Nuove ricette

The Daily Dish: lo chef svedese sostiene di essere stato picchiato perché somigliava a Donald Trump

The Daily Dish: lo chef svedese sostiene di essere stato picchiato perché somigliava a Donald Trump

Lo chef svedese afferma di essere stato picchiato perché somigliava a Donald Trump

svedese lo chef e personaggio televisivo Anders Vendel ha fatto notizia a livello internazionale dopo aver pubblicato sui social media sull'essere aggredito fuori da un fast-food, presumibilmente per "sembrare Donald Trump.” Nel suo originale Facebook post, che da allora è stato cancellato, Anders ha detto di essere stato preso di mira da tre "uomini musulmani" ed è finito in ospedale con le ferite riportate nell'incidente. Dal momento che l'incidente è stato diffuso su più media, da allora Venders ha rinunciato alle sue affermazioni sugli "uomini musulmani" che lo hanno attaccato. Inizialmente pensava che fossero musulmani perché pensava di sentirli parlare arabo, ma ha detto che non poteva esserne certo. "Ero arrabbiato, ferito e umiliato quando ho scritto quello che stavo pensando in quel momento", Vendel ha detto a The Local. “Non sono assolutamente razzista, neanche dopo quello che è successo. Potrebbe essere stato chiunque. Sono vivo, andrà tutto bene".

La star di "Super Size Me" Morgan Spurlock apre un ristorante fast-food

Morgan Spurlock, il regista che ha diretto e interpretato il famoso documentario critico sul Fast food industria, fammi ingrassare, volere aprire il suo ristorante fast-food chiamato Holy Chicken! in Columbus, Ohio, il 19 novembre. Tuttavia, questo ristorante non sarà come gli altri nel settore del fast food; servirà prodotti naturali che i clienti possono portare in movimento. "Tutto ciò che riguarda il cibo è prodotto e supportato con integrità e apertura, inclusa la chiusura del ciclo nella sostenibilità aumentando la nostra polli", ha detto la società in una nota, secondo Filo indie. “Il cibo non è solo privo di ormoni, è [sic] senza antibiotici, senza gabbie, ruspanti, allevati in fattoria, allevati in modo umano e naturali al 100%!” L'Ohio centrale è stato scelto come località target poiché è comunemente usato come mercato di prova per fast food, Columbus Business First segnalato.

Il regista Francis Coppola apre un ristorante ispirato ai nativi americani

regista americano Francesco Coppola ha presentato il suo nuovo ristorante, Werowocomoco, situato nella sua Virginia Dare Winery a Geyserville, California. L'ispirazione per il ristorante è venuta dalla cantina stessa, che è stata una delle prime negli Stati Uniti, secondo il Cronaca di San Francisco. Attraverso le ricerche di Coppola, scoprì che la cantina prendeva il nome dal primo bambino inglese nato nel Nuovo Mondo nella colonia di Virginia. Coppola scelse di intitolare il ristorante all'insediamento seicentesco di Algonquin in Virginia. “Virginia Dare Winery mette in luce la genesi della vinificazione americana, quindi ha senso che il nostro nuovo ristorante celebri il nostro paese cibi indigeni”, ha detto Coppola in un comunicato stampa a Affari del vino. Il ristorante presenterà "atmosfera e cibo dei nativi americani" per "evidenziare gli ingredienti dell'America come una volta". Il menu includerà cibo che va da bisonte costine con una bacca salsa barbecue al fiume raccolto riso selvatico insieme a mirtilli.

La maggior parte delle app per la dieta non sono così salutari come pensiamo

Una nuova ricerca degli scienziati della George Washington University School of Medicine ha scoperto che il 75% del cibo sano più popolare app là fuori non ha raccomandato quantità giornaliere di determinati gruppi di alimenti o prendi in considerazione importanti sottogruppi come foglia di colore verde scuro, cereali integrali, e grassi sani, secondo TechRadar. Lo studio, condotto da Tania Dhawan e presentato all'annuale American Heart Association Conference, ha analizzato 32 app per la salute e il fitness disponibili su Google Play e il iTunes App Store e confrontato i loro consigli con il Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti Guida dietetica 2015-2020 per gli americani. Sebbene molte app non siano state all'altezza, il 72% ha preso in considerazione molte delle cinque principali linee guida consigliate dal governo per un'alimentazione sana: modelli alimentari sani, limiti calorici appropriati, cibi e bevande ricchi di nutrienti, una varietà di cibi e bevande e social sostegno.

Mangiare pomodori potrebbe ridurre il rischio di cancro alla prostata

Un nuovo studio, ancora in fase di revisione tra pari e non ancora pubblicato, suggerisce che gli uomini possono ridurre il rischio di sviluppare il cancro alla prostata mangiando pomodori e altri alimenti che contengono licopene — un fitochimico naturale che conferisce a frutta e verdura una tonalità rosa o rossa. Lo studio condotto presso il Università dell'Illinois a Urbana-Champaign ha scoperto che gli uomini che consumavano quantità maggiori di licopene avevano un rischio ridotto dell'11% di cancro alla prostata di chi ha consumato di meno. "Poiché il licopene è presente solo in pochi alimenti e circa l'85 per cento del licopene nella dieta americana proviene da pomodori e prodotti a base di pomodoro, le persone possono davvero concentrarsi sul consumo di alimenti contenenti pomodoro", ha detto John W. Erdman Jr., professore all'UIUC e autore senior di questa ricerca. Istituto americano per la ricerca sul cancro. "Questo è un modo abbastanza semplice per ridurre il rischio di cancro".


Come la giardiniera ha attraversato un oceano per diventare il condimento preferito di Chicago

Tutti comprendono il rischio di consegnare un ketchup di Chicago, quindi qual è il condimento giusto da passare? Questo è facile. Giardiniera. (Dillo con me, "jar-din-air-ah.") È il condimento per eccellenza di Chicago, sfacciato e chiassoso come la città stessa.

Questo mix infuocato contiene una combinazione di peperoncini sottaceto, sedano, cavolfiore, carote e olive immerse nell'olio. Come un punto esclamativo commestibile, la giardiniera aggiunge calore istantaneo, croccantezza e acido a molti dei cibi iconici della nostra città, tra cui manzo italiano, sottomarini italiani e pizza profonda. È presente anche quando non te lo aspetti. Hai mai chiesto peperoncini piccanti su un panino da Potbelly? Questa è giardiniera.

Certamente, nessun altro posto negli Stati Uniti si prende cura della giardiniera quanto noi. Esiste in ogni quartiere, con più marchi che si contendono lo spazio sugli scaffali nei negozi di alimentari e molti chioschi di fast food che mescolano i propri lotti. Quando stava crescendo a Chicago, la giardiniera era una presenza costante, afferma Jimmy Shay, ora responsabile del reparto carne del mercato Local Foods nel Clybourn Corridor. "Ogni domenica portavamo in tavola gli stessi piatti: una pagnotta, un pezzo di formaggio e un vasetto di giardiniera".

Oggi al mercato fa la sua giardiniera. "Porta molte cose in tavola: acido, sale e freschezza", dice.

Al di fuori dell'area di Chicago, la giardiniera passa dall'essenziale all'eccezione piuttosto rapidamente. Lo chef Paul Virant, del Vie Restaurant nella periferia di Western Springs, che ha incluso una ricetta per la giardiniera nel suo libro del 2012, "The Preservation Kitchen", afferma di non conoscere il piatto fino a quando non si è trasferito a Chicago. "Essendo di St. Louis, non hai visto la giardiniera", dice.

Per quanto importante sia qui, la giardiniera non è stata inventata a Chicago. Ha origine in Italia, dove significa sottaceti misti. Giardiniera è anche il nome di una giardiniera, che è utile in quanto allude alle verdure nel mix. Secondo Jim Graziano, proprietario di J.P. Graziano Grocery Co., un'azienda italiana di importazione che opera nel West Loop dal 1937, la giardiniera è il modo italiano di conservare le verdure dell'orto. "Questa è la cosa principale", dice Graziano. "Era rigorosamente per proteggere le verdure per l'inverno."

Quasi tutti gli italiani conoscono la giardiniera, afferma Domenica Marchetti, autrice di "Preserving Italy", un libro sull'inscatolamento e la conservazione. "Vai in un negozio di alimentari in Italia e troverai tutti i tipi sugli scaffali", dice.

Sebbene impossibile conoscere la data esatta, la giardiniera è senza dubbio comparsa a Chicago insieme all'ondata di immigrazione italiana che è arrivata in città alla fine del XIX secolo.

Questo è il periodo in cui ha aperto V. Formusa Co., produttore del marchio di giardiniera più venduto, Marconi. Secondo il direttore generale Jeff Johnson, l'azienda è stata fondata nel 1898 da Vincent Formusa, un immigrato di Termini Imerese, in Sicilia. "All'inizio importava petrolio e prodotti italiani", dice Johnson. "Poi si è avvicinato al metodo siciliano di conservare le verdure sott'olio." Sebbene Johnson non affermi che la sua azienda sia stata la prima a vendere giardiniera a Chicago, crede che l'azienda sia in "forte contesa almeno per renderla popolare". V. Formusa realizza giardiniera con diversi marchi e realizza anche tutta la giardiniera per la filiera del Portillo.

Ma la giardiniera di Chicago non è l'immagine speculare di ciò che troverete nella maggior parte dell'Italia. Lì, le verdure vengono tagliate in pezzi più grandi e in genere inscatolate con aceto anziché olio. (Se incontri giardiniera in altre parti d'America, ha molto più in comune con la versione italiana.) "Ho cercato tra i miei libri e non vedo niente di simile alla giardiniera in stile Chicago in Italia," dice Marchetti. "Molte regioni diverse lo fanno, (quindi) dovresti davvero viaggiare in tutto (il paese) prima di poter dire inequivocabilmente che non c'è niente di simile. Ma personalmente non l'ho visto." Johnson, invece, definisce la giardiniera con l'aceto un "metodo dell'Italia settentrionale" e dice che in Sicilia si usa l'olio.

L'uso dell'aceto rispetto all'olio fa un'enorme differenza nel prodotto finito. "Quando è confezionato nell'aceto, è una cosa da antipasti", dice Graziano, meglio servito con affettati, olive o formaggio. Graziano pensa alla giardiniera in stile Chicago più come un condimento.

Anche la giardiniera in stile Chicago viene solitamente messa in salamoia più a lungo. Secondo Shay di Local Foods, preparare la giardiniera in stile Chicago è un processo in due fasi. "Per prima cosa, metti in salamoia le verdure", dice. Quindi, "scolare tutto, e poi coprire (le verdure) con olio". Shay lascia marinare le verdure per due settimane prima di gettarle nell'olio, dove le lascia in infusione per altre due settimane.

Poiché nessun condimento regge da solo, la giardiniera aveva bisogno di un complice prima di potersi catapultare alla fama qui. Ha trovato casa come condimento per il manzo italiano, il classico sandwich Chicago di roast beef a fette sottili che viene spesso servito con i suoi succhi di torrefazione (o jus). "È l'accompagnamento perfetto per la carne italiana", afferma Shay. "Quella luminosità e acidità tagliano davvero tutto."

Proprio come la versione italiana, la giardinera in stile Chicago non ha una ricetta prestabilita, lasciando ogni proprietario di un chiosco di manzo italiano con la propria opinione su ciò che va nel mix. I due stand più acclamati dalla critica, Al's #1 Italian Beef a Little Italy e Johnnie's Beef nella periferia di Elmwood Park, offrono versioni radicalmente diverse. Al's #1 serve un mix di sedano e peperoni, con solo alcuni fiocchi di peperoncino rosso per il calore. Johnnie's Beef va per una versione molto più abbondante, aggiungendo carote, cavolfiori e peperoni sportivi.

La giardiniera a marchio della casa di J.P. Graziano include olive, l'unica aggiunta controversa per i puristi della giardiniera. Come ammette prontamente Jim Graziano, le olive crescono sugli alberi, non in un giardino, ma ama il sapore che aggiungono al barattolo. La ricetta del negozio risale almeno agli anni '50, quando una donna di nome Deanna realizzava tutta la giardiniera nella sua casa di Cicerone. "Ha fatto grandi lotti nel suo seminterrato", dice Graziano, osservando che i regolamenti all'epoca erano "ridicolamente permissivi". J.P. Graziano ha continuato ad acquistare la giardiniera della donna fino a quando non è andata in pensione a metà degli anni '90 e ha venduto la ricetta a un'altra azienda. "Hanno iniziato a usare le olive affettate per risparmiare", dice Graziano. "Ha reso l'intero barattolo il sapore delle olive." Così la famiglia Graziano ha acquistato la ricetta e ora fa realizzare la giardiniera secondo le specifiche originali da un'azienda di Ripon, Wisconsin.

Mentre la carne di manzo italiana ha contribuito a diffondere il vangelo della giardiniera, la gente alla fine ha iniziato a metterla su altri cibi. Johnson, il manager di V. Formusa, dice che non c'è niente "di meglio di un tuffo di manzo con giardiniera", ma gli piace anche su altri piatti, incluso un semplice piatto di uova strapazzate. "Funziona su tutto", dice. "Non si tratta nemmeno della spezia. Quell'olio tiene tutto insieme."

"Lo adoro su secondi e pizza", dice Virant, lo chef Vie, "ma uno dei miei preferiti, soprattutto se non ho tempo per mettere insieme qualcosa, è prendere un pesce in scatola come aringhe o sardine, apri il barattolo, aggiungi un po' di giardiniera e poi mescola con lattuga, pomodori e cipolle. Ecco fatto."

Una cosa su cui tutti quelli con cui ho parlato sono d'accordo è che la giardiniera sta diventando sempre più popolare. Le aziende con cui ho parlato non disponevano di dati esatti sulle vendite nel corso degli anni, ma affermano che i numeri sono aumentati notevolmente nell'ultimo decennio.

"Le persone in altre città ne vanno matte, perché non hanno avuto niente di simile.

"Negli ultimi 10 anni, si è passati da un prodotto di nicchia a Chicago a uno nazionale", afferma Jeff Johnson, il quale stima che V. Formusa venda circa un milione di libbre di giardiniera all'anno. "Prima abbiamo visto una crescita nell'area meridionale di Chicago, e ora stiamo davvero crescendo in tutto il paese".

Potbelly consuma centinaia di tonnellate di giardiniera all'anno, stima Lori Haughey, vicepresidente dell'azienda (anche se, ancora una volta, la catena si riferisce al condimento come peperoncino). "Vendiamo (i nostri peperoncini) al barattolo da 16 once e al cucchiaio nei panini", afferma Haughey. Per celebrare il suo 40° anniversario, Potbelly sta vendendo le patatine al gusto di peperoncino di Zapp proprio ora.

Sebbene Jim Graziano gestisca un'attività molto più piccola, afferma che negli ultimi anni le vendite della giardiniera hanno rappresentato l'80% dei suoi ordini fuori città. Crede che quando i locali si allontanano dalla zona, sono sorpresi di non riuscire a trovare facilmente il condimento, quindi ne ricevono un po'. Queste persone, a loro volta, espongono gli altri alla giardiniera in stile Chicago.

"La gente in altre città ne va matta, perché non hanno avuto niente di simile", dice.


Come la giardiniera ha attraversato un oceano per diventare il condimento preferito di Chicago

Tutti comprendono il rischio di consegnare un ketchup di Chicago, quindi qual è il condimento giusto da passare? Questo è facile. Giardiniera. (Dillo con me, "jar-din-air-ah.") È il condimento per eccellenza di Chicago, sfacciato e chiassoso come la città stessa.

Questo mix infuocato contiene una combinazione di peperoncini sottaceto, sedano, cavolfiore, carote e olive immerse nell'olio. Come un punto esclamativo commestibile, la giardiniera aggiunge calore istantaneo, croccantezza e acido a molti dei cibi iconici della nostra città, tra cui manzo italiano, sottomarini italiani e pizza profonda. È presente anche quando non te lo aspetti. Hai mai chiesto peperoncini piccanti su un panino da Potbelly? Questa è giardiniera.

Certamente, nessun altro posto negli Stati Uniti si prende cura della giardiniera quanto noi. Esiste in ogni quartiere, con più marchi che si contendono lo spazio sugli scaffali nei negozi di alimentari e molti chioschi di fast food che mescolano i propri lotti. Quando stava crescendo a Chicago, la giardiniera era una presenza costante, afferma Jimmy Shay, ora responsabile del reparto carne del mercato Local Foods nel Clybourn Corridor. "Ogni domenica portavamo in tavola gli stessi piatti: una pagnotta, un pezzo di formaggio e un vasetto di giardiniera".

Oggi al mercato fa la sua giardiniera. "Porta molte cose in tavola: acido, sale e freschezza", dice.

Al di fuori dell'area di Chicago, la giardiniera passa dall'essenziale all'eccezione piuttosto rapidamente. Lo chef Paul Virant, del Vie Restaurant nella periferia di Western Springs, che ha incluso una ricetta per la giardiniera nel suo libro del 2012, "The Preservation Kitchen", afferma di non conoscere il piatto fino a quando non si è trasferito a Chicago. "Essendo di St. Louis, non hai visto la giardiniera", dice.

Per quanto importante sia qui, la giardiniera non è stata inventata a Chicago. Ha origine in Italia, dove significa sottaceti misti. Giardiniera è anche il nome di una giardiniera, che è utile in quanto allude alle verdure nel mix. Secondo Jim Graziano, proprietario di J.P. Graziano Grocery Co., un'azienda italiana di importazione che opera nel West Loop dal 1937, la giardiniera è il modo italiano di conservare le verdure dell'orto. "Questa è la cosa principale", dice Graziano. "Era rigorosamente per proteggere le verdure per l'inverno."

Quasi tutti gli italiani conoscono la giardiniera, afferma Domenica Marchetti, autrice di "Preserving Italy", un libro sull'inscatolamento e la conservazione. "Vai in un negozio di alimentari in Italia e troverai tutti i tipi sugli scaffali", dice.

Sebbene impossibile conoscere la data esatta, la giardiniera è senza dubbio comparsa a Chicago insieme all'ondata di immigrazione italiana che è arrivata in città alla fine del XIX secolo.

Questo è il periodo in cui ha aperto V. Formusa Co., produttore del marchio di giardiniera più venduto, Marconi. Secondo il direttore generale Jeff Johnson, l'azienda è stata fondata nel 1898 da Vincent Formusa, un immigrato di Termini Imerese, in Sicilia. "All'inizio importava petrolio e prodotti italiani", dice Johnson. "Poi si è avvicinato al metodo siciliano di conservare le verdure sott'olio." Sebbene Johnson non affermi che la sua azienda sia stata la prima a vendere giardiniera a Chicago, crede che l'azienda sia in "forte contesa almeno per renderla popolare". V. Formusa realizza giardiniera con diversi marchi e realizza anche tutta la giardiniera per la filiera del Portillo.

Ma la giardiniera di Chicago non è l'immagine speculare di ciò che troverete nella maggior parte dell'Italia. Lì, le verdure vengono tagliate in pezzi più grandi e in genere inscatolate con aceto anziché olio. (Se incontri giardiniera in altre parti d'America, ha molto più in comune con la versione italiana.) "Ho cercato tra i miei libri e non vedo niente di simile alla giardiniera in stile Chicago in Italia," dice Marchetti. "Molte regioni diverse lo fanno, (quindi) dovresti davvero viaggiare in tutto (il paese) prima di poter dire inequivocabilmente che non c'è niente di simile. Ma personalmente non l'ho visto." Johnson, invece, definisce la giardiniera con l'aceto un "metodo dell'Italia settentrionale" e dice che in Sicilia si usa l'olio.

L'uso dell'aceto rispetto all'olio fa un'enorme differenza nel prodotto finito. "Quando è confezionato nell'aceto, è una cosa da antipasti", dice Graziano, meglio servito con affettati, olive o formaggio. Graziano pensa alla giardiniera in stile Chicago più come un condimento.

Anche la giardiniera in stile Chicago viene solitamente messa in salamoia più a lungo. Secondo Shay di Local Foods, preparare la giardiniera in stile Chicago è un processo in due fasi. "Per prima cosa, metti in salamoia le verdure", dice. Quindi, "scolare tutto, e poi coprire (le verdure) con olio". Shay lascia marinare le verdure per due settimane prima di gettarle nell'olio, dove le lascia in infusione per altre due settimane.

Poiché nessun condimento regge da solo, la giardiniera aveva bisogno di un complice prima di potersi catapultare alla fama qui. Ha trovato casa come condimento per il manzo italiano, il classico sandwich Chicago di roast beef a fette sottili che viene spesso servito con i suoi succhi di torrefazione (o jus). "È l'accompagnamento perfetto per la carne italiana", afferma Shay. "Quella luminosità e acidità tagliano davvero tutto."

Proprio come la versione italiana, la giardinera in stile Chicago non ha una ricetta prestabilita, lasciando ogni proprietario di un chiosco di manzo italiano con la propria opinione su ciò che va nel mix. I due stand più acclamati dalla critica, Al's #1 Italian Beef a Little Italy e Johnnie's Beef nella periferia di Elmwood Park, offrono versioni radicalmente diverse. Al's #1 serve un mix di sedano e peperoni, con solo alcuni fiocchi di peperoncino rosso per il calore. Johnnie's Beef va per una versione molto più abbondante, aggiungendo carote, cavolfiori e peperoni sportivi.

La giardiniera a marchio della casa di J.P. Graziano include olive, l'unica aggiunta controversa per i puristi della giardiniera. Come ammette prontamente Jim Graziano, le olive crescono sugli alberi, non in un giardino, ma ama il sapore che aggiungono al barattolo. La ricetta del negozio risale almeno agli anni '50, quando una donna di nome Deanna realizzava tutta la giardiniera nella sua casa di Cicerone. "Ha fatto grandi lotti nel suo seminterrato", dice Graziano, osservando che i regolamenti all'epoca erano "ridicolamente permissivi". J.P. Graziano ha continuato ad acquistare la giardiniera della donna fino a quando non è andata in pensione a metà degli anni '90 e ha venduto la ricetta a un'altra azienda. "Hanno iniziato a usare le olive affettate per risparmiare", dice Graziano. "Ha reso l'intero barattolo il sapore delle olive." Così la famiglia Graziano ha acquistato la ricetta e ora fa realizzare la giardiniera secondo le specifiche originali da un'azienda di Ripon, Wisconsin.

Mentre la carne di manzo italiana ha contribuito a diffondere il vangelo della giardiniera, la gente alla fine ha iniziato a metterla su altri cibi. Johnson, il manager di V. Formusa, dice che non c'è niente "di meglio di un tuffo di manzo con giardiniera", ma gli piace anche su altri piatti, incluso un semplice piatto di uova strapazzate. "Funziona su tutto", dice. "Non si tratta nemmeno della spezia. Quell'olio tiene tutto insieme."

"Lo adoro su secondi e pizza", dice Virant, lo chef Vie, "ma uno dei miei preferiti, soprattutto se non ho tempo per mettere insieme qualcosa, è prendere un pesce in scatola come aringhe o sardine, apri il barattolo, aggiungi un po' di giardiniera e poi mescola con lattuga, pomodori e cipolle. Ecco fatto."

Una cosa su cui tutti quelli con cui ho parlato sono d'accordo è che la giardiniera sta diventando sempre più popolare. Le aziende con cui ho parlato non disponevano di dati esatti sulle vendite nel corso degli anni, ma affermano che i numeri sono aumentati notevolmente nell'ultimo decennio.

"Le persone in altre città ne vanno matte, perché non hanno avuto niente di simile.

"Negli ultimi 10 anni, si è passati da un prodotto di nicchia a Chicago a uno nazionale", afferma Jeff Johnson, il quale stima che V. Formusa venda circa un milione di libbre di giardiniera all'anno. "Prima abbiamo visto una crescita nell'area meridionale di Chicago, e ora stiamo davvero crescendo in tutto il paese".

Potbelly consuma centinaia di tonnellate di giardiniera all'anno, stima Lori Haughey, vicepresidente dell'azienda (anche se, ancora una volta, la catena si riferisce al condimento come peperoncino). "Vendiamo (i nostri peperoncini) al barattolo da 16 once e al cucchiaio nei panini", afferma Haughey. Per celebrare il suo 40° anniversario, Potbelly sta vendendo le patatine al gusto di peperoncino di Zapp proprio ora.

Sebbene Jim Graziano gestisca un'attività molto più piccola, afferma che negli ultimi anni le vendite della giardiniera hanno rappresentato l'80% dei suoi ordini fuori città. Crede che quando i locali si allontanano dalla zona, sono sorpresi di non riuscire a trovare facilmente il condimento, quindi ne ricevono un po'. Queste persone, a loro volta, espongono gli altri alla giardiniera in stile Chicago.

"La gente in altre città ne va matta, perché non hanno avuto niente di simile", dice.


Come la giardiniera ha attraversato un oceano per diventare il condimento preferito di Chicago

Tutti comprendono il rischio di consegnare un ketchup di Chicago, quindi qual è il condimento giusto da passare? Questo è facile. Giardiniera. (Dillo con me, "jar-din-air-ah.") È il condimento per eccellenza di Chicago, sfacciato e chiassoso come la città stessa.

Questo mix infuocato contiene una combinazione di peperoncini sottaceto, sedano, cavolfiore, carote e olive immerse nell'olio. Come un punto esclamativo commestibile, la giardiniera aggiunge calore istantaneo, croccantezza e acido a molti dei cibi iconici della nostra città, tra cui manzo italiano, sottomarini italiani e pizza profonda. È presente anche quando non te lo aspetti. Hai mai chiesto peperoncini piccanti su un panino da Potbelly? Questa è giardiniera.

Certamente, nessun altro posto negli Stati Uniti si prende cura della giardiniera quanto noi. Esiste in ogni quartiere, con più marchi che si contendono lo spazio sugli scaffali nei negozi di alimentari e molti chioschi di fast food che mescolano i propri lotti. Quando stava crescendo a Chicago, la giardiniera era una presenza costante, afferma Jimmy Shay, ora responsabile del reparto carne del mercato Local Foods nel Clybourn Corridor. "Ogni domenica portavamo in tavola gli stessi piatti: una pagnotta, un pezzo di formaggio e un vasetto di giardiniera".

Oggi al mercato fa la sua giardiniera. "Porta molte cose in tavola: acido, sale e freschezza", dice.

Al di fuori dell'area di Chicago, la giardiniera passa dall'essenziale all'eccezione piuttosto rapidamente. Lo chef Paul Virant, del Vie Restaurant nella periferia di Western Springs, che ha incluso una ricetta per la giardiniera nel suo libro del 2012, "The Preservation Kitchen", afferma di non conoscere il piatto fino a quando non si è trasferito a Chicago. "Essendo di St. Louis, non hai visto la giardiniera", dice.

Per quanto importante sia qui, la giardiniera non è stata inventata a Chicago. Ha origine in Italia, dove significa sottaceti misti. Giardiniera è anche il nome di una giardiniera, che è utile in quanto allude alle verdure nel mix. Secondo Jim Graziano, proprietario di J.P. Graziano Grocery Co., un'azienda italiana di importazione che opera nel West Loop dal 1937, la giardiniera è il modo italiano di conservare le verdure dell'orto. "Questa è la cosa principale", dice Graziano. "Era rigorosamente per proteggere le verdure per l'inverno."

Quasi tutti gli italiani conoscono la giardiniera, afferma Domenica Marchetti, autrice di "Preserving Italy", un libro sull'inscatolamento e la conservazione. "Vai in un negozio di alimentari in Italia e troverai tutti i tipi sugli scaffali", dice.

Sebbene impossibile conoscere la data esatta, la giardiniera è senza dubbio comparsa a Chicago insieme all'ondata di immigrazione italiana che è arrivata in città alla fine del XIX secolo.

Questo è il periodo in cui ha aperto V. Formusa Co., produttore del marchio di giardiniera più venduto, Marconi. Secondo il direttore generale Jeff Johnson, l'azienda è stata fondata nel 1898 da Vincent Formusa, un immigrato di Termini Imerese, in Sicilia. "All'inizio importava petrolio e prodotti italiani", dice Johnson. "Poi si è avvicinato al metodo siciliano di conservare le verdure sott'olio." Sebbene Johnson non affermi che la sua azienda sia stata la prima a vendere giardiniera a Chicago, crede che l'azienda sia in "forte contesa almeno per renderla popolare". V. Formusa realizza giardiniera con diversi marchi e realizza anche tutta la giardiniera per la filiera del Portillo.

Ma la giardiniera di Chicago non è l'immagine speculare di ciò che troverete nella maggior parte dell'Italia. Lì, le verdure vengono tagliate in pezzi più grandi e in genere inscatolate con aceto anziché olio. (Se incontri giardiniera in altre parti d'America, ha molto più in comune con la versione italiana.) "Ho cercato tra i miei libri e non vedo niente di simile alla giardiniera in stile Chicago in Italia," dice Marchetti. "Molte regioni diverse lo fanno, (quindi) dovresti davvero viaggiare in tutto (il paese) prima di poter dire inequivocabilmente che non c'è niente di simile. Ma personalmente non l'ho visto." Johnson, invece, definisce la giardiniera con l'aceto un "metodo dell'Italia settentrionale" e dice che in Sicilia si usa l'olio.

L'uso dell'aceto rispetto all'olio fa un'enorme differenza nel prodotto finito. "Quando è confezionato nell'aceto, è una cosa da antipasti", dice Graziano, meglio servito con affettati, olive o formaggio. Graziano pensa alla giardiniera in stile Chicago più come un condimento.

Anche la giardiniera in stile Chicago viene solitamente messa in salamoia più a lungo. Secondo Shay di Local Foods, preparare la giardiniera in stile Chicago è un processo in due fasi. "Per prima cosa, metti in salamoia le verdure", dice. Quindi, "scolare tutto, e poi coprire (le verdure) con olio". Shay lascia marinare le verdure per due settimane prima di gettarle nell'olio, dove le lascia in infusione per altre due settimane.

Poiché nessun condimento regge da solo, la giardiniera aveva bisogno di un complice prima di potersi catapultare alla fama qui. Ha trovato casa come condimento per il manzo italiano, il classico sandwich Chicago di roast beef a fette sottili che viene spesso servito con i suoi succhi di torrefazione (o jus). "È l'accompagnamento perfetto per la carne italiana", afferma Shay. "Quella luminosità e acidità tagliano davvero tutto."

Proprio come la versione italiana, la giardinera in stile Chicago non ha una ricetta prestabilita, lasciando ogni proprietario di un chiosco di manzo italiano con la propria opinione su ciò che va nel mix. I due stand più acclamati dalla critica, Al's #1 Italian Beef a Little Italy e Johnnie's Beef nella periferia di Elmwood Park, offrono versioni radicalmente diverse. Al's #1 serve un mix di sedano e peperoni, con solo alcuni fiocchi di peperoncino rosso per il calore. Johnnie's Beef va per una versione molto più abbondante, aggiungendo carote, cavolfiori e peperoni sportivi.

La giardiniera a marchio della casa di J.P. Graziano include olive, l'unica aggiunta controversa per i puristi della giardiniera. Come ammette prontamente Jim Graziano, le olive crescono sugli alberi, non in un giardino, ma ama il sapore che aggiungono al barattolo. La ricetta del negozio risale almeno agli anni '50, quando una donna di nome Deanna realizzava tutta la giardiniera nella sua casa di Cicerone. "Ha fatto grandi lotti nel suo seminterrato", dice Graziano, osservando che i regolamenti all'epoca erano "ridicolamente permissivi". J.P. Graziano ha continuato ad acquistare la giardiniera della donna fino a quando non è andata in pensione a metà degli anni '90 e ha venduto la ricetta a un'altra azienda. "Hanno iniziato a usare le olive affettate per risparmiare", dice Graziano. "Ha reso l'intero barattolo il sapore delle olive." Così la famiglia Graziano ha acquistato la ricetta e ora fa realizzare la giardiniera secondo le specifiche originali da un'azienda di Ripon, Wisconsin.

Mentre la carne di manzo italiana ha contribuito a diffondere il vangelo della giardiniera, la gente alla fine ha iniziato a metterla su altri cibi. Johnson, il manager di V. Formusa, dice che non c'è niente "di meglio di un tuffo di manzo con giardiniera", ma gli piace anche su altri piatti, incluso un semplice piatto di uova strapazzate. "Funziona su tutto", dice. "Non si tratta nemmeno della spezia. Quell'olio tiene tutto insieme."

"Lo adoro su secondi e pizza", dice Virant, lo chef Vie, "ma uno dei miei preferiti, soprattutto se non ho tempo per mettere insieme qualcosa, è prendere un pesce in scatola come aringhe o sardine, apri il barattolo, aggiungi un po' di giardiniera e poi mescola con lattuga, pomodori e cipolle. Ecco fatto."

Una cosa su cui tutti quelli con cui ho parlato sono d'accordo è che la giardiniera sta diventando sempre più popolare. Le aziende con cui ho parlato non disponevano di dati esatti sulle vendite nel corso degli anni, ma affermano che i numeri sono aumentati notevolmente nell'ultimo decennio.

"Le persone in altre città ne vanno matte, perché non hanno avuto niente di simile.

"Negli ultimi 10 anni, si è passati da un prodotto di nicchia a Chicago a uno nazionale", afferma Jeff Johnson, il quale stima che V. Formusa venda circa un milione di libbre di giardiniera all'anno. "Prima abbiamo visto una crescita nell'area meridionale di Chicago, e ora stiamo davvero crescendo in tutto il paese".

Potbelly consuma centinaia di tonnellate di giardiniera all'anno, stima Lori Haughey, vicepresidente dell'azienda (anche se, ancora una volta, la catena si riferisce al condimento come peperoncino). "Vendiamo (i nostri peperoncini) al barattolo da 16 once e al cucchiaio nei panini", afferma Haughey. Per celebrare il suo 40° anniversario, Potbelly sta vendendo le patatine al gusto di peperoncino di Zapp proprio ora.

Sebbene Jim Graziano gestisca un'attività molto più piccola, afferma che negli ultimi anni le vendite della giardiniera hanno rappresentato l'80% dei suoi ordini fuori città. Crede che quando i locali si allontanano dalla zona, sono sorpresi di non riuscire a trovare facilmente il condimento, quindi ne ricevono un po'. Queste persone, a loro volta, espongono gli altri alla giardiniera in stile Chicago.

"La gente in altre città ne va matta, perché non hanno avuto niente di simile", dice.


Come la giardiniera ha attraversato un oceano per diventare il condimento preferito di Chicago

Tutti comprendono il rischio di consegnare un ketchup di Chicago, quindi qual è il condimento giusto da passare? Questo è facile. Giardiniera. (Dillo con me, "jar-din-air-ah.") È il condimento per eccellenza di Chicago, sfacciato e chiassoso come la città stessa.

Questo mix infuocato contiene una combinazione di peperoncini sottaceto, sedano, cavolfiore, carote e olive immerse nell'olio. Come un punto esclamativo commestibile, la giardiniera aggiunge calore istantaneo, croccantezza e acido a molti dei cibi iconici della nostra città, tra cui manzo italiano, sottomarini italiani e pizza profonda. È presente anche quando non te lo aspetti. Hai mai chiesto peperoncini piccanti su un panino da Potbelly? Questa è giardiniera.

Certamente, nessun altro posto negli Stati Uniti si prende cura della giardiniera quanto noi. Esiste in ogni quartiere, con più marchi che si contendono lo spazio sugli scaffali nei negozi di alimentari e molti chioschi di fast food che mescolano i propri lotti. Quando stava crescendo a Chicago, la giardiniera era una presenza costante, afferma Jimmy Shay, ora responsabile del reparto carne del mercato Local Foods nel Clybourn Corridor. "Ogni domenica portavamo in tavola gli stessi piatti: una pagnotta, un pezzo di formaggio e un vasetto di giardiniera".

Oggi al mercato fa la sua giardiniera. "Porta molte cose in tavola: acido, sale e freschezza", dice.

Al di fuori dell'area di Chicago, la giardiniera passa dall'essenziale all'eccezione piuttosto rapidamente. Lo chef Paul Virant, del Vie Restaurant nella periferia di Western Springs, che ha incluso una ricetta per la giardiniera nel suo libro del 2012, "The Preservation Kitchen", afferma di non conoscere il piatto fino a quando non si è trasferito a Chicago. "Essendo di St. Louis, non hai visto la giardiniera", dice.

Per quanto importante sia qui, la giardiniera non è stata inventata a Chicago. Ha origine in Italia, dove significa sottaceti misti. Giardiniera è anche il nome di una giardiniera, che è utile in quanto allude alle verdure nel mix. Secondo Jim Graziano, proprietario di J.P. Graziano Grocery Co., un'azienda italiana di importazione che opera nel West Loop dal 1937, la giardiniera è il modo italiano di conservare le verdure dell'orto. "Questa è la cosa principale", dice Graziano. "Era rigorosamente per proteggere le verdure per l'inverno."

Quasi tutti gli italiani conoscono la giardiniera, afferma Domenica Marchetti, autrice di "Preserving Italy", un libro sull'inscatolamento e la conservazione. "Vai in un negozio di alimentari in Italia e troverai tutti i tipi sugli scaffali", dice.

Sebbene impossibile conoscere la data esatta, la giardiniera è senza dubbio comparsa a Chicago insieme all'ondata di immigrazione italiana che è arrivata in città alla fine del XIX secolo.

Questo è il periodo in cui ha aperto V. Formusa Co., produttore del marchio di giardiniera più venduto, Marconi. Secondo il direttore generale Jeff Johnson, l'azienda è stata fondata nel 1898 da Vincent Formusa, un immigrato di Termini Imerese, in Sicilia. "All'inizio importava petrolio e prodotti italiani", dice Johnson. "Poi si è avvicinato al metodo siciliano di conservare le verdure sott'olio." Sebbene Johnson non affermi che la sua azienda sia stata la prima a vendere giardiniera a Chicago, crede che l'azienda sia in "forte contesa almeno per renderla popolare". V. Formusa realizza giardiniera con diversi marchi e realizza anche tutta la giardiniera per la filiera del Portillo.

Ma la giardiniera di Chicago non è l'immagine speculare di ciò che troverete nella maggior parte dell'Italia. Lì, le verdure vengono tagliate in pezzi più grandi e in genere inscatolate con aceto anziché olio. (Se incontri giardiniera in altre parti d'America, ha molto più in comune con la versione italiana.) "Ho cercato tra i miei libri e non vedo niente di simile alla giardiniera in stile Chicago in Italia," dice Marchetti. "Molte regioni diverse lo fanno, (quindi) dovresti davvero viaggiare in tutto (il paese) prima di poter dire inequivocabilmente che non c'è niente di simile. Ma personalmente non l'ho visto." Johnson, invece, definisce la giardiniera con l'aceto un "metodo dell'Italia settentrionale" e dice che in Sicilia si usa l'olio.

L'uso dell'aceto rispetto all'olio fa un'enorme differenza nel prodotto finito. "Quando è confezionato nell'aceto, è una cosa da antipasti", dice Graziano, meglio servito con affettati, olive o formaggio. Graziano pensa alla giardiniera in stile Chicago più come un condimento.

Anche la giardiniera in stile Chicago viene solitamente messa in salamoia più a lungo. Secondo Shay di Local Foods, preparare la giardiniera in stile Chicago è un processo in due fasi. "Per prima cosa, metti in salamoia le verdure", dice. Quindi, "scolare tutto, e poi coprire (le verdure) con olio". Shay lascia marinare le verdure per due settimane prima di gettarle nell'olio, dove le lascia in infusione per altre due settimane.

Poiché nessun condimento regge da solo, la giardiniera aveva bisogno di un complice prima di potersi catapultare alla fama qui. Ha trovato casa come condimento per il manzo italiano, il classico sandwich Chicago di roast beef a fette sottili che viene spesso servito con i suoi succhi di torrefazione (o jus). "È l'accompagnamento perfetto per la carne italiana", afferma Shay. "Quella luminosità e acidità tagliano davvero tutto."

Proprio come la versione italiana, la giardinera in stile Chicago non ha una ricetta prestabilita, lasciando ogni proprietario di un chiosco di manzo italiano con la propria opinione su ciò che va nel mix. I due stand più acclamati dalla critica, Al's #1 Italian Beef a Little Italy e Johnnie's Beef nella periferia di Elmwood Park, offrono versioni radicalmente diverse. Al's #1 serve un mix di sedano e peperoni, con solo alcuni fiocchi di peperoncino rosso per il calore. Johnnie's Beef va per una versione molto più abbondante, aggiungendo carote, cavolfiori e peperoni sportivi.

La giardiniera a marchio della casa di J.P. Graziano include olive, l'unica aggiunta controversa per i puristi della giardiniera. Come ammette prontamente Jim Graziano, le olive crescono sugli alberi, non in un giardino, ma ama il sapore che aggiungono al barattolo. La ricetta del negozio risale almeno agli anni '50, quando una donna di nome Deanna realizzava tutta la giardiniera nella sua casa di Cicerone. "Ha fatto grandi lotti nel suo seminterrato", dice Graziano, osservando che i regolamenti all'epoca erano "ridicolamente permissivi". J.P. Graziano ha continuato ad acquistare la giardiniera della donna fino a quando non è andata in pensione a metà degli anni '90 e ha venduto la ricetta a un'altra azienda. "Hanno iniziato a usare le olive affettate per risparmiare", dice Graziano. "Ha reso l'intero barattolo il sapore delle olive." Così la famiglia Graziano ha acquistato la ricetta e ora fa realizzare la giardiniera secondo le specifiche originali da un'azienda di Ripon, Wisconsin.

Mentre la carne di manzo italiana ha contribuito a diffondere il vangelo della giardiniera, la gente alla fine ha iniziato a metterla su altri cibi. Johnson, il manager di V. Formusa, dice che non c'è niente "di meglio di un tuffo di manzo con giardiniera", ma gli piace anche su altri piatti, incluso un semplice piatto di uova strapazzate. "Funziona su tutto", dice. "Non si tratta nemmeno della spezia. Quell'olio tiene tutto insieme."

"Lo adoro su secondi e pizza", dice Virant, lo chef Vie, "ma uno dei miei preferiti, soprattutto se non ho tempo per mettere insieme qualcosa, è prendere un pesce in scatola come aringhe o sardine, apri il barattolo, aggiungi un po' di giardiniera e poi mescola con lattuga, pomodori e cipolle. Ecco fatto."

Una cosa su cui tutti quelli con cui ho parlato sono d'accordo è che la giardiniera sta diventando sempre più popolare. Le aziende con cui ho parlato non disponevano di dati esatti sulle vendite nel corso degli anni, ma affermano che i numeri sono aumentati notevolmente nell'ultimo decennio.

"Le persone in altre città ne vanno matte, perché non hanno avuto niente di simile.

"Negli ultimi 10 anni, si è passati da un prodotto di nicchia a Chicago a uno nazionale", afferma Jeff Johnson, il quale stima che V. Formusa venda circa un milione di libbre di giardiniera all'anno. "Prima abbiamo visto una crescita nell'area meridionale di Chicago, e ora stiamo davvero crescendo in tutto il paese".

Potbelly consuma centinaia di tonnellate di giardiniera all'anno, stima Lori Haughey, vicepresidente dell'azienda (anche se, ancora una volta, la catena si riferisce al condimento come peperoncino). "Vendiamo (i nostri peperoncini) al barattolo da 16 once e al cucchiaio nei panini", afferma Haughey. Per celebrare il suo 40° anniversario, Potbelly sta vendendo le patatine al gusto di peperoncino di Zapp proprio ora.

Sebbene Jim Graziano gestisca un'attività molto più piccola, afferma che negli ultimi anni le vendite della giardiniera hanno rappresentato l'80% dei suoi ordini fuori città. Crede che quando i locali si allontanano dalla zona, sono sorpresi di non riuscire a trovare facilmente il condimento, quindi ne ricevono un po'. Queste persone, a loro volta, espongono gli altri alla giardiniera in stile Chicago.

"La gente in altre città ne va matta, perché non hanno avuto niente di simile", dice.


Come la giardiniera ha attraversato un oceano per diventare il condimento preferito di Chicago

Tutti comprendono il rischio di consegnare un ketchup di Chicago, quindi qual è il condimento giusto da passare? Questo è facile. Giardiniera. (Dillo con me, "jar-din-air-ah.") È il condimento per eccellenza di Chicago, sfacciato e chiassoso come la città stessa.

Questo mix infuocato contiene una combinazione di peperoncini sottaceto, sedano, cavolfiore, carote e olive immerse nell'olio. Come un punto esclamativo commestibile, la giardiniera aggiunge calore istantaneo, croccantezza e acido a molti dei cibi iconici della nostra città, tra cui manzo italiano, sottomarini italiani e pizza profonda. È presente anche quando non te lo aspetti. Hai mai chiesto peperoncini piccanti su un panino da Potbelly? Questa è giardiniera.

Certamente, nessun altro posto negli Stati Uniti si prende cura della giardiniera quanto noi. Esiste in ogni quartiere, con più marchi che si contendono lo spazio sugli scaffali nei negozi di alimentari e molti chioschi di fast food che mescolano i propri lotti. Quando stava crescendo a Chicago, la giardiniera era una presenza costante, afferma Jimmy Shay, ora responsabile del reparto carne del mercato Local Foods nel Clybourn Corridor. "Ogni domenica portavamo in tavola gli stessi piatti: una pagnotta, un pezzo di formaggio e un vasetto di giardiniera".

Oggi al mercato fa la sua giardiniera. "Porta molte cose in tavola: acido, sale e freschezza", dice.

Al di fuori dell'area di Chicago, la giardiniera passa dall'essenziale all'eccezione piuttosto rapidamente. Lo chef Paul Virant, del Vie Restaurant nella periferia di Western Springs, che ha incluso una ricetta per la giardiniera nel suo libro del 2012, "The Preservation Kitchen", afferma di non conoscere il piatto fino a quando non si è trasferito a Chicago. "Essendo di St. Louis, non hai visto la giardiniera", dice.

Per quanto importante sia qui, la giardiniera non è stata inventata a Chicago. Ha origine in Italia, dove significa sottaceti misti. Giardiniera è anche il nome di una giardiniera, che è utile in quanto allude alle verdure nel mix. Secondo Jim Graziano, proprietario di J.P. Graziano Grocery Co., un'azienda italiana di importazione che opera nel West Loop dal 1937, la giardiniera è il modo italiano di conservare le verdure dell'orto. "Questa è la cosa principale", dice Graziano. "Era rigorosamente per proteggere le verdure per l'inverno."

Quasi tutti gli italiani conoscono la giardiniera, afferma Domenica Marchetti, autrice di "Preserving Italy", un libro sull'inscatolamento e la conservazione. "Vai in un negozio di alimentari in Italia e troverai tutti i tipi sugli scaffali", dice.

Sebbene impossibile conoscere la data esatta, la giardiniera è senza dubbio comparsa a Chicago insieme all'ondata di immigrazione italiana che è arrivata in città alla fine del XIX secolo.

Questo è il periodo in cui ha aperto V. Formusa Co., produttore del marchio di giardiniera più venduto, Marconi. Secondo il direttore generale Jeff Johnson, l'azienda è stata fondata nel 1898 da Vincent Formusa, un immigrato di Termini Imerese, in Sicilia. "All'inizio importava petrolio e prodotti italiani", dice Johnson. "Poi si è avvicinato al metodo siciliano di conservare le verdure sott'olio." Sebbene Johnson non affermi che la sua azienda sia stata la prima a vendere giardiniera a Chicago, crede che l'azienda sia in "forte contesa almeno per renderla popolare". V. Formusa realizza giardiniera con diversi marchi e realizza anche tutta la giardiniera per la filiera del Portillo.

Ma la giardiniera di Chicago non è l'immagine speculare di ciò che troverete nella maggior parte dell'Italia. Lì, le verdure vengono tagliate in pezzi più grandi e in genere inscatolate con aceto anziché olio. (Se incontri giardiniera in altre parti d'America, ha molto più in comune con la versione italiana.) "Ho cercato tra i miei libri e non vedo niente di simile alla giardiniera in stile Chicago in Italia," dice Marchetti. "Molte regioni diverse lo fanno, (quindi) dovresti davvero viaggiare in tutto (il paese) prima di poter dire inequivocabilmente che non c'è niente di simile. Ma personalmente non l'ho visto." Johnson, invece, definisce la giardiniera con l'aceto un "metodo dell'Italia settentrionale" e dice che in Sicilia si usa l'olio.

L'uso dell'aceto rispetto all'olio fa un'enorme differenza nel prodotto finito. "Quando è confezionato nell'aceto, è una cosa da antipasti", dice Graziano, meglio servito con affettati, olive o formaggio. Graziano pensa alla giardiniera in stile Chicago più come un condimento.

Anche la giardiniera in stile Chicago viene solitamente messa in salamoia più a lungo. Secondo Shay di Local Foods, preparare la giardiniera in stile Chicago è un processo in due fasi. "Per prima cosa, metti in salamoia le verdure", dice. Quindi, "scolare tutto, e poi coprire (le verdure) con olio". Shay lascia marinare le verdure per due settimane prima di gettarle nell'olio, dove le lascia in infusione per altre due settimane.

Poiché nessun condimento regge da solo, la giardiniera aveva bisogno di un complice prima di potersi catapultare alla fama qui. Ha trovato casa come condimento per il manzo italiano, il classico sandwich Chicago di roast beef a fette sottili che viene spesso servito con i suoi succhi di torrefazione (o jus). "È l'accompagnamento perfetto per la carne italiana", afferma Shay. "Quella luminosità e acidità tagliano davvero tutto."

Proprio come la versione italiana, la giardinera in stile Chicago non ha una ricetta prestabilita, lasciando ogni proprietario di un chiosco di manzo italiano con la propria opinione su ciò che va nel mix. I due stand più acclamati dalla critica, Al's #1 Italian Beef a Little Italy e Johnnie's Beef nella periferia di Elmwood Park, offrono versioni radicalmente diverse. Al's #1 serve un mix di sedano e peperoni, con solo alcuni fiocchi di peperoncino rosso per il calore. Johnnie's Beef va per una versione molto più abbondante, aggiungendo carote, cavolfiori e peperoni sportivi.

La giardiniera a marchio della casa di J.P. Graziano include olive, l'unica aggiunta controversa per i puristi della giardiniera. Come ammette prontamente Jim Graziano, le olive crescono sugli alberi, non in un giardino, ma ama il sapore che aggiungono al barattolo. La ricetta del negozio risale almeno agli anni '50, quando una donna di nome Deanna realizzava tutta la giardiniera nella sua casa di Cicerone. "Ha fatto grandi lotti nel suo seminterrato", dice Graziano, osservando che i regolamenti all'epoca erano "ridicolamente permissivi". J.P. Graziano ha continuato ad acquistare la giardiniera della donna fino a quando non è andata in pensione a metà degli anni '90 e ha venduto la ricetta a un'altra azienda. "Hanno iniziato a usare le olive affettate per risparmiare", dice Graziano. "Ha reso l'intero barattolo il sapore delle olive." Così la famiglia Graziano ha acquistato la ricetta e ora fa realizzare la giardiniera secondo le specifiche originali da un'azienda di Ripon, Wisconsin.

Mentre la carne di manzo italiana ha contribuito a diffondere il vangelo della giardiniera, la gente alla fine ha iniziato a metterla su altri cibi. Johnson, il manager di V. Formusa, dice che non c'è niente "di meglio di un tuffo di manzo con giardiniera", ma gli piace anche su altri piatti, incluso un semplice piatto di uova strapazzate. "Funziona su tutto", dice. "Non si tratta nemmeno della spezia. Quell'olio tiene tutto insieme."

"Lo adoro su secondi e pizza", dice Virant, lo chef Vie, "ma uno dei miei preferiti, soprattutto se non ho tempo per mettere insieme qualcosa, è prendere un pesce in scatola come aringhe o sardine, apri il barattolo, aggiungi un po' di giardiniera e poi mescola con lattuga, pomodori e cipolle. Ecco fatto."

Una cosa su cui tutti quelli con cui ho parlato sono d'accordo è che la giardiniera sta diventando sempre più popolare. Le aziende con cui ho parlato non disponevano di dati esatti sulle vendite nel corso degli anni, ma affermano che i numeri sono aumentati notevolmente nell'ultimo decennio.

"Le persone in altre città ne vanno matte, perché non hanno avuto niente di simile.

"Negli ultimi 10 anni, si è passati da un prodotto di nicchia a Chicago a uno nazionale", afferma Jeff Johnson, il quale stima che V. Formusa venda circa un milione di libbre di giardiniera all'anno. "Prima abbiamo visto una crescita nell'area meridionale di Chicago, e ora stiamo davvero crescendo in tutto il paese".

Potbelly consuma centinaia di tonnellate di giardiniera all'anno, stima Lori Haughey, vicepresidente dell'azienda (anche se, ancora una volta, la catena si riferisce al condimento come peperoncino). "Vendiamo (i nostri peperoncini) al barattolo da 16 once e al cucchiaio nei panini", afferma Haughey. Per celebrare il suo 40° anniversario, Potbelly sta vendendo le patatine al gusto di peperoncino di Zapp proprio ora.

Sebbene Jim Graziano gestisca un'attività molto più piccola, afferma che negli ultimi anni le vendite della giardiniera hanno rappresentato l'80% dei suoi ordini fuori città. Crede che quando i locali si allontanano dalla zona, sono sorpresi di non riuscire a trovare facilmente il condimento, quindi ne ricevono un po'. Queste persone, a loro volta, espongono gli altri alla giardiniera in stile Chicago.

"La gente in altre città ne va matta, perché non hanno avuto niente di simile", dice.


Come la giardiniera ha attraversato un oceano per diventare il condimento preferito di Chicago

Tutti comprendono il rischio di consegnare un ketchup di Chicago, quindi qual è il condimento giusto da passare? Questo è facile. Giardiniera. (Dillo con me, "jar-din-air-ah.") È il condimento per eccellenza di Chicago, sfacciato e chiassoso come la città stessa.

Questo mix infuocato contiene una combinazione di peperoncini sottaceto, sedano, cavolfiore, carote e olive immerse nell'olio. Come un punto esclamativo commestibile, la giardiniera aggiunge calore istantaneo, croccantezza e acido a molti dei cibi iconici della nostra città, tra cui manzo italiano, sottomarini italiani e pizza profonda. È presente anche quando non te lo aspetti. Hai mai chiesto peperoncini piccanti su un panino da Potbelly? Questa è giardiniera.

Certamente, nessun altro posto negli Stati Uniti si prende cura della giardiniera quanto noi. Esiste in ogni quartiere, con più marchi che si contendono lo spazio sugli scaffali nei negozi di alimentari e molti chioschi di fast food che mescolano i propri lotti. Quando stava crescendo a Chicago, la giardiniera era una presenza costante, afferma Jimmy Shay, ora responsabile del reparto carne del mercato Local Foods nel Clybourn Corridor. "Ogni domenica portavamo in tavola gli stessi piatti: una pagnotta, un pezzo di formaggio e un vasetto di giardiniera".

Oggi al mercato fa la sua giardiniera. "Porta molte cose in tavola: acido, sale e freschezza", dice.

Al di fuori dell'area di Chicago, la giardiniera passa dall'essenziale all'eccezione piuttosto rapidamente. Lo chef Paul Virant, del Vie Restaurant nella periferia di Western Springs, che ha incluso una ricetta per la giardiniera nel suo libro del 2012, "The Preservation Kitchen", afferma di non conoscere il piatto fino a quando non si è trasferito a Chicago. "Essendo di St. Louis, non hai visto la giardiniera", dice.

Per quanto importante sia qui, la giardiniera non è stata inventata a Chicago. Ha origine in Italia, dove significa sottaceti misti. Giardiniera è anche il nome di una giardiniera, che è utile in quanto allude alle verdure nel mix. Secondo Jim Graziano, proprietario di J.P. Graziano Grocery Co., un'azienda italiana di importazione che opera nel West Loop dal 1937, la giardiniera è il modo italiano di conservare le verdure dell'orto. "Questa è la cosa principale", dice Graziano. "Era rigorosamente per proteggere le verdure per l'inverno."

Quasi tutti gli italiani conoscono la giardiniera, afferma Domenica Marchetti, autrice di "Preserving Italy", un libro sull'inscatolamento e la conservazione. "Vai in un negozio di alimentari in Italia e troverai tutti i tipi sugli scaffali", dice.

Sebbene impossibile conoscere la data esatta, la giardiniera è senza dubbio comparsa a Chicago insieme all'ondata di immigrazione italiana che è arrivata in città alla fine del XIX secolo.

Questo è il periodo in cui ha aperto V. Formusa Co., produttore del marchio di giardiniera più venduto, Marconi. Secondo il direttore generale Jeff Johnson, l'azienda è stata fondata nel 1898 da Vincent Formusa, un immigrato di Termini Imerese, in Sicilia. "All'inizio importava petrolio e prodotti italiani", dice Johnson. "Poi si è avvicinato al metodo siciliano di conservare le verdure sott'olio." Sebbene Johnson non affermi che la sua azienda sia stata la prima a vendere giardiniera a Chicago, crede che l'azienda sia in "forte contesa almeno per renderla popolare". V. Formusa realizza giardiniera con diversi marchi e realizza anche tutta la giardiniera per la filiera del Portillo.

Ma la giardiniera di Chicago non è l'immagine speculare di ciò che troverete nella maggior parte dell'Italia. Lì, le verdure vengono tagliate in pezzi più grandi e in genere inscatolate con aceto anziché olio. (Se incontri giardiniera in altre parti d'America, ha molto più in comune con la versione italiana.) "Ho cercato tra i miei libri e non vedo niente di simile alla giardiniera in stile Chicago in Italia," dice Marchetti. "Molte regioni diverse lo fanno, (quindi) dovresti davvero viaggiare in tutto (il paese) prima di poter dire inequivocabilmente che non c'è niente di simile. Ma personalmente non l'ho visto." Johnson, invece, definisce la giardiniera con l'aceto un "metodo dell'Italia settentrionale" e dice che in Sicilia si usa l'olio.

L'uso dell'aceto rispetto all'olio fa un'enorme differenza nel prodotto finito. "Quando è confezionato nell'aceto, è una cosa da antipasti", dice Graziano, meglio servito con affettati, olive o formaggio. Graziano pensa alla giardiniera in stile Chicago più come un condimento.

Anche la giardiniera in stile Chicago viene solitamente messa in salamoia più a lungo. Secondo Shay di Local Foods, preparare la giardiniera in stile Chicago è un processo in due fasi. "Per prima cosa, metti in salamoia le verdure", dice. Quindi, "scolare tutto, e poi coprire (le verdure) con olio". Shay lascia marinare le verdure per due settimane prima di gettarle nell'olio, dove le lascia in infusione per altre due settimane.

Poiché nessun condimento regge da solo, la giardiniera aveva bisogno di un complice prima di potersi catapultare alla fama qui. Ha trovato casa come condimento per il manzo italiano, il classico sandwich Chicago di roast beef a fette sottili che viene spesso servito con i suoi succhi di torrefazione (o jus). "È l'accompagnamento perfetto per la carne italiana", afferma Shay. "Quella luminosità e acidità tagliano davvero tutto."

Proprio come la versione italiana, la giardinera in stile Chicago non ha una ricetta prestabilita, lasciando ogni proprietario di un chiosco di manzo italiano con la propria opinione su ciò che va nel mix. I due stand più acclamati dalla critica, Al's #1 Italian Beef a Little Italy e Johnnie's Beef nella periferia di Elmwood Park, offrono versioni radicalmente diverse. Al's #1 serve un mix di sedano e peperoni, con solo alcuni fiocchi di peperoncino rosso per il calore. Johnnie's Beef va per una versione molto più abbondante, aggiungendo carote, cavolfiori e peperoni sportivi.

La giardiniera a marchio della casa di J.P. Graziano include olive, l'unica aggiunta controversa per i puristi della giardiniera. Come ammette prontamente Jim Graziano, le olive crescono sugli alberi, non in un giardino, ma ama il sapore che aggiungono al barattolo. La ricetta del negozio risale almeno agli anni '50, quando una donna di nome Deanna realizzava tutta la giardiniera nella sua casa di Cicerone. "Ha fatto grandi lotti nel suo seminterrato", dice Graziano, osservando che i regolamenti all'epoca erano "ridicolamente permissivi". J.P. Graziano ha continuato ad acquistare la giardiniera della donna fino a quando non è andata in pensione a metà degli anni '90 e ha venduto la ricetta a un'altra azienda. "Hanno iniziato a usare le olive affettate per risparmiare", dice Graziano."Ha reso l'intero barattolo il sapore delle olive." Così la famiglia Graziano ha acquistato la ricetta e ora fa realizzare la giardiniera secondo le specifiche originali da un'azienda di Ripon, Wisconsin.

Mentre la carne di manzo italiana ha contribuito a diffondere il vangelo della giardiniera, la gente alla fine ha iniziato a metterla su altri cibi. Johnson, il manager di V. Formusa, dice che non c'è niente "di meglio di un tuffo di manzo con giardiniera", ma gli piace anche su altri piatti, incluso un semplice piatto di uova strapazzate. "Funziona su tutto", dice. "Non si tratta nemmeno della spezia. Quell'olio tiene tutto insieme."

"Lo adoro su secondi e pizza", dice Virant, lo chef Vie, "ma uno dei miei preferiti, soprattutto se non ho tempo per mettere insieme qualcosa, è prendere un pesce in scatola come aringhe o sardine, apri il barattolo, aggiungi un po' di giardiniera e poi mescola con lattuga, pomodori e cipolle. Ecco fatto."

Una cosa su cui tutti quelli con cui ho parlato sono d'accordo è che la giardiniera sta diventando sempre più popolare. Le aziende con cui ho parlato non disponevano di dati esatti sulle vendite nel corso degli anni, ma affermano che i numeri sono aumentati notevolmente nell'ultimo decennio.

"Le persone in altre città ne vanno matte, perché non hanno avuto niente di simile.

"Negli ultimi 10 anni, si è passati da un prodotto di nicchia a Chicago a uno nazionale", afferma Jeff Johnson, il quale stima che V. Formusa venda circa un milione di libbre di giardiniera all'anno. "Prima abbiamo visto una crescita nell'area meridionale di Chicago, e ora stiamo davvero crescendo in tutto il paese".

Potbelly consuma centinaia di tonnellate di giardiniera all'anno, stima Lori Haughey, vicepresidente dell'azienda (anche se, ancora una volta, la catena si riferisce al condimento come peperoncino). "Vendiamo (i nostri peperoncini) al barattolo da 16 once e al cucchiaio nei panini", afferma Haughey. Per celebrare il suo 40° anniversario, Potbelly sta vendendo le patatine al gusto di peperoncino di Zapp proprio ora.

Sebbene Jim Graziano gestisca un'attività molto più piccola, afferma che negli ultimi anni le vendite della giardiniera hanno rappresentato l'80% dei suoi ordini fuori città. Crede che quando i locali si allontanano dalla zona, sono sorpresi di non riuscire a trovare facilmente il condimento, quindi ne ricevono un po'. Queste persone, a loro volta, espongono gli altri alla giardiniera in stile Chicago.

"La gente in altre città ne va matta, perché non hanno avuto niente di simile", dice.


Come la giardiniera ha attraversato un oceano per diventare il condimento preferito di Chicago

Tutti comprendono il rischio di consegnare un ketchup di Chicago, quindi qual è il condimento giusto da passare? Questo è facile. Giardiniera. (Dillo con me, "jar-din-air-ah.") È il condimento per eccellenza di Chicago, sfacciato e chiassoso come la città stessa.

Questo mix infuocato contiene una combinazione di peperoncini sottaceto, sedano, cavolfiore, carote e olive immerse nell'olio. Come un punto esclamativo commestibile, la giardiniera aggiunge calore istantaneo, croccantezza e acido a molti dei cibi iconici della nostra città, tra cui manzo italiano, sottomarini italiani e pizza profonda. È presente anche quando non te lo aspetti. Hai mai chiesto peperoncini piccanti su un panino da Potbelly? Questa è giardiniera.

Certamente, nessun altro posto negli Stati Uniti si prende cura della giardiniera quanto noi. Esiste in ogni quartiere, con più marchi che si contendono lo spazio sugli scaffali nei negozi di alimentari e molti chioschi di fast food che mescolano i propri lotti. Quando stava crescendo a Chicago, la giardiniera era una presenza costante, afferma Jimmy Shay, ora responsabile del reparto carne del mercato Local Foods nel Clybourn Corridor. "Ogni domenica portavamo in tavola gli stessi piatti: una pagnotta, un pezzo di formaggio e un vasetto di giardiniera".

Oggi al mercato fa la sua giardiniera. "Porta molte cose in tavola: acido, sale e freschezza", dice.

Al di fuori dell'area di Chicago, la giardiniera passa dall'essenziale all'eccezione piuttosto rapidamente. Lo chef Paul Virant, del Vie Restaurant nella periferia di Western Springs, che ha incluso una ricetta per la giardiniera nel suo libro del 2012, "The Preservation Kitchen", afferma di non conoscere il piatto fino a quando non si è trasferito a Chicago. "Essendo di St. Louis, non hai visto la giardiniera", dice.

Per quanto importante sia qui, la giardiniera non è stata inventata a Chicago. Ha origine in Italia, dove significa sottaceti misti. Giardiniera è anche il nome di una giardiniera, che è utile in quanto allude alle verdure nel mix. Secondo Jim Graziano, proprietario di J.P. Graziano Grocery Co., un'azienda italiana di importazione che opera nel West Loop dal 1937, la giardiniera è il modo italiano di conservare le verdure dell'orto. "Questa è la cosa principale", dice Graziano. "Era rigorosamente per proteggere le verdure per l'inverno."

Quasi tutti gli italiani conoscono la giardiniera, afferma Domenica Marchetti, autrice di "Preserving Italy", un libro sull'inscatolamento e la conservazione. "Vai in un negozio di alimentari in Italia e troverai tutti i tipi sugli scaffali", dice.

Sebbene impossibile conoscere la data esatta, la giardiniera è senza dubbio comparsa a Chicago insieme all'ondata di immigrazione italiana che è arrivata in città alla fine del XIX secolo.

Questo è il periodo in cui ha aperto V. Formusa Co., produttore del marchio di giardiniera più venduto, Marconi. Secondo il direttore generale Jeff Johnson, l'azienda è stata fondata nel 1898 da Vincent Formusa, un immigrato di Termini Imerese, in Sicilia. "All'inizio importava petrolio e prodotti italiani", dice Johnson. "Poi si è avvicinato al metodo siciliano di conservare le verdure sott'olio." Sebbene Johnson non affermi che la sua azienda sia stata la prima a vendere giardiniera a Chicago, crede che l'azienda sia in "forte contesa almeno per renderla popolare". V. Formusa realizza giardiniera con diversi marchi e realizza anche tutta la giardiniera per la filiera del Portillo.

Ma la giardiniera di Chicago non è l'immagine speculare di ciò che troverete nella maggior parte dell'Italia. Lì, le verdure vengono tagliate in pezzi più grandi e in genere inscatolate con aceto anziché olio. (Se incontri giardiniera in altre parti d'America, ha molto più in comune con la versione italiana.) "Ho cercato tra i miei libri e non vedo niente di simile alla giardiniera in stile Chicago in Italia," dice Marchetti. "Molte regioni diverse lo fanno, (quindi) dovresti davvero viaggiare in tutto (il paese) prima di poter dire inequivocabilmente che non c'è niente di simile. Ma personalmente non l'ho visto." Johnson, invece, definisce la giardiniera con l'aceto un "metodo dell'Italia settentrionale" e dice che in Sicilia si usa l'olio.

L'uso dell'aceto rispetto all'olio fa un'enorme differenza nel prodotto finito. "Quando è confezionato nell'aceto, è una cosa da antipasti", dice Graziano, meglio servito con affettati, olive o formaggio. Graziano pensa alla giardiniera in stile Chicago più come un condimento.

Anche la giardiniera in stile Chicago viene solitamente messa in salamoia più a lungo. Secondo Shay di Local Foods, preparare la giardiniera in stile Chicago è un processo in due fasi. "Per prima cosa, metti in salamoia le verdure", dice. Quindi, "scolare tutto, e poi coprire (le verdure) con olio". Shay lascia marinare le verdure per due settimane prima di gettarle nell'olio, dove le lascia in infusione per altre due settimane.

Poiché nessun condimento regge da solo, la giardiniera aveva bisogno di un complice prima di potersi catapultare alla fama qui. Ha trovato casa come condimento per il manzo italiano, il classico sandwich Chicago di roast beef a fette sottili che viene spesso servito con i suoi succhi di torrefazione (o jus). "È l'accompagnamento perfetto per la carne italiana", afferma Shay. "Quella luminosità e acidità tagliano davvero tutto."

Proprio come la versione italiana, la giardinera in stile Chicago non ha una ricetta prestabilita, lasciando ogni proprietario di un chiosco di manzo italiano con la propria opinione su ciò che va nel mix. I due stand più acclamati dalla critica, Al's #1 Italian Beef a Little Italy e Johnnie's Beef nella periferia di Elmwood Park, offrono versioni radicalmente diverse. Al's #1 serve un mix di sedano e peperoni, con solo alcuni fiocchi di peperoncino rosso per il calore. Johnnie's Beef va per una versione molto più abbondante, aggiungendo carote, cavolfiori e peperoni sportivi.

La giardiniera a marchio della casa di J.P. Graziano include olive, l'unica aggiunta controversa per i puristi della giardiniera. Come ammette prontamente Jim Graziano, le olive crescono sugli alberi, non in un giardino, ma ama il sapore che aggiungono al barattolo. La ricetta del negozio risale almeno agli anni '50, quando una donna di nome Deanna realizzava tutta la giardiniera nella sua casa di Cicerone. "Ha fatto grandi lotti nel suo seminterrato", dice Graziano, osservando che i regolamenti all'epoca erano "ridicolamente permissivi". J.P. Graziano ha continuato ad acquistare la giardiniera della donna fino a quando non è andata in pensione a metà degli anni '90 e ha venduto la ricetta a un'altra azienda. "Hanno iniziato a usare le olive affettate per risparmiare", dice Graziano. "Ha reso l'intero barattolo il sapore delle olive." Così la famiglia Graziano ha acquistato la ricetta e ora fa realizzare la giardiniera secondo le specifiche originali da un'azienda di Ripon, Wisconsin.

Mentre la carne di manzo italiana ha contribuito a diffondere il vangelo della giardiniera, la gente alla fine ha iniziato a metterla su altri cibi. Johnson, il manager di V. Formusa, dice che non c'è niente "di meglio di un tuffo di manzo con giardiniera", ma gli piace anche su altri piatti, incluso un semplice piatto di uova strapazzate. "Funziona su tutto", dice. "Non si tratta nemmeno della spezia. Quell'olio tiene tutto insieme."

"Lo adoro su secondi e pizza", dice Virant, lo chef Vie, "ma uno dei miei preferiti, soprattutto se non ho tempo per mettere insieme qualcosa, è prendere un pesce in scatola come aringhe o sardine, apri il barattolo, aggiungi un po' di giardiniera e poi mescola con lattuga, pomodori e cipolle. Ecco fatto."

Una cosa su cui tutti quelli con cui ho parlato sono d'accordo è che la giardiniera sta diventando sempre più popolare. Le aziende con cui ho parlato non disponevano di dati esatti sulle vendite nel corso degli anni, ma affermano che i numeri sono aumentati notevolmente nell'ultimo decennio.

"Le persone in altre città ne vanno matte, perché non hanno avuto niente di simile.

"Negli ultimi 10 anni, si è passati da un prodotto di nicchia a Chicago a uno nazionale", afferma Jeff Johnson, il quale stima che V. Formusa venda circa un milione di libbre di giardiniera all'anno. "Prima abbiamo visto una crescita nell'area meridionale di Chicago, e ora stiamo davvero crescendo in tutto il paese".

Potbelly consuma centinaia di tonnellate di giardiniera all'anno, stima Lori Haughey, vicepresidente dell'azienda (anche se, ancora una volta, la catena si riferisce al condimento come peperoncino). "Vendiamo (i nostri peperoncini) al barattolo da 16 once e al cucchiaio nei panini", afferma Haughey. Per celebrare il suo 40° anniversario, Potbelly sta vendendo le patatine al gusto di peperoncino di Zapp proprio ora.

Sebbene Jim Graziano gestisca un'attività molto più piccola, afferma che negli ultimi anni le vendite della giardiniera hanno rappresentato l'80% dei suoi ordini fuori città. Crede che quando i locali si allontanano dalla zona, sono sorpresi di non riuscire a trovare facilmente il condimento, quindi ne ricevono un po'. Queste persone, a loro volta, espongono gli altri alla giardiniera in stile Chicago.

"La gente in altre città ne va matta, perché non hanno avuto niente di simile", dice.


Come la giardiniera ha attraversato un oceano per diventare il condimento preferito di Chicago

Tutti comprendono il rischio di consegnare un ketchup di Chicago, quindi qual è il condimento giusto da passare? Questo è facile. Giardiniera. (Dillo con me, "jar-din-air-ah.") È il condimento per eccellenza di Chicago, sfacciato e chiassoso come la città stessa.

Questo mix infuocato contiene una combinazione di peperoncini sottaceto, sedano, cavolfiore, carote e olive immerse nell'olio. Come un punto esclamativo commestibile, la giardiniera aggiunge calore istantaneo, croccantezza e acido a molti dei cibi iconici della nostra città, tra cui manzo italiano, sottomarini italiani e pizza profonda. È presente anche quando non te lo aspetti. Hai mai chiesto peperoncini piccanti su un panino da Potbelly? Questa è giardiniera.

Certamente, nessun altro posto negli Stati Uniti si prende cura della giardiniera quanto noi. Esiste in ogni quartiere, con più marchi che si contendono lo spazio sugli scaffali nei negozi di alimentari e molti chioschi di fast food che mescolano i propri lotti. Quando stava crescendo a Chicago, la giardiniera era una presenza costante, afferma Jimmy Shay, ora responsabile del reparto carne del mercato Local Foods nel Clybourn Corridor. "Ogni domenica portavamo in tavola gli stessi piatti: una pagnotta, un pezzo di formaggio e un vasetto di giardiniera".

Oggi al mercato fa la sua giardiniera. "Porta molte cose in tavola: acido, sale e freschezza", dice.

Al di fuori dell'area di Chicago, la giardiniera passa dall'essenziale all'eccezione piuttosto rapidamente. Lo chef Paul Virant, del Vie Restaurant nella periferia di Western Springs, che ha incluso una ricetta per la giardiniera nel suo libro del 2012, "The Preservation Kitchen", afferma di non conoscere il piatto fino a quando non si è trasferito a Chicago. "Essendo di St. Louis, non hai visto la giardiniera", dice.

Per quanto importante sia qui, la giardiniera non è stata inventata a Chicago. Ha origine in Italia, dove significa sottaceti misti. Giardiniera è anche il nome di una giardiniera, che è utile in quanto allude alle verdure nel mix. Secondo Jim Graziano, proprietario di J.P. Graziano Grocery Co., un'azienda italiana di importazione che opera nel West Loop dal 1937, la giardiniera è il modo italiano di conservare le verdure dell'orto. "Questa è la cosa principale", dice Graziano. "Era rigorosamente per proteggere le verdure per l'inverno."

Quasi tutti gli italiani conoscono la giardiniera, afferma Domenica Marchetti, autrice di "Preserving Italy", un libro sull'inscatolamento e la conservazione. "Vai in un negozio di alimentari in Italia e troverai tutti i tipi sugli scaffali", dice.

Sebbene impossibile conoscere la data esatta, la giardiniera è senza dubbio comparsa a Chicago insieme all'ondata di immigrazione italiana che è arrivata in città alla fine del XIX secolo.

Questo è il periodo in cui ha aperto V. Formusa Co., produttore del marchio di giardiniera più venduto, Marconi. Secondo il direttore generale Jeff Johnson, l'azienda è stata fondata nel 1898 da Vincent Formusa, un immigrato di Termini Imerese, in Sicilia. "All'inizio importava petrolio e prodotti italiani", dice Johnson. "Poi si è avvicinato al metodo siciliano di conservare le verdure sott'olio." Sebbene Johnson non affermi che la sua azienda sia stata la prima a vendere giardiniera a Chicago, crede che l'azienda sia in "forte contesa almeno per renderla popolare". V. Formusa realizza giardiniera con diversi marchi e realizza anche tutta la giardiniera per la filiera del Portillo.

Ma la giardiniera di Chicago non è l'immagine speculare di ciò che troverete nella maggior parte dell'Italia. Lì, le verdure vengono tagliate in pezzi più grandi e in genere inscatolate con aceto anziché olio. (Se incontri giardiniera in altre parti d'America, ha molto più in comune con la versione italiana.) "Ho cercato tra i miei libri e non vedo niente di simile alla giardiniera in stile Chicago in Italia," dice Marchetti. "Molte regioni diverse lo fanno, (quindi) dovresti davvero viaggiare in tutto (il paese) prima di poter dire inequivocabilmente che non c'è niente di simile. Ma personalmente non l'ho visto." Johnson, invece, definisce la giardiniera con l'aceto un "metodo dell'Italia settentrionale" e dice che in Sicilia si usa l'olio.

L'uso dell'aceto rispetto all'olio fa un'enorme differenza nel prodotto finito. "Quando è confezionato nell'aceto, è una cosa da antipasti", dice Graziano, meglio servito con affettati, olive o formaggio. Graziano pensa alla giardiniera in stile Chicago più come un condimento.

Anche la giardiniera in stile Chicago viene solitamente messa in salamoia più a lungo. Secondo Shay di Local Foods, preparare la giardiniera in stile Chicago è un processo in due fasi. "Per prima cosa, metti in salamoia le verdure", dice. Quindi, "scolare tutto, e poi coprire (le verdure) con olio". Shay lascia marinare le verdure per due settimane prima di gettarle nell'olio, dove le lascia in infusione per altre due settimane.

Poiché nessun condimento regge da solo, la giardiniera aveva bisogno di un complice prima di potersi catapultare alla fama qui. Ha trovato casa come condimento per il manzo italiano, il classico sandwich Chicago di roast beef a fette sottili che viene spesso servito con i suoi succhi di torrefazione (o jus). "È l'accompagnamento perfetto per la carne italiana", afferma Shay. "Quella luminosità e acidità tagliano davvero tutto."

Proprio come la versione italiana, la giardinera in stile Chicago non ha una ricetta prestabilita, lasciando ogni proprietario di un chiosco di manzo italiano con la propria opinione su ciò che va nel mix. I due stand più acclamati dalla critica, Al's #1 Italian Beef a Little Italy e Johnnie's Beef nella periferia di Elmwood Park, offrono versioni radicalmente diverse. Al's #1 serve un mix di sedano e peperoni, con solo alcuni fiocchi di peperoncino rosso per il calore. Johnnie's Beef va per una versione molto più abbondante, aggiungendo carote, cavolfiori e peperoni sportivi.

La giardiniera a marchio della casa di J.P. Graziano include olive, l'unica aggiunta controversa per i puristi della giardiniera. Come ammette prontamente Jim Graziano, le olive crescono sugli alberi, non in un giardino, ma ama il sapore che aggiungono al barattolo. La ricetta del negozio risale almeno agli anni '50, quando una donna di nome Deanna realizzava tutta la giardiniera nella sua casa di Cicerone. "Ha fatto grandi lotti nel suo seminterrato", dice Graziano, osservando che i regolamenti all'epoca erano "ridicolamente permissivi". J.P. Graziano ha continuato ad acquistare la giardiniera della donna fino a quando non è andata in pensione a metà degli anni '90 e ha venduto la ricetta a un'altra azienda. "Hanno iniziato a usare le olive affettate per risparmiare", dice Graziano. "Ha reso l'intero barattolo il sapore delle olive." Così la famiglia Graziano ha acquistato la ricetta e ora fa realizzare la giardiniera secondo le specifiche originali da un'azienda di Ripon, Wisconsin.

Mentre la carne di manzo italiana ha contribuito a diffondere il vangelo della giardiniera, la gente alla fine ha iniziato a metterla su altri cibi. Johnson, il manager di V. Formusa, dice che non c'è niente "di meglio di un tuffo di manzo con giardiniera", ma gli piace anche su altri piatti, incluso un semplice piatto di uova strapazzate. "Funziona su tutto", dice. "Non si tratta nemmeno della spezia. Quell'olio tiene tutto insieme."

"Lo adoro su secondi e pizza", dice Virant, lo chef Vie, "ma uno dei miei preferiti, soprattutto se non ho tempo per mettere insieme qualcosa, è prendere un pesce in scatola come aringhe o sardine, apri il barattolo, aggiungi un po' di giardiniera e poi mescola con lattuga, pomodori e cipolle. Ecco fatto."

Una cosa su cui tutti quelli con cui ho parlato sono d'accordo è che la giardiniera sta diventando sempre più popolare. Le aziende con cui ho parlato non disponevano di dati esatti sulle vendite nel corso degli anni, ma affermano che i numeri sono aumentati notevolmente nell'ultimo decennio.

"Le persone in altre città ne vanno matte, perché non hanno avuto niente di simile.

"Negli ultimi 10 anni, si è passati da un prodotto di nicchia a Chicago a uno nazionale", afferma Jeff Johnson, il quale stima che V. Formusa venda circa un milione di libbre di giardiniera all'anno. "Prima abbiamo visto una crescita nell'area meridionale di Chicago, e ora stiamo davvero crescendo in tutto il paese".

Potbelly consuma centinaia di tonnellate di giardiniera all'anno, stima Lori Haughey, vicepresidente dell'azienda (anche se, ancora una volta, la catena si riferisce al condimento come peperoncino). "Vendiamo (i nostri peperoncini) al barattolo da 16 once e al cucchiaio nei panini", afferma Haughey. Per celebrare il suo 40° anniversario, Potbelly sta vendendo le patatine al gusto di peperoncino di Zapp proprio ora.

Sebbene Jim Graziano gestisca un'attività molto più piccola, afferma che negli ultimi anni le vendite della giardiniera hanno rappresentato l'80% dei suoi ordini fuori città. Crede che quando i locali si allontanano dalla zona, sono sorpresi di non riuscire a trovare facilmente il condimento, quindi ne ricevono un po'. Queste persone, a loro volta, espongono gli altri alla giardiniera in stile Chicago.

"La gente in altre città ne va matta, perché non hanno avuto niente di simile", dice.


Come la giardiniera ha attraversato un oceano per diventare il condimento preferito di Chicago

Tutti comprendono il rischio di consegnare un ketchup di Chicago, quindi qual è il condimento giusto da passare? Questo è facile. Giardiniera. (Dillo con me, "jar-din-air-ah.") È il condimento per eccellenza di Chicago, sfacciato e chiassoso come la città stessa.

Questo mix infuocato contiene una combinazione di peperoncini sottaceto, sedano, cavolfiore, carote e olive immerse nell'olio. Come un punto esclamativo commestibile, la giardiniera aggiunge calore istantaneo, croccantezza e acido a molti dei cibi iconici della nostra città, tra cui manzo italiano, sottomarini italiani e pizza profonda. È presente anche quando non te lo aspetti. Hai mai chiesto peperoncini piccanti su un panino da Potbelly? Questa è giardiniera.

Certamente, nessun altro posto negli Stati Uniti si prende cura della giardiniera quanto noi. Esiste in ogni quartiere, con più marchi che si contendono lo spazio sugli scaffali nei negozi di alimentari e molti chioschi di fast food che mescolano i propri lotti. Quando stava crescendo a Chicago, la giardiniera era una presenza costante, afferma Jimmy Shay, ora responsabile del reparto carne del mercato Local Foods nel Clybourn Corridor. "Ogni domenica portavamo in tavola gli stessi piatti: una pagnotta, un pezzo di formaggio e un vasetto di giardiniera".

Oggi al mercato fa la sua giardiniera. "Porta molte cose in tavola: acido, sale e freschezza", dice.

Al di fuori dell'area di Chicago, la giardiniera passa dall'essenziale all'eccezione piuttosto rapidamente. Lo chef Paul Virant, del Vie Restaurant nella periferia di Western Springs, che ha incluso una ricetta per la giardiniera nel suo libro del 2012, "The Preservation Kitchen", afferma di non conoscere il piatto fino a quando non si è trasferito a Chicago. "Essendo di St. Louis, non hai visto la giardiniera", dice.

Per quanto importante sia qui, la giardiniera non è stata inventata a Chicago. Ha origine in Italia, dove significa sottaceti misti. Giardiniera è anche il nome di una giardiniera, che è utile in quanto allude alle verdure nel mix. Secondo Jim Graziano, proprietario di J.P. Graziano Grocery Co., un'azienda italiana di importazione che opera nel West Loop dal 1937, la giardiniera è il modo italiano di conservare le verdure dell'orto. "Questa è la cosa principale", dice Graziano. "Era rigorosamente per proteggere le verdure per l'inverno."

Quasi tutti gli italiani conoscono la giardiniera, afferma Domenica Marchetti, autrice di "Preserving Italy", un libro sull'inscatolamento e la conservazione. "Vai in un negozio di alimentari in Italia e troverai tutti i tipi sugli scaffali", dice.

Sebbene impossibile conoscere la data esatta, la giardiniera è senza dubbio comparsa a Chicago insieme all'ondata di immigrazione italiana che è arrivata in città alla fine del XIX secolo.

Questo è il periodo in cui ha aperto V. Formusa Co., produttore del marchio di giardiniera più venduto, Marconi. Secondo il direttore generale Jeff Johnson, l'azienda è stata fondata nel 1898 da Vincent Formusa, un immigrato di Termini Imerese, in Sicilia. "All'inizio importava petrolio e prodotti italiani", dice Johnson. "Poi si è avvicinato al metodo siciliano di conservare le verdure sott'olio." Sebbene Johnson non affermi che la sua azienda sia stata la prima a vendere giardiniera a Chicago, crede che l'azienda sia in "forte contesa almeno per renderla popolare". V. Formusa realizza giardiniera con diversi marchi e realizza anche tutta la giardiniera per la filiera del Portillo.

Ma la giardiniera di Chicago non è l'immagine speculare di ciò che troverete nella maggior parte dell'Italia. Lì, le verdure vengono tagliate in pezzi più grandi e in genere inscatolate con aceto anziché olio. (Se incontri giardiniera in altre parti d'America, ha molto più in comune con la versione italiana.) "Ho cercato tra i miei libri e non vedo niente di simile alla giardiniera in stile Chicago in Italia," dice Marchetti. "Molte regioni diverse lo fanno, (quindi) dovresti davvero viaggiare in tutto (il paese) prima di poter dire inequivocabilmente che non c'è niente di simile. Ma personalmente non l'ho visto." Johnson, invece, definisce la giardiniera con l'aceto un "metodo dell'Italia settentrionale" e dice che in Sicilia si usa l'olio.

L'uso dell'aceto rispetto all'olio fa un'enorme differenza nel prodotto finito. "Quando è confezionato nell'aceto, è una cosa da antipasti", dice Graziano, meglio servito con affettati, olive o formaggio. Graziano pensa alla giardiniera in stile Chicago più come un condimento.

Anche la giardiniera in stile Chicago viene solitamente messa in salamoia più a lungo. Secondo Shay di Local Foods, preparare la giardiniera in stile Chicago è un processo in due fasi. "Per prima cosa, metti in salamoia le verdure", dice. Quindi, "scolare tutto, e poi coprire (le verdure) con olio". Shay lascia marinare le verdure per due settimane prima di gettarle nell'olio, dove le lascia in infusione per altre due settimane.

Poiché nessun condimento regge da solo, la giardiniera aveva bisogno di un complice prima di potersi catapultare alla fama qui. Ha trovato casa come condimento per il manzo italiano, il classico sandwich Chicago di roast beef a fette sottili che viene spesso servito con i suoi succhi di torrefazione (o jus). "È l'accompagnamento perfetto per la carne italiana", afferma Shay. "Quella luminosità e acidità tagliano davvero tutto."

Proprio come la versione italiana, la giardinera in stile Chicago non ha una ricetta prestabilita, lasciando ogni proprietario di un chiosco di manzo italiano con la propria opinione su ciò che va nel mix. I due stand più acclamati dalla critica, Al's #1 Italian Beef a Little Italy e Johnnie's Beef nella periferia di Elmwood Park, offrono versioni radicalmente diverse. Al's #1 serve un mix di sedano e peperoni, con solo alcuni fiocchi di peperoncino rosso per il calore. Johnnie's Beef va per una versione molto più abbondante, aggiungendo carote, cavolfiori e peperoni sportivi.

La giardiniera a marchio della casa di J.P. Graziano include olive, l'unica aggiunta controversa per i puristi della giardiniera. Come ammette prontamente Jim Graziano, le olive crescono sugli alberi, non in un giardino, ma ama il sapore che aggiungono al barattolo. La ricetta del negozio risale almeno agli anni '50, quando una donna di nome Deanna realizzava tutta la giardiniera nella sua casa di Cicerone. "Ha fatto grandi lotti nel suo seminterrato", dice Graziano, osservando che i regolamenti all'epoca erano "ridicolamente permissivi". J.P. Graziano ha continuato ad acquistare la giardiniera della donna fino a quando non è andata in pensione a metà degli anni '90 e ha venduto la ricetta a un'altra azienda. "Hanno iniziato a usare le olive affettate per risparmiare", dice Graziano. "Ha reso l'intero barattolo il sapore delle olive." Così la famiglia Graziano ha acquistato la ricetta e ora fa realizzare la giardiniera secondo le specifiche originali da un'azienda di Ripon, Wisconsin.

Mentre la carne di manzo italiana ha contribuito a diffondere il vangelo della giardiniera, la gente alla fine ha iniziato a metterla su altri cibi. Johnson, il manager di V. Formusa, dice che non c'è niente "di meglio di un tuffo di manzo con giardiniera", ma gli piace anche su altri piatti, incluso un semplice piatto di uova strapazzate. "Funziona su tutto", dice. "Non si tratta nemmeno della spezia. Quell'olio tiene tutto insieme."

"Lo adoro su secondi e pizza", dice Virant, lo chef Vie, "ma uno dei miei preferiti, soprattutto se non ho tempo per mettere insieme qualcosa, è prendere un pesce in scatola come aringhe o sardine, apri il barattolo, aggiungi un po' di giardiniera e poi mescola con lattuga, pomodori e cipolle. Ecco fatto."

Una cosa su cui tutti quelli con cui ho parlato sono d'accordo è che la giardiniera sta diventando sempre più popolare. Le aziende con cui ho parlato non disponevano di dati esatti sulle vendite nel corso degli anni, ma affermano che i numeri sono aumentati notevolmente nell'ultimo decennio.

"Le persone in altre città ne vanno matte, perché non hanno avuto niente di simile.

"Negli ultimi 10 anni, si è passati da un prodotto di nicchia a Chicago a uno nazionale", afferma Jeff Johnson, il quale stima che V. Formusa venda circa un milione di libbre di giardiniera all'anno. "Prima abbiamo visto una crescita nell'area meridionale di Chicago, e ora stiamo davvero crescendo in tutto il paese".

Potbelly consuma centinaia di tonnellate di giardiniera all'anno, stima Lori Haughey, vicepresidente dell'azienda (anche se, ancora una volta, la catena si riferisce al condimento come peperoncino). "Vendiamo (i nostri peperoncini) al barattolo da 16 once e al cucchiaio nei panini", afferma Haughey. Per celebrare il suo 40° anniversario, Potbelly sta vendendo le patatine al gusto di peperoncino di Zapp proprio ora.

Sebbene Jim Graziano gestisca un'attività molto più piccola, afferma che negli ultimi anni le vendite della giardiniera hanno rappresentato l'80% dei suoi ordini fuori città. Crede che quando i locali si allontanano dalla zona, sono sorpresi di non riuscire a trovare facilmente il condimento, quindi ne ricevono un po'. Queste persone, a loro volta, espongono gli altri alla giardiniera in stile Chicago.

"La gente in altre città ne va matta, perché non hanno avuto niente di simile", dice.


Come la giardiniera ha attraversato un oceano per diventare il condimento preferito di Chicago

Tutti comprendono il rischio di consegnare un ketchup di Chicago, quindi qual è il condimento giusto da passare? Questo è facile. Giardiniera. (Dillo con me, "jar-din-air-ah.") È il condimento per eccellenza di Chicago, sfacciato e chiassoso come la città stessa.

Questo mix infuocato contiene una combinazione di peperoncini sottaceto, sedano, cavolfiore, carote e olive immerse nell'olio. Come un punto esclamativo commestibile, la giardiniera aggiunge calore istantaneo, croccantezza e acido a molti dei cibi iconici della nostra città, tra cui manzo italiano, sottomarini italiani e pizza profonda. È presente anche quando non te lo aspetti. Hai mai chiesto peperoncini piccanti su un panino da Potbelly? Questa è giardiniera.

Certamente, nessun altro posto negli Stati Uniti si prende cura della giardiniera quanto noi. Esiste in ogni quartiere, con più marchi che si contendono lo spazio sugli scaffali nei negozi di alimentari e molti chioschi di fast food che mescolano i propri lotti. Quando stava crescendo a Chicago, la giardiniera era una presenza costante, afferma Jimmy Shay, ora responsabile del reparto carne del mercato Local Foods nel Clybourn Corridor. "Ogni domenica portavamo in tavola gli stessi piatti: una pagnotta, un pezzo di formaggio e un vasetto di giardiniera".

Oggi al mercato fa la sua giardiniera. "Porta molte cose in tavola: acido, sale e freschezza", dice.

Al di fuori dell'area di Chicago, la giardiniera passa dall'essenziale all'eccezione piuttosto rapidamente. Lo chef Paul Virant, del Vie Restaurant nella periferia di Western Springs, che ha incluso una ricetta per la giardiniera nel suo libro del 2012, "The Preservation Kitchen", afferma di non conoscere il piatto fino a quando non si è trasferito a Chicago. "Essendo di St. Louis, non hai visto la giardiniera", dice.

Per quanto importante sia qui, la giardiniera non è stata inventata a Chicago. Ha origine in Italia, dove significa sottaceti misti. Giardiniera è anche il nome di una giardiniera, che è utile in quanto allude alle verdure nel mix. Secondo Jim Graziano, proprietario di J.P. Graziano Grocery Co., un'azienda italiana di importazione che opera nel West Loop dal 1937, la giardiniera è il modo italiano di conservare le verdure dell'orto. "Questa è la cosa principale", dice Graziano. "Era rigorosamente per proteggere le verdure per l'inverno."

Quasi tutti gli italiani conoscono la giardiniera, afferma Domenica Marchetti, autrice di "Preserving Italy", un libro sull'inscatolamento e la conservazione. "Vai in un negozio di alimentari in Italia e troverai tutti i tipi sugli scaffali", dice.

Sebbene impossibile conoscere la data esatta, la giardiniera è senza dubbio comparsa a Chicago insieme all'ondata di immigrazione italiana che è arrivata in città alla fine del XIX secolo.

Questo è il periodo in cui ha aperto V. Formusa Co., produttore del marchio di giardiniera più venduto, Marconi. Secondo il direttore generale Jeff Johnson, l'azienda è stata fondata nel 1898 da Vincent Formusa, un immigrato di Termini Imerese, in Sicilia. "All'inizio importava petrolio e prodotti italiani", dice Johnson. "Poi si è avvicinato al metodo siciliano di conservare le verdure sott'olio." Sebbene Johnson non affermi che la sua azienda sia stata la prima a vendere giardiniera a Chicago, crede che l'azienda sia in "forte contesa almeno per renderla popolare". V. Formusa realizza giardiniera con diversi marchi e realizza anche tutta la giardiniera per la filiera del Portillo.

Ma la giardiniera di Chicago non è l'immagine speculare di ciò che troverete nella maggior parte dell'Italia. Lì, le verdure vengono tagliate in pezzi più grandi e in genere inscatolate con aceto anziché olio. (Se incontri giardiniera in altre parti d'America, ha molto più in comune con la versione italiana.) "Ho cercato tra i miei libri e non vedo niente di simile alla giardiniera in stile Chicago in Italia," dice Marchetti. "Molte regioni diverse lo fanno, (quindi) dovresti davvero viaggiare in tutto (il paese) prima di poter dire inequivocabilmente che non c'è niente di simile. Ma personalmente non l'ho visto." Johnson, invece, definisce la giardiniera con l'aceto un "metodo dell'Italia settentrionale" e dice che in Sicilia si usa l'olio.

L'uso dell'aceto rispetto all'olio fa un'enorme differenza nel prodotto finito. "Quando è confezionato nell'aceto, è una cosa da antipasti", dice Graziano, meglio servito con affettati, olive o formaggio. Graziano pensa alla giardiniera in stile Chicago più come un condimento.

Anche la giardiniera in stile Chicago viene solitamente messa in salamoia più a lungo. Secondo Shay di Local Foods, preparare la giardiniera in stile Chicago è un processo in due fasi. "Per prima cosa, metti in salamoia le verdure", dice. Quindi, "scolare tutto, e poi coprire (le verdure) con olio". Shay lascia marinare le verdure per due settimane prima di gettarle nell'olio, dove le lascia in infusione per altre due settimane.

Poiché nessun condimento regge da solo, la giardiniera aveva bisogno di un complice prima di potersi catapultare alla fama qui. Ha trovato casa come condimento per il manzo italiano, il classico sandwich Chicago di roast beef a fette sottili che viene spesso servito con i suoi succhi di torrefazione (o jus). "È l'accompagnamento perfetto per la carne italiana", afferma Shay. "Quella luminosità e acidità tagliano davvero tutto."

Proprio come la versione italiana, la giardinera in stile Chicago non ha una ricetta prestabilita, lasciando ogni proprietario di un chiosco di manzo italiano con la propria opinione su ciò che va nel mix. I due stand più acclamati dalla critica, Al's #1 Italian Beef a Little Italy e Johnnie's Beef nella periferia di Elmwood Park, offrono versioni radicalmente diverse. Al's #1 serve un mix di sedano e peperoni, con solo alcuni fiocchi di peperoncino rosso per il calore. Johnnie's Beef va per una versione molto più abbondante, aggiungendo carote, cavolfiori e peperoni sportivi.

La giardiniera a marchio della casa di J.P. Graziano include olive, l'unica aggiunta controversa per i puristi della giardiniera. Come ammette prontamente Jim Graziano, le olive crescono sugli alberi, non in un giardino, ma ama il sapore che aggiungono al barattolo. La ricetta del negozio risale almeno agli anni '50, quando una donna di nome Deanna realizzava tutta la giardiniera nella sua casa di Cicerone. "Ha fatto grandi lotti nel suo seminterrato", dice Graziano, osservando che i regolamenti all'epoca erano "ridicolamente permissivi". J.P. Graziano ha continuato ad acquistare la giardiniera della donna fino a quando non è andata in pensione a metà degli anni '90 e ha venduto la ricetta a un'altra azienda. "Hanno iniziato a usare le olive affettate per risparmiare", dice Graziano. "Ha reso l'intero barattolo il sapore delle olive." Così la famiglia Graziano ha acquistato la ricetta e ora fa realizzare la giardiniera secondo le specifiche originali da un'azienda di Ripon, Wisconsin.

Mentre la carne di manzo italiana ha contribuito a diffondere il vangelo della giardiniera, la gente alla fine ha iniziato a metterla su altri cibi. Johnson, il manager di V. Formusa, dice che non c'è niente "di meglio di un tuffo di manzo con giardiniera", ma gli piace anche su altri piatti, incluso un semplice piatto di uova strapazzate. "Funziona su tutto", dice. "Non si tratta nemmeno della spezia. Quell'olio tiene tutto insieme."

"Lo adoro su secondi e pizza", dice Virant, lo chef Vie, "ma uno dei miei preferiti, soprattutto se non ho tempo per mettere insieme qualcosa, è prendere un pesce in scatola come aringhe o sardine, apri il barattolo, aggiungi un po' di giardiniera e poi mescola con lattuga, pomodori e cipolle. Ecco fatto."

Una cosa su cui tutti quelli con cui ho parlato sono d'accordo è che la giardiniera sta diventando sempre più popolare. Le aziende con cui ho parlato non disponevano di dati esatti sulle vendite nel corso degli anni, ma affermano che i numeri sono aumentati notevolmente nell'ultimo decennio.

"Le persone in altre città ne vanno matte, perché non hanno avuto niente di simile.

"Negli ultimi 10 anni, si è passati da un prodotto di nicchia a Chicago a uno nazionale", afferma Jeff Johnson, il quale stima che V. Formusa venda circa un milione di libbre di giardiniera all'anno. "Prima abbiamo visto una crescita nell'area meridionale di Chicago, e ora stiamo davvero crescendo in tutto il paese".

Potbelly consuma centinaia di tonnellate di giardiniera all'anno, stima Lori Haughey, vicepresidente dell'azienda (anche se, ancora una volta, la catena si riferisce al condimento come peperoncino). "Vendiamo (i nostri peperoncini) al barattolo da 16 once e al cucchiaio nei panini", afferma Haughey. Per celebrare il suo 40° anniversario, Potbelly sta vendendo le patatine al gusto di peperoncino di Zapp proprio ora.

Sebbene Jim Graziano gestisca un'attività molto più piccola, afferma che negli ultimi anni le vendite della giardiniera hanno rappresentato l'80% dei suoi ordini fuori città. Crede che quando i locali si allontanano dalla zona, sono sorpresi di non riuscire a trovare facilmente il condimento, quindi ne ricevono un po'. Queste persone, a loro volta, espongono gli altri alla giardiniera in stile Chicago.

"La gente in altre città ne va matta, perché non hanno avuto niente di simile", dice.


Guarda il video: Pöpcørn. Recipes with The Swedish Chef. The Muppets (Gennaio 2022).