Nuove ricette

La bellezza di New York e l'Essex

La bellezza di New York e l'Essex



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Era la mia festa di compleanno e volevo una festa molto piccola, solo alcune amiche per cena e drink. Non l'incredibile casino che ho avuto l'anno scorso, dando un "arrivederci irlandese" lasciando il bar nel cuore dell'inverno senza cappotto e non dicendo a nessuno che me ne stavo andando. ho scelto Bellezza & Essex, un nuovo locale di piccoli piatti nel Lower East Side che ha appena aperto una settimana prima dallo chef Chris Santos.

La parte anteriore del ristorante era un vecchio banco dei pegni, quindi è tutto ciò che vedi quando arrivi. Attraversi la facciata del banco dei pegni, attraversi una porta e dietro c'è questo bellissimo ristorante a tre piani. Siamo onesti qui ... è completamente "scenografico", quindi indossa il fedora, i jeans attillati e i tacchi alti e preparati a buttarti giù per alcuni deliziosi cocktail e cibo piuttosto buono mentre sei circondato da un sacco di dannatamente bene- persone in cerca.

Abbiamo condiviso un mucchio di piccoli piatti e sorseggiato diversi cocktail da quando era il mio compleanno e tutto il resto. Abbiamo iniziato con i whisky, poi siamo passati ai cocktail durante la cena e occasionalmente in bagno dove servivano lo champagne. Sì, servono champagne in bagno. Avrei potuto scegliere un posto migliore per festeggiare il mio compleanno di un posto con champagne gratis mentre ti ritocchi il rossetto?

La mia carissima amica Allison ha una regola, "niente champagne e niente gin" quando è fuori con Lou. In realtà è più una regola della sua fidanzata per lei perché sa che ci piace fare festa e di solito finiamo per causare un putiferio. Quindi cosa ordina? Il settantacinque Sapphire con zucchero di canna e mirtillo, Bombay Sapphire, Bison Prosecco e il mix acido di Thomaso. Ho mangiato un po' di tutto, incluso il pavone dorato con un hangar di cetrioli e il sake junmai, la mela Granny Smith, l'ananas e la menta. Jamie, il mio vecchio compagno di stanza e complice negli ultimi anni, ha bevuto un cocktail chiamato The Masterly Touch con Grey Goose, nettare di timo limone e perle Campari, poi ha continuato a chiamarlo "Motherly Touch" anche quando il cameriere ha corretto lei ogni volta.

Il nostro cibo spaziava da una varietà di piccoli bocconi e piatti condivisibili come il classico pan con tomate, carpaccio di manzo di Kobe con wasabi, tuorlo d'uovo, wonton croccanti e sesamo nori, gli involtini primavera croccanti in stile banh-mi con maiale arrosto char-sui, coriandolo e sriracha aioli per immersione. Infine, abbiamo avuto gli gnocchi di zuppa di aragosta con citronella, latte di cocco e aromi tailandesi. La mia unica lamentela è che quando abbiamo ordinato i peperoni shishito carbonizzati, che hanno? sempre è stato il mio preferito dai miei viaggi in Spagna, il cameriere ha preceduto l'ordine con il commento più scadente di tutti.

Stava cercando di venderci sui peperoni shishito (mentre io non avevo bisogno di venderli), ha spiegato che alcuni anni fa l'edamame era il cibo alla moda da mangiare. Ora che siamo nel nuovo ristorante alla moda, tanto vale prendere il nuovo cibo più piccante, i peperoni shishito carbonizzati. Ho quasi vomitato in bocca dopo aver sentito il suo sdolcinato Sex and the City che si sentiva pieno di pipì, ma ammetto che li abbiamo ordinati comunque.

Il ristorante era molto divertente, molto affollato e un po' più alla moda del mio posto normale, ma se sei disposto a buttare giù un po' di soldi sarai felice di vivere l'esperienza di condividere con i tuoi amici e di farti fregare i campioni liberi nel gabinetto. Non dimenticare di dare la mancia al barista del bagno.


Chris è nato nel 1971 a Fall River, nel Massachusetts. Sua madre era di origini irlandesi e suo padre era di origini portoghesi. Il più giovane di quattro figli, ha due fratelli e una sorella. [ citazione necessaria ]

All'età di 13 anni, il primo lavoro di Santos in cucina è stato lavare le pentole in un piccolo ristorante locale nella sua città natale di Bristol, nel Rhode Island. [1] Alla fine lo chef lo ha spostato dal lavello ai fornelli, dove ha iniziato a imparare a cucinare nella prima adolescenza. [2]

Ha frequentato la Bristol High School a Bristol, Rhode Island, laureandosi nel 1989. Dopo la laurea, Santos ha studiato arti culinarie alla Johnson & Wales University di Providence, Rhode Island, inizialmente pianificando di frequentarla solo per due anni. Tuttavia, dopo che la scuola gli ha conferito una borsa di studio, è rimasto per altri due anni a studiare gestione di ristoranti e hotel, laureandosi nel 1993 con lode. [3]

Anche se Santos apprezza la sua formazione in arte culinaria presso Johnson & Wales, si considera più uno chef "autodidatta", che non ha mai seguito una formazione formale sotto stimati maestri chef come Jean Georges, Boulud o Batali. [4]

Dopo essersi laureato alla Johnson & Wales, Santos si è trasferito a New York City e nel 1994 è stato assunto dall'iconico Time Café, dove alla fine sarebbe diventato executive chef all'età di 23 anni, rimanendovi fino al 1998. [5] [6]

Nel 1999, ha dedicato la maggior parte di un anno a visitare 14 paesi e oltre 40 città in Europa, il che ha solo favorito la sua passione e il suo amore per la cucina. [3] [4]

Nel 2000, Santos è tornato a New York. Uno dei suoi primi lavori in cucina al suo ritorno negli Stati Uniti è stato al Cranebook Restaurant and Tearoom di ispirazione francese di Boston. [1] Ha lavorato per un breve periodo come chef consulente per Rue 57. Nel novembre 2000, all'età di 29 anni, Santos ha aperto il suo primo ristorante, Wyanoka, di cui era socio ed executive chef. [5] [7] Wyanoka, un piccolo "gioiello nascosto" di un ristorante con appena 27 posti a sedere, ebbe presto un seguito determinato e fedele e ricevette recensioni entusiastiche da pubblicazioni come The New York Times, dove fu criticato favorevolmente dal cibo attuale critico Sam Sifton.

Nel 2003 è diventato executive chef del pluripremiato ristorante latino Suba e l'anno successivo ha ricoperto la stessa posizione al Mojo di Brooklyn, New York. Contemporaneamente, è stato co-proprietario/executive chef presso The Mexican Sandwich Company a Brooklyn, New York. [5]

Nel gennaio 2005, Santos ha aperto il suo ristorante di maggior successo all'epoca, The Stanton Social, con i partner Rich Wolf e Peter Kane. Questo ristorante, situato nel Lower East Side di New York City, è stato accolto molto bene ed è stato elogiato in molte riviste e giornali celebri come Time Out New York, [8] Rivista di New York, [9] e Il New York Times. [10] Lo Stanton Social ha presentato al mondo il marchio unico di Santos per la ristorazione collettiva esperienziale con il suo ampio menu di piccoli piatti multiculturali. Ha chiuso alla fine del 2018. Nel 2007, è stato nominato Star Chefs Rising Star Chef e ha iniziato a sviluppare un ristorante gemello per il suo primo grande successo.

Nel dicembre 2010, Santos ha aperto il suo ristorante più grande fino ad oggi, Beauty & Essex. Lo storico negozio di mobili M. Katz del Lower East Side è stato trasformato in un suggestivo ristorante e lounge su due livelli con un lampadario di cristallo a due piani e un lucernario di sei metri. A pochi mesi dall'apertura, Beauty & Essex è stato votato come il "Ristorante più caldo degli Stati Uniti". Meta immancabile per una clientela di prim'ordine, il ristorante perennemente prenotato ha continuato a promuovere la carriera di Santos come chef famoso e influente.

Nel gennaio 2016, Santos aprirà Vandal, il suo terzo ristorante nel Lower East Side di Manhattan. Santos sta lavorando a due nuovi ristoranti nel 2016 previsti per Los Angeles e Las Vegas. Inoltre, sta attualmente lavorando al suo primo libro di cucina e spera ancora di lanciare una linea di abbigliamento da chef ispirata ai tatuaggi con la celebrità tatuatrice Michelle Myles. [ citazione necessaria ]


Chris è nato nel 1971 a Fall River, nel Massachusetts. Sua madre era di origini irlandesi e suo padre era di origini portoghesi. Il più giovane di quattro figli, ha due fratelli e una sorella. [ citazione necessaria ]

All'età di 13 anni, il primo lavoro di Santos in cucina è stato lavare le pentole in un piccolo ristorante locale nella sua città natale di Bristol, nel Rhode Island. [1] Alla fine lo chef lo ha spostato dal lavello ai fornelli, dove ha iniziato a imparare a cucinare nella prima adolescenza. [2]

Ha frequentato la Bristol High School a Bristol, Rhode Island, laureandosi nel 1989. Dopo la laurea, Santos ha studiato arti culinarie alla Johnson & Wales University di Providence, Rhode Island, inizialmente pianificando di frequentarla solo per due anni. Tuttavia, dopo che la scuola gli ha conferito una borsa di studio, è rimasto per altri due anni a studiare gestione di ristoranti e hotel, laureandosi nel 1993 con lode. [3]

Anche se Santos apprezza la sua formazione in arte culinaria presso Johnson & Wales, si considera più uno chef "autodidatta", che non ha mai seguito una formazione formale sotto stimati maestri chef come Jean Georges, Boulud o Batali. [4]

Dopo essersi laureato alla Johnson & Wales, Santos si è trasferito a New York City e nel 1994 è stato assunto dall'iconico Time Café, dove alla fine sarebbe diventato executive chef all'età di 23 anni, rimanendovi fino al 1998. [5] [6]

Nel 1999, ha dedicato la maggior parte di un anno a visitare 14 paesi e oltre 40 città in Europa, il che ha solo favorito la sua passione e il suo amore per la cucina. [3] [4]

Nel 2000, Santos è tornato a New York. Uno dei suoi primi lavori in cucina al suo ritorno negli Stati Uniti è stato al Cranebook Restaurant and Tearoom di ispirazione francese di Boston. [1] Ha lavorato per un breve periodo come chef consulente per Rue 57. Nel novembre 2000, all'età di 29 anni, Santos ha aperto il suo primo ristorante, Wyanoka, di cui era socio ed executive chef. [5] [7] Wyanoka, un piccolo "gioiello nascosto" di un ristorante con appena 27 posti a sedere, ebbe presto un seguito determinato e fedele e ricevette recensioni entusiastiche da pubblicazioni come The New York Times, dove fu criticato favorevolmente dal cibo attuale critico Sam Sifton.

Nel 2003 è diventato executive chef del pluripremiato ristorante latino Suba e l'anno successivo ha ricoperto la stessa posizione al Mojo di Brooklyn, New York. Contemporaneamente, è stato co-proprietario/executive chef presso The Mexican Sandwich Company a Brooklyn, New York. [5]

Nel gennaio 2005, Santos ha aperto il suo ristorante di maggior successo all'epoca, The Stanton Social, con i partner Rich Wolf e Peter Kane. Questo ristorante, situato nel Lower East Side di New York City, è stato accolto molto bene ed è stato elogiato in molte riviste e giornali celebri come Time Out New York, [8] Rivista di New York, [9] e Il New York Times. [10] Lo Stanton Social ha presentato al mondo il marchio unico di Santos per la ristorazione collettiva esperienziale con il suo ampio menu di piccoli piatti multiculturali. Ha chiuso alla fine del 2018. Nel 2007, è stato nominato Star Chefs Rising Star Chef e ha iniziato a sviluppare un ristorante gemello per il suo primo grande successo.

Nel dicembre 2010, Santos ha aperto il suo ristorante più grande fino ad oggi, Beauty & Essex. Lo storico negozio di mobili M. Katz del Lower East Side è stato trasformato in un suggestivo ristorante e lounge su due livelli con un lampadario di cristallo a due piani e un lucernario di sei metri. A pochi mesi dall'apertura, Beauty & Essex è stato votato come il "Ristorante più caldo degli Stati Uniti". Meta immancabile per una clientela di prim'ordine, il ristorante perennemente prenotato ha continuato a promuovere la carriera di Santos come chef famoso e influente.

Nel gennaio 2016, Santos aprirà Vandal, il suo terzo ristorante nel Lower East Side di Manhattan. Santos sta lavorando a due nuovi ristoranti nel 2016 previsti per Los Angeles e Las Vegas. Inoltre, sta attualmente lavorando al suo primo libro di cucina e spera ancora di lanciare una linea di abbigliamento da chef ispirata ai tatuaggi con la celebrità tatuatrice Michelle Myles. [ citazione necessaria ]


Chris è nato nel 1971 a Fall River, nel Massachusetts. Sua madre era di origini irlandesi e suo padre era di origini portoghesi. Il più giovane di quattro figli, ha due fratelli e una sorella. [ citazione necessaria ]

All'età di 13 anni, il primo lavoro di Santos in cucina è stato lavare le pentole in un piccolo ristorante locale nella sua città natale di Bristol, nel Rhode Island. [1] Alla fine lo chef lo ha spostato dal lavello ai fornelli, dove ha iniziato a imparare a cucinare nella prima adolescenza. [2]

Ha frequentato la Bristol High School a Bristol, Rhode Island, laureandosi nel 1989. Dopo la laurea, Santos ha studiato arti culinarie alla Johnson & Wales University di Providence, Rhode Island, inizialmente pianificando di frequentarla solo per due anni. Tuttavia, dopo che la scuola gli ha conferito una borsa di studio, è rimasto per altri due anni a studiare gestione di ristoranti e hotel, laureandosi nel 1993 con lode. [3]

Anche se Santos apprezza la sua formazione in arte culinaria presso Johnson & Wales, si considera più uno chef "autodidatta", che non ha mai seguito una formazione formale sotto stimati maestri chef come Jean Georges, Boulud o Batali. [4]

Dopo essersi laureato alla Johnson & Wales, Santos si è trasferito a New York City e nel 1994 è stato assunto dall'iconico Time Café, dove alla fine sarebbe diventato executive chef all'età di 23 anni, rimanendovi fino al 1998. [5] [6]

Nel 1999, ha dedicato la maggior parte di un anno a visitare 14 paesi e oltre 40 città in Europa, il che ha solo favorito la sua passione e il suo amore per la cucina. [3] [4]

Nel 2000, Santos è tornato a New York. Uno dei suoi primi lavori in cucina al suo ritorno negli Stati Uniti è stato al Cranebook Restaurant and Tearoom di ispirazione francese di Boston. [1] Ha lavorato per un breve periodo come chef consulente per Rue 57. Nel novembre 2000, all'età di 29 anni, Santos ha aperto il suo primo ristorante, Wyanoka, di cui era socio ed executive chef. [5] [7] Wyanoka, un piccolo "gioiello nascosto" di un ristorante con appena 27 posti a sedere, ebbe presto un seguito determinato e fedele e ricevette recensioni entusiastiche da pubblicazioni come The New York Times, dove fu criticato favorevolmente dal cibo attuale critico Sam Sifton.

Nel 2003 è diventato executive chef del pluripremiato ristorante latino Suba e l'anno successivo ha ricoperto la stessa posizione al Mojo di Brooklyn, New York. Contemporaneamente, è stato co-proprietario/executive chef presso The Mexican Sandwich Company a Brooklyn, New York. [5]

Nel gennaio 2005, Santos ha aperto il suo ristorante di maggior successo all'epoca, The Stanton Social, con i partner Rich Wolf e Peter Kane. Questo ristorante, situato nel Lower East Side di New York City, è stato accolto molto bene ed è stato elogiato in molte riviste e giornali celebri come Time Out New York, [8] Rivista di New York, [9] e Il New York Times. [10] Lo Stanton Social ha presentato al mondo il marchio unico di Santos per la ristorazione collettiva esperienziale con il suo ampio menu di piccoli piatti multiculturali. Ha chiuso alla fine del 2018. Nel 2007, è stato nominato Star Chefs Rising Star Chef e ha iniziato a sviluppare un ristorante gemello per il suo primo grande successo.

Nel dicembre 2010, Santos ha aperto il suo ristorante più grande fino ad oggi, Beauty & Essex. Lo storico negozio di mobili M. Katz del Lower East Side è stato trasformato in un suggestivo ristorante e lounge su due livelli con un lampadario di cristallo a due piani e un lucernario di sei metri. A pochi mesi dall'apertura, Beauty & Essex è stato votato come il "Ristorante più caldo degli Stati Uniti". Meta immancabile per una clientela di prim'ordine, il ristorante perennemente prenotato ha continuato a promuovere la carriera di Santos come chef famoso e influente.

Nel gennaio 2016, Santos aprirà Vandal, il suo terzo ristorante nel Lower East Side di Manhattan. Santos sta lavorando a due nuovi ristoranti nel 2016 previsti per Los Angeles e Las Vegas. Inoltre, sta attualmente lavorando al suo primo libro di cucina e spera ancora di lanciare una linea di abbigliamento da chef ispirata ai tatuaggi con la celebrità tatuatrice Michelle Myles. [ citazione necessaria ]


Chris è nato nel 1971 a Fall River, nel Massachusetts. Sua madre era di origini irlandesi e suo padre era di origini portoghesi. Il più giovane di quattro figli, ha due fratelli e una sorella. [ citazione necessaria ]

All'età di 13 anni, il primo lavoro di Santos in cucina è stato lavare le pentole in un piccolo ristorante locale nella sua città natale di Bristol, nel Rhode Island. [1] Alla fine lo chef lo ha spostato dal lavello ai fornelli, dove ha iniziato a imparare a cucinare nella prima adolescenza. [2]

Ha frequentato la Bristol High School a Bristol, Rhode Island, laureandosi nel 1989. Dopo la laurea, Santos ha studiato arti culinarie alla Johnson & Wales University di Providence, Rhode Island, inizialmente pianificando di frequentarla solo per due anni. Tuttavia, dopo che la scuola gli ha conferito una borsa di studio, è rimasto per altri due anni a studiare gestione di ristoranti e hotel, laureandosi nel 1993 con lode. [3]

Anche se Santos apprezza la sua formazione in arte culinaria presso Johnson & Wales, si considera più uno chef "autodidatta", che non ha mai seguito una formazione formale sotto stimati maestri chef come Jean Georges, Boulud o Batali. [4]

Dopo essersi laureato alla Johnson & Wales, Santos si è trasferito a New York City e nel 1994 è stato assunto dall'iconico Time Café, dove alla fine sarebbe diventato executive chef all'età di 23 anni, rimanendovi fino al 1998. [5] [6]

Nel 1999, ha dedicato la maggior parte di un anno a visitare 14 paesi e oltre 40 città in Europa, il che ha solo favorito la sua passione e il suo amore per la cucina. [3] [4]

Nel 2000, Santos è tornato a New York. Uno dei suoi primi lavori in cucina al suo ritorno negli Stati Uniti è stato al Cranebook Restaurant and Tearoom di ispirazione francese di Boston. [1] Ha lavorato per un breve periodo come chef consulente per Rue 57. Nel novembre 2000, all'età di 29 anni, Santos ha aperto il suo primo ristorante, Wyanoka, di cui era socio ed executive chef. [5] [7] Wyanoka, un piccolo "gioiello nascosto" di un ristorante con appena 27 posti a sedere, ebbe presto un seguito determinato e fedele e ricevette recensioni entusiastiche da pubblicazioni come The New York Times, dove fu criticato favorevolmente dal cibo attuale critico Sam Sifton.

Nel 2003 è diventato executive chef del pluripremiato ristorante latino Suba e l'anno successivo ha ricoperto la stessa posizione al Mojo di Brooklyn, New York. Contemporaneamente, è stato co-proprietario/executive chef presso The Mexican Sandwich Company a Brooklyn, New York. [5]

Nel gennaio 2005, Santos ha aperto il suo ristorante di maggior successo all'epoca, The Stanton Social, con i partner Rich Wolf e Peter Kane. Questo ristorante, situato nel Lower East Side di New York City, è stato accolto molto bene ed è stato elogiato in molte riviste e giornali celebri come Time Out New York, [8] Rivista di New York, [9] e Il New York Times. [10] Lo Stanton Social ha presentato al mondo il marchio unico di Santos per la ristorazione collettiva esperienziale con il suo ampio menu di piccoli piatti multiculturali. Ha chiuso alla fine del 2018. Nel 2007, è stato nominato Star Chefs Rising Star Chef e ha iniziato a sviluppare un ristorante gemello per il suo primo grande successo.

Nel dicembre 2010, Santos ha aperto il suo ristorante più grande fino ad oggi, Beauty & Essex. Lo storico negozio di mobili M. Katz del Lower East Side è stato trasformato in un suggestivo ristorante e lounge su due livelli con un lampadario di cristallo a due piani e un lucernario di sei metri. A pochi mesi dall'apertura, Beauty & Essex è stato votato come il "Ristorante più caldo degli Stati Uniti". Meta immancabile per una clientela di prim'ordine, il ristorante perennemente prenotato ha continuato a promuovere la carriera di Santos come chef famoso e influente.

Nel gennaio 2016, Santos aprirà Vandal, il suo terzo ristorante nel Lower East Side di Manhattan. Santos sta lavorando a due nuovi ristoranti nel 2016 previsti per Los Angeles e Las Vegas. Inoltre, sta attualmente lavorando al suo primo libro di cucina e spera ancora di lanciare una linea di abbigliamento da chef ispirata ai tatuaggi con la celebrità tatuatrice Michelle Myles. [ citazione necessaria ]


Chris è nato nel 1971 a Fall River, nel Massachusetts. Sua madre era di origini irlandesi e suo padre era di origini portoghesi. Il più giovane di quattro figli, ha due fratelli e una sorella. [ citazione necessaria ]

All'età di 13 anni, il primo lavoro di Santos in cucina è stato lavare le pentole in un piccolo ristorante locale nella sua città natale di Bristol, nel Rhode Island. [1] Alla fine lo chef lo ha spostato dal lavello ai fornelli, dove ha iniziato a imparare a cucinare nella prima adolescenza. [2]

Ha frequentato la Bristol High School a Bristol, Rhode Island, laureandosi nel 1989. Dopo la laurea, Santos ha studiato arti culinarie alla Johnson & Wales University di Providence, Rhode Island, inizialmente pianificando di frequentarla solo per due anni. Tuttavia, dopo che la scuola gli ha conferito una borsa di studio, è rimasto per altri due anni a studiare gestione di ristoranti e hotel, laureandosi nel 1993 con lode. [3]

Anche se Santos apprezza la sua formazione in arte culinaria presso Johnson & Wales, si considera più uno chef "autodidatta", che non ha mai seguito una formazione formale sotto stimati maestri chef come Jean Georges, Boulud o Batali. [4]

Dopo essersi laureato alla Johnson & Wales, Santos si è trasferito a New York City e nel 1994 è stato assunto dall'iconico Time Café, dove alla fine sarebbe diventato executive chef all'età di 23 anni, rimanendovi fino al 1998. [5] [6]

Nel 1999, ha dedicato la maggior parte di un anno a visitare 14 paesi e oltre 40 città in Europa, il che ha solo favorito la sua passione e il suo amore per la cucina. [3] [4]

Nel 2000, Santos è tornato a New York. Uno dei suoi primi lavori in cucina al suo ritorno negli Stati Uniti è stato al Cranebook Restaurant and Tearoom di ispirazione francese di Boston. [1] Ha lavorato per un breve periodo come chef consulente per Rue 57. Nel novembre 2000, all'età di 29 anni, Santos ha aperto il suo primo ristorante, Wyanoka, di cui era socio ed executive chef. [5] [7] Wyanoka, un piccolo "gioiello nascosto" di un ristorante con appena 27 posti a sedere, ebbe presto un seguito determinato e fedele e ricevette recensioni entusiastiche da pubblicazioni come The New York Times, dove fu criticato favorevolmente dal cibo attuale critico Sam Sifton.

Nel 2003 è diventato executive chef del pluripremiato ristorante latino Suba e l'anno successivo ha ricoperto la stessa posizione al Mojo di Brooklyn, New York. Contemporaneamente, è stato co-proprietario/executive chef presso The Mexican Sandwich Company a Brooklyn, New York. [5]

Nel gennaio 2005, Santos ha aperto il suo ristorante di maggior successo all'epoca, The Stanton Social, con i partner Rich Wolf e Peter Kane. Questo ristorante, situato nel Lower East Side di New York City, è stato accolto molto bene ed è stato elogiato in molte riviste e giornali celebri come Time Out New York, [8] Rivista di New York, [9] e Il New York Times. [10] Lo Stanton Social ha presentato al mondo il marchio unico di Santos per la ristorazione collettiva esperienziale con il suo ampio menu di piccoli piatti multiculturali. Ha chiuso alla fine del 2018. Nel 2007, è stato nominato Star Chefs Rising Star Chef e ha iniziato a sviluppare un ristorante gemello per il suo primo grande successo.

Nel dicembre 2010, Santos ha aperto il suo ristorante più grande fino ad oggi, Beauty & Essex. Lo storico negozio di mobili M. Katz del Lower East Side è stato trasformato in un suggestivo ristorante e lounge su due livelli con un lampadario di cristallo a due piani e un lucernario di sei metri. A pochi mesi dall'apertura, Beauty & Essex è stato votato come il "Ristorante più caldo degli Stati Uniti". Meta immancabile per una clientela di prim'ordine, il ristorante perennemente prenotato ha continuato a promuovere la carriera di Santos come chef famoso e influente.

Nel gennaio 2016, Santos aprirà Vandal, il suo terzo ristorante nel Lower East Side di Manhattan. Santos sta lavorando a due nuovi ristoranti nel 2016 previsti per Los Angeles e Las Vegas. Inoltre, sta attualmente lavorando al suo primo libro di cucina e spera ancora di lanciare una linea di abbigliamento da chef ispirata ai tatuaggi con la celebrità tatuatrice Michelle Myles. [ citazione necessaria ]


Chris è nato nel 1971 a Fall River, nel Massachusetts. Sua madre era di origini irlandesi e suo padre era di origini portoghesi. Il più giovane di quattro figli, ha due fratelli e una sorella. [ citazione necessaria ]

All'età di 13 anni, il primo lavoro di Santos in cucina è stato lavare le pentole in un piccolo ristorante locale nella sua città natale di Bristol, nel Rhode Island. [1] Alla fine lo chef lo ha spostato dal lavello ai fornelli, dove ha iniziato a imparare a cucinare nella prima adolescenza. [2]

Ha frequentato la Bristol High School a Bristol, Rhode Island, laureandosi nel 1989. Dopo la laurea, Santos ha studiato arti culinarie alla Johnson & Wales University di Providence, Rhode Island, inizialmente pianificando di frequentarla solo per due anni. Tuttavia, dopo che la scuola gli ha conferito una borsa di studio, è rimasto per altri due anni a studiare gestione di ristoranti e hotel, laureandosi nel 1993 con lode. [3]

Anche se Santos apprezza la sua formazione in arte culinaria presso Johnson & Wales, si considera più uno chef "autodidatta", che non ha mai seguito una formazione formale sotto stimati maestri chef come Jean Georges, Boulud o Batali. [4]

Dopo essersi laureato alla Johnson & Wales, Santos si è trasferito a New York City e nel 1994 è stato assunto dall'iconico Time Café, dove alla fine sarebbe diventato executive chef all'età di 23 anni, rimanendovi fino al 1998. [5] [6]

Nel 1999, ha dedicato la maggior parte di un anno a visitare 14 paesi e oltre 40 città in Europa, il che ha solo favorito la sua passione e il suo amore per la cucina. [3] [4]

Nel 2000, Santos è tornato a New York. Uno dei suoi primi lavori in cucina al suo ritorno negli Stati Uniti è stato al Cranebook Restaurant and Tearoom di ispirazione francese di Boston. [1] Ha lavorato per un breve periodo come chef consulente per Rue 57. Nel novembre 2000, all'età di 29 anni, Santos ha aperto il suo primo ristorante, Wyanoka, di cui era socio ed executive chef. [5] [7] Wyanoka, un piccolo "gioiello nascosto" di un ristorante con appena 27 posti a sedere, ebbe presto un seguito determinato e fedele e ricevette recensioni entusiastiche da pubblicazioni come The New York Times, dove fu criticato favorevolmente dal cibo attuale critico Sam Sifton.

Nel 2003 è diventato executive chef del pluripremiato ristorante latino Suba e l'anno successivo ha ricoperto la stessa posizione al Mojo di Brooklyn, New York. Contemporaneamente, è stato co-proprietario/executive chef presso The Mexican Sandwich Company a Brooklyn, New York. [5]

Nel gennaio 2005, Santos ha aperto il suo ristorante di maggior successo all'epoca, The Stanton Social, con i partner Rich Wolf e Peter Kane. Questo ristorante, situato nel Lower East Side di New York City, è stato accolto molto bene ed è stato elogiato in molte riviste e giornali celebri come Time Out New York, [8] Rivista di New York, [9] e Il New York Times. [10] Lo Stanton Social ha presentato al mondo il marchio unico di Santos per la ristorazione collettiva esperienziale con il suo ampio menu di piccoli piatti multiculturali. Ha chiuso alla fine del 2018. Nel 2007, è stato nominato Star Chefs Rising Star Chef e ha iniziato a sviluppare un ristorante gemello per il suo primo grande successo.

Nel dicembre 2010, Santos ha aperto il suo ristorante più grande fino ad oggi, Beauty & Essex. Lo storico negozio di mobili M. Katz del Lower East Side è stato trasformato in un suggestivo ristorante e lounge su due livelli con un lampadario di cristallo a due piani e un lucernario di sei metri. A pochi mesi dall'apertura, Beauty & Essex è stato votato come il "Ristorante più caldo degli Stati Uniti". Meta immancabile per una clientela di prim'ordine, il ristorante perennemente prenotato ha continuato a promuovere la carriera di Santos come chef famoso e influente.

Nel gennaio 2016, Santos aprirà Vandal, il suo terzo ristorante nel Lower East Side di Manhattan. Santos sta lavorando a due nuovi ristoranti nel 2016 previsti per Los Angeles e Las Vegas. Inoltre, sta attualmente lavorando al suo primo libro di cucina e spera ancora di lanciare una linea di abbigliamento da chef ispirata ai tatuaggi con la celebrità tatuatrice Michelle Myles. [ citazione necessaria ]


Chris è nato nel 1971 a Fall River, nel Massachusetts. Sua madre era di origini irlandesi e suo padre era di origini portoghesi. Il più giovane di quattro figli, ha due fratelli e una sorella. [ citazione necessaria ]

All'età di 13 anni, il primo lavoro di Santos in cucina è stato lavare le pentole in un piccolo ristorante locale nella sua città natale di Bristol, nel Rhode Island. [1] Alla fine lo chef lo ha spostato dal lavello ai fornelli, dove ha iniziato a imparare a cucinare nella prima adolescenza. [2]

Ha frequentato la Bristol High School a Bristol, Rhode Island, laureandosi nel 1989. Dopo la laurea, Santos ha studiato arti culinarie alla Johnson & Wales University di Providence, Rhode Island, inizialmente pianificando di frequentarla solo per due anni. Tuttavia, dopo che la scuola gli ha conferito una borsa di studio, è rimasto per altri due anni a studiare gestione di ristoranti e hotel, laureandosi nel 1993 con lode. [3]

Anche se Santos apprezza la sua formazione in arte culinaria presso Johnson & Wales, si considera più uno chef "autodidatta", che non ha mai seguito una formazione formale sotto stimati maestri chef come Jean Georges, Boulud o Batali. [4]

Dopo essersi laureato alla Johnson & Wales, Santos si è trasferito a New York City e nel 1994 è stato assunto dall'iconico Time Café, dove alla fine sarebbe diventato executive chef all'età di 23 anni, rimanendovi fino al 1998. [5] [6]

Nel 1999, ha dedicato la maggior parte di un anno a visitare 14 paesi e oltre 40 città in Europa, il che ha solo favorito la sua passione e il suo amore per la cucina. [3] [4]

Nel 2000, Santos è tornato a New York. Uno dei suoi primi lavori in cucina al suo ritorno negli Stati Uniti è stato al Cranebook Restaurant and Tearoom di ispirazione francese di Boston. [1] Ha lavorato per un breve periodo come chef consulente per Rue 57. Nel novembre 2000, all'età di 29 anni, Santos ha aperto il suo primo ristorante, Wyanoka, di cui era socio ed executive chef. [5] [7] Wyanoka, un piccolo "gioiello nascosto" di un ristorante con appena 27 posti a sedere, ebbe presto un seguito determinato e fedele e ricevette recensioni entusiastiche da pubblicazioni come The New York Times, dove fu criticato favorevolmente dal cibo attuale critico Sam Sifton.

Nel 2003 è diventato executive chef del pluripremiato ristorante latino Suba e l'anno successivo ha ricoperto la stessa posizione al Mojo di Brooklyn, New York. Contemporaneamente, è stato co-proprietario/executive chef presso The Mexican Sandwich Company a Brooklyn, New York. [5]

Nel gennaio 2005, Santos ha aperto il suo ristorante di maggior successo all'epoca, The Stanton Social, con i partner Rich Wolf e Peter Kane. Questo ristorante, situato nel Lower East Side di New York City, è stato accolto molto bene ed è stato elogiato in molte riviste e giornali celebri come Time Out New York, [8] Rivista di New York, [9] e Il New York Times. [10] Lo Stanton Social ha presentato al mondo il marchio unico di Santos per la ristorazione collettiva esperienziale con il suo ampio menu di piccoli piatti multiculturali. Ha chiuso alla fine del 2018. Nel 2007, è stato nominato Star Chefs Rising Star Chef e ha iniziato a sviluppare un ristorante gemello per il suo primo grande successo.

Nel dicembre 2010, Santos ha aperto il suo ristorante più grande fino ad oggi, Beauty & Essex. Lo storico negozio di mobili M. Katz del Lower East Side è stato trasformato in un suggestivo ristorante e lounge su due livelli con un lampadario di cristallo a due piani e un lucernario di sei metri. A pochi mesi dall'apertura, Beauty & Essex è stato votato come il "Ristorante più caldo degli Stati Uniti". Meta immancabile per una clientela di prim'ordine, il ristorante perennemente prenotato ha continuato a promuovere la carriera di Santos come chef famoso e influente.

Nel gennaio 2016, Santos aprirà Vandal, il suo terzo ristorante nel Lower East Side di Manhattan. Santos is working on two new restaurants in 2016 which are slated for Los Angeles and Las Vegas. In addition, he is currently working on his first cookbook, and still hopes to launch a long-rumored line of tattoo-inspired chef apparel with celebrity Tattoo Artist Michelle Myles. [ citation needed ]


Chris was born in 1971, in Fall River, Massachusetts. His mother was of Irish descent and his father was of Portuguese ancestry. The youngest of four children, he has two brothers and one sister. [ citation needed ]

At age 13, Santos's first job in the kitchen was washing pots at a small local restaurant in his hometown of Bristol, Rhode Island. [1] Eventually the chef moved him from the sink to the stove where he started learning how to cook in his early teens. [2]

He attended Bristol High School in Bristol, Rhode Island, graduating in 1989. Upon graduation, Santos studied culinary arts at Johnson & Wales University in Providence, Rhode Island, initially planning on attending for only two years. However, after the school awarded him a fellowship, he remained for two more years studying restaurant and hotel management, graduating in 1993 with honors. [3]

Even though Santos is appreciative of his culinary art training at Johnson & Wales, he considers himself to be more so a "self-taught" chef, never undergoing formal training under esteemed master chefs such as Jean Georges, Boulud, or Batali. [4]

After graduating from Johnson & Wales, Santos moved to New York City and in 1994, he was hired by the iconic Time Café, where he eventually would become executive chef at the age of 23, remaining until 1998. [5] [6]

In 1999, he devoted the better part of a year visiting 14 countries and over 40 cities in Europe - which only furthered his passion and love for cooking. [3] [4]

In 2000, Santos returned to NYC. One of his first kitchen jobs upon returning to the US was at Boston's French-inspired Cranebook Restaurant and Tearoom. [1] He pulled a brief stint as consulting chef for Rue 57. In November 2000, at the age of 29, Santos opened his first restaurant, Wyanoka, where he was partner and executive chef. [5] [7] Wyanoka, a tiny "hidden gem" of a restaurant with just 27 seats, soon had a determined and loyal following and received glowing reviews from publications such as The New York Times, where he was favorably critiqued by current food critic Sam Sifton.

In 2003, he became executive chef at award-winning Latin restaurant Suba, and the following year he held the same position at Brooklyn, New York's Mojo. Simultaneously, he was co-owner/executive chef at The Mexican Sandwich Company in Brooklyn, New York. [5]

In January 2005, Santos opened his most successful restaurant at the time, The Stanton Social, with partners Rich Wolf and Peter Kane. This restaurant, located in New York City's Lower East Side, was very well received and has been praised in many celebrated magazines and newspapers such as Time Out New York, [8] New York Magazine, [9] and The New York Times. [10] The Stanton Social introduced the world to Santos' unique brand of experiential communal dining with its expansive menu of multi-cultural small plates. It closed at the end of 2018. In 2007, he was named Star Chefs Rising Star Chef and began developing a sister-restaurant to his first smash hit.

In December 2010, Santos opened his largest restaurant to date, Beauty & Essex. The Lower East Side's historic M. Katz Furniture store was transformed into a dramatic bi-level restaurant and lounge with a two-story crystal chandelier and a twenty-foot skylight. Within months of opening, Beauty & Essex was voted the "Hottest Restaurant in the U.S." A staple destination for A-list clientele, the perennially booked restaurant has continued to propel Santos' career as an influential, celebrity chef.

In January 2016, Santos is scheduled to open Vandal, his third restaurant in Manhattan's Lower East Side. Santos is working on two new restaurants in 2016 which are slated for Los Angeles and Las Vegas. In addition, he is currently working on his first cookbook, and still hopes to launch a long-rumored line of tattoo-inspired chef apparel with celebrity Tattoo Artist Michelle Myles. [ citation needed ]


Chris was born in 1971, in Fall River, Massachusetts. His mother was of Irish descent and his father was of Portuguese ancestry. The youngest of four children, he has two brothers and one sister. [ citation needed ]

At age 13, Santos's first job in the kitchen was washing pots at a small local restaurant in his hometown of Bristol, Rhode Island. [1] Eventually the chef moved him from the sink to the stove where he started learning how to cook in his early teens. [2]

He attended Bristol High School in Bristol, Rhode Island, graduating in 1989. Upon graduation, Santos studied culinary arts at Johnson & Wales University in Providence, Rhode Island, initially planning on attending for only two years. However, after the school awarded him a fellowship, he remained for two more years studying restaurant and hotel management, graduating in 1993 with honors. [3]

Even though Santos is appreciative of his culinary art training at Johnson & Wales, he considers himself to be more so a "self-taught" chef, never undergoing formal training under esteemed master chefs such as Jean Georges, Boulud, or Batali. [4]

After graduating from Johnson & Wales, Santos moved to New York City and in 1994, he was hired by the iconic Time Café, where he eventually would become executive chef at the age of 23, remaining until 1998. [5] [6]

In 1999, he devoted the better part of a year visiting 14 countries and over 40 cities in Europe - which only furthered his passion and love for cooking. [3] [4]

In 2000, Santos returned to NYC. One of his first kitchen jobs upon returning to the US was at Boston's French-inspired Cranebook Restaurant and Tearoom. [1] He pulled a brief stint as consulting chef for Rue 57. In November 2000, at the age of 29, Santos opened his first restaurant, Wyanoka, where he was partner and executive chef. [5] [7] Wyanoka, a tiny "hidden gem" of a restaurant with just 27 seats, soon had a determined and loyal following and received glowing reviews from publications such as The New York Times, where he was favorably critiqued by current food critic Sam Sifton.

In 2003, he became executive chef at award-winning Latin restaurant Suba, and the following year he held the same position at Brooklyn, New York's Mojo. Simultaneously, he was co-owner/executive chef at The Mexican Sandwich Company in Brooklyn, New York. [5]

In January 2005, Santos opened his most successful restaurant at the time, The Stanton Social, with partners Rich Wolf and Peter Kane. This restaurant, located in New York City's Lower East Side, was very well received and has been praised in many celebrated magazines and newspapers such as Time Out New York, [8] New York Magazine, [9] and The New York Times. [10] The Stanton Social introduced the world to Santos' unique brand of experiential communal dining with its expansive menu of multi-cultural small plates. It closed at the end of 2018. In 2007, he was named Star Chefs Rising Star Chef and began developing a sister-restaurant to his first smash hit.

In December 2010, Santos opened his largest restaurant to date, Beauty & Essex. The Lower East Side's historic M. Katz Furniture store was transformed into a dramatic bi-level restaurant and lounge with a two-story crystal chandelier and a twenty-foot skylight. Within months of opening, Beauty & Essex was voted the "Hottest Restaurant in the U.S." A staple destination for A-list clientele, the perennially booked restaurant has continued to propel Santos' career as an influential, celebrity chef.

In January 2016, Santos is scheduled to open Vandal, his third restaurant in Manhattan's Lower East Side. Santos is working on two new restaurants in 2016 which are slated for Los Angeles and Las Vegas. In addition, he is currently working on his first cookbook, and still hopes to launch a long-rumored line of tattoo-inspired chef apparel with celebrity Tattoo Artist Michelle Myles. [ citation needed ]


Chris was born in 1971, in Fall River, Massachusetts. His mother was of Irish descent and his father was of Portuguese ancestry. The youngest of four children, he has two brothers and one sister. [ citation needed ]

At age 13, Santos's first job in the kitchen was washing pots at a small local restaurant in his hometown of Bristol, Rhode Island. [1] Eventually the chef moved him from the sink to the stove where he started learning how to cook in his early teens. [2]

He attended Bristol High School in Bristol, Rhode Island, graduating in 1989. Upon graduation, Santos studied culinary arts at Johnson & Wales University in Providence, Rhode Island, initially planning on attending for only two years. However, after the school awarded him a fellowship, he remained for two more years studying restaurant and hotel management, graduating in 1993 with honors. [3]

Even though Santos is appreciative of his culinary art training at Johnson & Wales, he considers himself to be more so a "self-taught" chef, never undergoing formal training under esteemed master chefs such as Jean Georges, Boulud, or Batali. [4]

After graduating from Johnson & Wales, Santos moved to New York City and in 1994, he was hired by the iconic Time Café, where he eventually would become executive chef at the age of 23, remaining until 1998. [5] [6]

In 1999, he devoted the better part of a year visiting 14 countries and over 40 cities in Europe - which only furthered his passion and love for cooking. [3] [4]

In 2000, Santos returned to NYC. One of his first kitchen jobs upon returning to the US was at Boston's French-inspired Cranebook Restaurant and Tearoom. [1] He pulled a brief stint as consulting chef for Rue 57. In November 2000, at the age of 29, Santos opened his first restaurant, Wyanoka, where he was partner and executive chef. [5] [7] Wyanoka, a tiny "hidden gem" of a restaurant with just 27 seats, soon had a determined and loyal following and received glowing reviews from publications such as The New York Times, where he was favorably critiqued by current food critic Sam Sifton.

In 2003, he became executive chef at award-winning Latin restaurant Suba, and the following year he held the same position at Brooklyn, New York's Mojo. Simultaneously, he was co-owner/executive chef at The Mexican Sandwich Company in Brooklyn, New York. [5]

In January 2005, Santos opened his most successful restaurant at the time, The Stanton Social, with partners Rich Wolf and Peter Kane. This restaurant, located in New York City's Lower East Side, was very well received and has been praised in many celebrated magazines and newspapers such as Time Out New York, [8] New York Magazine, [9] and The New York Times. [10] The Stanton Social introduced the world to Santos' unique brand of experiential communal dining with its expansive menu of multi-cultural small plates. It closed at the end of 2018. In 2007, he was named Star Chefs Rising Star Chef and began developing a sister-restaurant to his first smash hit.

In December 2010, Santos opened his largest restaurant to date, Beauty & Essex. The Lower East Side's historic M. Katz Furniture store was transformed into a dramatic bi-level restaurant and lounge with a two-story crystal chandelier and a twenty-foot skylight. Within months of opening, Beauty & Essex was voted the "Hottest Restaurant in the U.S." A staple destination for A-list clientele, the perennially booked restaurant has continued to propel Santos' career as an influential, celebrity chef.

In January 2016, Santos is scheduled to open Vandal, his third restaurant in Manhattan's Lower East Side. Santos is working on two new restaurants in 2016 which are slated for Los Angeles and Las Vegas. In addition, he is currently working on his first cookbook, and still hopes to launch a long-rumored line of tattoo-inspired chef apparel with celebrity Tattoo Artist Michelle Myles. [ citation needed ]