Nuove ricette

Dolce fatto in casa

Dolce fatto in casa


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Mettere sul fuoco (piccola fiamma) l'acqua con l'olio e il sale e quando inizia a bollire aggiungere la farina mescolando continuamente finché non si stacca dal tegame (pochi secondi). Quando la composizione si raffredda, aggiungi le uova, una per una e mescola bene dopo ognuna. Mettere la composizione in un elegante contenitore per la decorazione e formare dei bastoncini nella teglia, foderata con carta da forno. Cuocere a fuoco medio per 20-25 minuti.

Quando sarà fredda, tagliatela a metà e farcitela con la crema alla vaniglia.

Per la crema, mescolare lo zucchero con la margarina e sciogliere a fuoco basso, aggiungere la farina, mescolare bene in modo che non rimanga grumosa, quindi aggiungere il latte e far bollire, mescolando continuamente, finché non si addensa come una ciulama. Alla fine aggiungete l'essenza di vaniglia.

Dopo aver riempito tutti gli éclair con la crema, preparate la glassa al cioccolato Dr. Oetker seguendo le istruzioni sulla busta e mettete un cucchiaino su ogni éclair.


Il deserto di Sonora

Cos'è un deserto?

Innanzitutto, iniziamo con la definizione di un deserto. Le aree che ricevevano meno di 10 pollici di pioggia all'anno erano considerate deserti, ma includevano aree che non sembravano deserti. Quindi ora, per essere considerata un deserto, l'area riceve meno di 10 pollici di pioggia ed evapora più di 10 pollici di pioggia all'anno. Ci sono quattro deserti in Nord America: The Great Basin, Mojave, Chihuahuan e Sonoran.

Dov'è?

Per gentile concessione: Western National Parks Assn.

Il deserto di Sonora si trova principalmente in Messico. Più di due terzi della sua superficie totale si trova in Baja California e nello stato di Sonora. Negli Stati Uniti, la maggior parte del deserto di Sonora si trova nel terzo meridionale dell'Arizona, con piccole aree nel sud-est della California. È un deserto subtropicale e il deserto più complesso del Nord America. Ha una grande diversità nelle strutture geologiche, nonché nel numero e nella varietà di piante e animali.

Una ragione per le numerose piante e animali nel deserto di Sonora è che riceve piogge bi-stagionali. La pioggia cade in questo deserto durante i mesi invernali e anche a luglio e agosto. Poiché la pioggia si verifica due volte all'anno, le piante non devono aspettare così a lungo tra un drink e l'altro.


Deserto: bignè fatti in casa

Indossa il grembiule da cucina e prepara un vassoio di fantastici bignè.

140g di farina normale
1 pizzico di zucchero
125 ml di latte
100 g di burro
4 uova

300 ml di latte
50 g di zucchero di canna
2 tuorli
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
4 cucchiaini di farina normale
4 cucchiaini di amido
300ml di panna liquida

Metodo di preparazione:

• 1. Inizia con la crema all'uovo. Scaldare il latte fino quasi a bollore in un pentolino. Nel frattempo mescolate in una ciotola lo zucchero, i tuorli e la vaniglia. Aggiungere la farina e la fecola, gradualmente, un cucchiaino alla volta, fino ad ottenere un impasto omogeneo. Mescolate gradualmente il latte caldo, quindi rimettete il tutto nella padella in cui è stato scaldato il latte. Lasciare sul fuoco alto, mescolando continuamente per 5 minuti fino a quando non si addensa - diventerà grumoso, ma mescolando energicamente con un cucchiaio di legno si omogeneizzerà. Adagiate la pellicola alimentare direttamente sulla superficie della crema, poi lasciate raffreddare e poi in frigorifero, fino a quando non servirà a farcire gli bignè.

• 2. Per le ciambelle, preriscaldare il forno a 220ºC/gas 7. Setacciare la farina, lo zucchero e un pizzico di sale in una ciotola. Mettere il latte e il burro in una casseruola media con 125 ml di acqua. Riscaldare lentamente in modo che il burro si sciolga, ma non faccia bollire il liquido. Dopo che il burro si è sciolto completamente, accendi il fuoco finché la composizione non bolle. Spegnete subito il fuoco, aggiungete la farina e sbattete energicamente con un cucchiaio di legno fino ad ottenere una crosticina omogenea che si stacca dai bordi della padella. Viene posizionato su un piatto piano per raffreddarsi abbastanza da poter essere maneggiato a mano.

• 3. Dopo che la crostata si è raffreddata, rimettetela nella teglia. Usando un cucchiaio di legno, mescolate le uova, una ad una, fino ad ottenere un composto omogeneo e lucido.

• 4. Tagliare due fogli grandi di carta da forno. Disegna su ciascuna due serie di linee a una distanza di 10 cm l'una dall'altra. Queste saranno le linee guida affinché gli eclair abbiano all'incirca le stesse dimensioni. Coprite due vassoi con i due fogli di carta da forno, a faccia in giù. Mettere la crostata in uno spirito con una punta di 1 cm di diametro o in un sacchetto con un angolo tagliato. Cospargere due file di bignè a forma di S in ogni vassoio, tra le linee guida. Infornare una teglia sul ripiano più alto per 25 minuti, impostando inizialmente la temperatura a 200°C/gas 6.

• 5. Dopo 25 minuti, praticare un foro all'estremità di ogni ciambella o con un coltello seghettato tagliarla a metà. Mettere in forno con il torsolo verso l'alto, ad asciugare per 5 minuti, fino a quando saranno dorati e croccanti. Mettere da parte a raffreddare.

• 6. Mentre le ciambelle si raffreddano, finire di farcire. Sbattere la panna montata fino a quando non si addensa, poi - con un mixer - montare la panna fredda e far riposare finché non diventa di nuovo morbida. Incorporate la panna montata alla panna. Metti questa miscela in uno spirito o in un sacchetto per alimenti. Usa una punta piccola se le ciambelle verranno riempite attraverso il foro o una punta più grande se sono state tagliate a metà. Farcire con cura ogni ciambella. Metti su un supporto di metallo e copri con la tua glassa preferita.

Leggi altre ricette interessanti solo su Good Food!


Come preparare gli bignè al burro?

Portare a bollore l'acqua, il burro e il sale, quando bolle, spegnere il fuoco e aggiungere la farina, mescolando energicamente con un cucchiaio di legno.

Ho qualche cucchiaio di legno che uso solo per i dolci, altrimenti i dolci possono avere il sapore di cipolla, aglio ed è molto sgradevole.
Aggiungete gradualmente le uova, a seconda di quanto richiede l'impasto (diventa una crema chiara), se non ve ne rendete conto, mettete 8 uova grandi.

Sbattete prima le uova in una ciotola di sale e lasciatele per almeno 20 minuti prima di aggiungerle all'impasto, il colore sarà molto più intenso. Peccato che la foto non mostri che bel colore hanno le mie conchiglie.

Versateli nella teglia foderata di carta da forno, utilizzando un pos con dui (forma tonda, semplice) o sprit (forma dentata) o con un cucchiaio, più piccolo per le mini eclissi o più grande, allungato o tondo (grande per "Choux a per creme” o piccole per Profiterole).

Lasciare uno spazio tra di loro, per non attaccare, da questa composizione escono 2 normali teglie da forno.

Infornare in forno riscaldato a 200 gradi, cuocere a fuoco vivo per 15 minuti, poi lasciare a fuoco medio per far asciugare bene i gusci.

GRANDE ATTENZIONE. Non aprire il forno nei primi 20 minuti, altrimenti rimarranno i gusci, non usciranno quelle belle ciambelle, vuote nel mezzo!
Lasciar raffreddare e tagliare con un coltello seghettato (utensile indispensabile in cucina per tagliare torte, torte, pane fresco).

Preparare a parte la crema (creme pasticcere): GUARDA QUI LA RICETTA (clicca) .

Riempire i gusci con pos, è più facile e veloce o con un cucchiaio.

Se fai "Choux a la creme", metti sopra una parola cattiva dalla panna montata.

Polvere con zucchero a velo o glassa con cioccolato, fondente…

Glassa al cioccolato

Mettere il cioccolato, il burro e la panna acida a bagnomaria, finché non si sciolgono, quindi versare sugli bignè o fare una grigliata… secondo la vostra fantasia.

Ho anche messo sopra degli ornamenti di pasta di zucchero, che avevo fatto per una torta.

Per profiteroles, usate dei gusci piccoli e rotondi, farciti con questa crema.

Mettere 3-4 ciambelle in una coppetta, mettere sopra del gelato assortito, decorare con panna montata e sciroppo di cioccolato.

Queste conchiglie possono diventare sfiziosi antipasti se farcite con paste varie o creme salate: formaggi, pesce, caviale, paté di fegato, ecc.

Dallo stesso impasto ne escono alcuni ciambelle buonissime e soffici: versare con un cucchiaio di palline nell'olio bollente, dopo aver fritto in polvere con la farina di vaniglia lo zucchero.

La ricetta del burro eclair è già stata provata dai lettori del blog, puoi vedere solo alcuni dei risultati qui sotto, ti invito a provare questa ricetta.


Ricerca Web mobile negli Stati Uniti

Apprezziamo il tuo feedback su come migliorare Yahoo Search. Questo forum è per te per suggerire prodotti e fornire feedback ponderati. Cerchiamo sempre di migliorare i nostri prodotti e possiamo utilizzare i feedback più popolari per apportare un cambiamento positivo!

Se hai bisogno di assistenza di qualsiasi tipo, trova l'aiuto di autoapprendimento sul nostro sito di assistenza. Questo forum non è monitorato per eventuali problemi relativi al supporto.

Il forum di feedback sui prodotti Yahoo ora richiede un ID Yahoo e una password validi per partecipare.

Ora ti viene richiesto di accedere utilizzando il tuo account e-mail Yahoo per fornirci feedback e inviare voti e commenti alle idee esistenti. Se non hai un ID Yahoo o la password per il tuo ID Yahoo, registrati per un nuovo account.

Se disponi di un ID Yahoo e di una password validi, segui questi passaggi se desideri rimuovere i tuoi post, commenti, voti e/o profilo dal forum di feedback sui prodotti Yahoo.


Crema alla vaniglia

Crema alla vaniglia, crema pasticcera base, crema pasticcera alla vaniglia, crème patissière - video ricetta passo passo. Come si prepara e si usa ma anche alcuni derivati ​​della classica crema alla vaniglia.

Sotto tutti i suddetti nomi è conosciuta la crema più versatile della pasticceria internazionale, perché utilizzata nei loro prodotti sia dai francesi, che la chiamano crema pasticciera , così come gli italiani che lo dicono con orgoglio crema pasticciera e gli inglesi naturalmente affermano che era la base di tutti loro crema pasticcera alla vaniglia , che è la stessa cosa, cioè una crema a base di latte, uova e farina, addolcita con zucchero e aromatizzata con vaniglia.

Non si sa, dopotutto, chi e quando sia stato usato questo classica crema alla vaniglia per la prima volta, il fatto è che la pasticceria moderna sarebbe difficile da immaginare senza di essa. Non è solo una gustosa crema in sé, ma anche un ingrediente base di altre creme, di cui parleremo più avanti.
Crema alla vaniglia (crema pasticcera) è il classico ripieno per eclere, choux a la crème, cremșnit, è una crema che può essere rilavorata termicamente (mediante cottura), quindi è una delle farciture consolidate dei croissant, ecc.

RICETTE CREMA VANIGLIA

Choux a la creme, video ricetta

Torta "Ecler la trava", video ricetta

Crostata crema alla vaniglia e fragole

Se tutti sono d'accordo sugli ingredienti base della crema alla vaniglia, lo stesso non si può dire delle loro proporzioni. Alcuni mettono più farina, altri meno, altri non usano farina di frumento ma amido (amido di mais), altri fanno variare a piacimento le proporzioni di uova e zucchero. Direi che nessuna vernice è sbagliata, purché la crema ottenuta sia legata, aromatizzata e senza grumi.

Prima di passare a scrivere questa ricetta base sul blog, ho pensato di proporvi non solo la mia versione, imparata un po' "ad orecchio", ma anche di studiare alcune fonti davvero affidabili. E cosa c'è di più affidabile di Le Larousse Gastronomique, edizione 2007, supervisionata dal famoso Joel Robuchon? Ebbene, anche questa bibbia culinaria registra diverse varianti di crema pasticcera, una con farina, un'altra con amido di mais, una con uova intere, contenente burro, un'altra con solo tuorli (come è la versione mea) ecc.

Dopotutto, la mia versione di crema alla vaniglia "a orecchio" non è affatto in contraddizione con quelle consolidate, quindi ho pensato di proporre questa. Come le creme consigliate da Larousse, l'addensante della crema è l'uovo (nel mio caso il tuorlo d'uovo) e la farina ha il ruolo di stabilizzare l'impasto. Mi sembra che esca una crema molto più fine di una addensata con molta farina, il che mi fa sempre pensare ad una buona pasta di farina per incollare la carta. Per essere più espliciti, abbiamo preparato un video per illustrare come prepararsi. Ho anche registrato per iscritto le fasi di preparazione, di seguito, insieme ad alcuni classici derivati ​​a base di crema pasticcera.


Preparazione Eclairs con ciliegie

Mettere sul fuoco acqua e olio. Quando bolle, aggiungere tutta la farina in una volta e masticare velocemente fino a che liscio. L'impasto risultante dovrebbe staccarsi dalle pareti della padella. Lasciare raffreddare, quindi aggiungere gradualmente un uovo. Con un pos, formare delle barrette che vengono adagiate nella teglia e cotte ad una temperatura di 220 gradi, i primi 15 minuti ei successivi 15 minuti a 200 gradi.

Sbattere le uova, aggiungere lo zucchero, lo zucchero vanigliato, quindi la fecola e mescolare. Versare il latte e metterlo sul fuoco. Masticare sempre per non rimanere incastrati sul fondo della padella. Deve diventare come la panna acida. Raffreddare quindi aggiungere i succhi tritati finemente e scolati. Le conchiglie ne sono piene. Decorate a piacere con cioccolato fuso o spuma di albume.