando ho saputo di quanti pochi ristoranti c'erano in questa lista, sono rimasto sbalordito. E quando è affondato, sono stato umiliato", ha detto. “Sono felice di ricevere l'onore, ma devo anche riconoscere le cinque generazioni che hanno posseduto e gestito Gioia. Hanno gettato le basi. Sono solo il fedele custode".

L'America's Classics Award premia solo una manciata di ristoranti iconici ogni anno, il che rende il premio ancora più significativo. Alcuni sono famosi (Anchor Bar, Joe's Stone Crab, Peter Luger Steak House) altri sono solo delle articolazioni (Bagaduce Lunch, noto per il panino con eglefino che chiama "fishburger"). Tutti sono venerati, senza tempo e servono cibo che riflette il carattere della comunità, tre dei parametri per la considerazione del premio. Anche i ristoranti devono essere di proprietà locale e in attività da almeno un decennio. Gioia è in giro quasi 10 volte tanto.

La gastronomia nasce come negozio di alimentari all'angolo tra Macklind e Daggett (1934 Macklind), dove ogni sabato un'immigrata del Nord Italia di nome Challie Gioia preparava dei panini. E mentre era orgoglioso della sua ricetta per luganega salsiccia e salame genovese, era il salam de testa che i clienti hanno ripetutamente richiesto. Da Gioia l'impasto di carne di testa di maiale stagionato, manzo e condimenti piccanti è conosciuto semplicemente come Salame Piccante.

Il salame piccante ha ricevuto l'attenzione nazionale quando Donley e Cibi bizzarri il presentatore Andrew Zimmern ha mescolato un lotto per lo spettacolo. Dopo che il segmento è andato in onda, l'attività di Gioia è aumentata del 20 percento, secondo Donley. La spinta probabilmente ha aiutato a finanziare la posizione in centro della gastronomia (903 Pino), inaugurato lo scorso aprile.

The Big George — manzo, pancetta e salame duro Volpi su pane tostato all'aglio

Gioia's ha anche ricevuto notorietà per il suo "menu segreto". Come SLM notato in questo articolo l'anno scorso, se il menu segreto di un ristorante è indicato sul suo sito Web, è ancora un segreto? Non importa. La dozzina di panini (come il Big George, nella foto a destra) hanno un nome così intelligente che nessuno si oppone allo stratagemma. Detto questo, Donley racconta SLM che dall'uscita del menu segreto, ha creato un menu doppio segreto. Il King Kong Christmas Special (salame caldo, mac e formaggio e pancetta) fa parte di quel menu, e sebbene il panino sia occasionalmente offerto come speciale, è anche disponibile su richiesta. Nessuna stretta di mano segreta richiesta.

And while Donley is scouting West County for a third location, he says there's no desire to venture beyond the metro area. “We have a product that is uniquely St. Louis, just like the St. Paul Sandwich and toasted ravs,” he said. “This James Beard Award solidifies that, and it would be wrong for me and my family not to embrace it.”

The America's Classics restaurants will receive their awards at the James Beard Foundation Awards Gala, held in Chicago this May. Donley explained that a video showcasing each restaurant will be sprinkled throughout the awards ceremony. "We're the entertainment," he quipped.

Donley added that while the award is certainly appreciated, it comes at an already busy time. “It’s sure to produce an uptick in business,” he said, “and we’re expecting a baby in the next day or two.”