Nuove ricette

Cibo spazzatura collegato ad asma, eczema

Cibo spazzatura collegato ad asma, eczema


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

I ricercatori dell'Università di Auckland hanno scoperto una correlazione tra il consumo di cibo spazzatura e le malattie nei bambini

Ecco un altro argomento per aggiungere più frutta e verdura alla tua vita; ricercatori dell'Università di Auckland in Nuova Zelanda hanno intervistato adolescenti in 50 paesi diversi e hanno scoperto che coloro che mangiavano hamburger tre volte a settimana erano più probabilità di soffrire di asma grave.

I ricercatori hanno esaminato le diete di 181.000 bambini dai 6 ai 7 anni, e poi 319.000 preadolescenti, dai 13 ai 14 anni, riporta il Sun.

I risultati? Mangiare hamburger tre o più volte alla settimana era collegato a una probabilità del 39% di contrarre l'asma grave negli adolescenti, e del 27% nei bambini piccoli. Entrambi i gruppi erano anche più suscettibili di contrarre la rinocongiuntivite, con sintomi come congestione nasale, naso che cola, starnuti, occhi rossi e prurito al naso o agli occhi.

Fortunatamente, i ricercatori hanno anche scoperto che avere tre porzioni settimanali di frutta e verdura riduce il rischio di sviluppare queste malattie del 14% nei bambini, dell'11% negli adolescenti. E mentre gli autori non possono dire che i loro risultati dimostrino la causalità del cibo spazzatura, possono dire che frutta e verdura probabilmente aiutano. "Il fast food può contribuire ad aumentare l'asma, la rinocongiuntivite e l'eczema", hanno scritto gli autori dello studio. "È probabile che il consumo regolare di frutta e verdura protegga da queste malattie".


Consumo di fast food legato ad un aumento dell'asma, rischio di eczema: studio

Mangiare un sacco di cibo spazzatura potrebbe influenzare più del girovita dei bambini: potrebbe anche avere un impatto sul loro rischio di eczema, asma e sintomi allergici, suggerisce un nuovo studio.

I risultati, pubblicati sulla rivista Thorax, hanno mostrato che mangiare fast food tre o più volte alla settimana era collegato a maggiori probabilità di asma grave, eczema e rinocongiuntivite (il termine usato per sperimentare naso e occhi che colano) nei bambini e negli adolescenti nello studio .

Nel frattempo, mangiare frutta tre o più volte alla settimana sembrava avere un effetto protettivo contro queste condizioni di allergia, hanno scoperto i ricercatori.

I risultati si basano sulle risposte ai questionari presi da 400.000 bambini, dai 6 ai 7 anni o dai 13 ai 14 anni, che vivono in 51 paesi, secondo NBC News. È stato chiesto loro quante volte alla settimana mangiavano diversi tipi di alimenti e se avevano sofferto di attacchi d'asma, eczema o rinocongiuntivite.

"Ciò che risulta chiaro da questo studio è che frutta e verdura si sono rivelate fattori protettivi e fast food si sono rivelati fattori di rischio", ha detto a Bloomberg il ricercatore dello studio Gabriele Nagel, dell'Istituto di epidemiologia e biometria medica dell'Università di Ulm in Germania. "Il nostro studio fornisce prove per dare raccomandazioni dietetiche al fine di prevenire l'asma e le allergie durante l'infanzia".

Bloomberg ha anche sottolineato che AstraZeneca Plc e GlaxoSmithKline hanno fornito finanziamenti per lo studio, così come una serie di altre fondazioni di ricerca.

È importante notare che i ricercatori hanno trovato solo un'associazione... non una relazione causale - tra le probabilità di queste condizioni e il consumo di fast food. Ma la ricerca passata ha ha anche mostrato un legame tra fast food e asma. In uno studio del 2010 pubblicato anche sulla rivista Thorax, gli stessi ricercatori hanno anche scoperto che mangiare una dieta "mediterranea", oltre a consumare molta frutta, verdura e pesce, era collegato a un minor rischio di respiro sibilante e asma nei bambini di età compresa tra 8 e 8 anni. 12.


I migliori 8 cibi per il pranzo da evitare in caso di eczema

1. Margarina

La margarina è prodotta da oli vegetali. Secondo uno studio tedesco, le famiglie che usano principalmente la margarina hanno soprattutto bambini che hanno l'eczema all'età di due anni.

Mentre l'ereditarietà svolge un ruolo vitale nella comparsa dell'eczema. I ricercatori hanno scoperto che durante le ultime quattro settimane di gravidanza, l'uso regolare di oli vegetali e margarina aumenta il rischio che un bambino abbia l'eczema all'età di due anni.

2. Prodotti lattiero-caseari

I latticini, come il latte vaccino, lo yogurt, il burro e il formaggio, sono l'altro alimento allergico più comune osservato nei pazienti con eczema. I latticini includono una varietà di ormoni animali e forniscono acido arachidonico che può aumentare il prurito dell'eczema e rendere difficile per un bambino concentrarsi in classe.

I latticini possono anche danneggiare l'intarsio della zona dello stomaco. Quando l'intarsio dello stomaco viene ferito mangiando prodotti lattiero-caseari, piccoli fori consentono alle particelle di cibo più grandi di entrare nel corpo e possono verificarsi reazioni e sensazioni allergiche. I naturopati di solito si riferiscono a questo come "intestino che perde" e al nome medico che i medici usano "aumento della permeabilità intestinale".

Lo yogurt è particolarmente pericoloso per l'eczema poiché di solito contiene zuccheri aggiunti, aromi di frutta, ammine e un colore naturale chiamato Annatto che può sviluppare l'eczema.

I fatti su Annatto:

In Europa, annatto ne ha vietato l'uso negli alimenti.

L'annatto si trova in molti cibi gialli e dolci nei supermercati australiani. Ma mentre la ricerca negativa sull'annatto si sta sviluppando, i coloranti alternativi tra cui il beta carotene stanno lentamente aumentando l'universalità.

3. Cibo spazzatura

Cioccolatini, patatine aromatizzate, bibite e bastoncini di frutta e altre poche cose sono cibi spazzatura che possono sviluppare il prurito dell'eczema. Il cibo spazzatura può anche indurre l'eczema.

Ricercatori neozelandesi hanno identificato che i bambini che mangiano fast food tre o più volte in una settimana diventano gravemente malati di eczema.

I ricercatori dell'Università di Auckland hanno utilizzato dati internazionali raccolti da circa due milioni di bambini. Hanno scoperto che i bambini che mangiano principalmente cibo spazzatura tre volte alla settimana hanno maggiori probabilità di sviluppare l'asma.

4. Succo di frutta

Con il rischio di carie nei denti, i bambini evitano di bere succhi di frutta e devono aver bisogno di cure ortodontiche. I succhi di frutta possono comparire eczema. Molti frutti freschi, principalmente uva, kiwi, arance, mandarini, frutto della passione, avocado, prugne, ananas e fragole, includono livelli significativi di salicilati, ammine e altre sostanze chimiche comuni che sono apparse eczema.

Se soffri di eczema o asma, evita l'uva e i prodotti a base di uva come vino, uva sultanina e succo d'uva. Il succo d'uva è molto incerto in quanto includono tre sostanze chimiche che promuovono il prurito: salicilati, MSG e ammine. In alternativa all'uva si possono mangiare le pere sbucciate.

Le arance e i prodotti a base di arancia con l'aggiunta di succhi hanno qualità simili all'uva in quanto sono frutti fortemente acidificanti. E una fonte affidabile di due sostanze chimiche pruriginose: salicilati e ammine.

5. Frutta secca

La frutta secca include una gamma di sostanze chimiche incerte.

Tutte le varietà di frutta secca, comprese albicocche secche, prugne, datteri, prugne e uva sultanina, includono enormi livelli di prurito che sviluppano salicilati e ammine. Alcuni contengono l'anidride solforosa chimica e il MSG naturale per questo motivo sono saporiti. Ti faranno prudere come un pazzo.

Quindi evita la frutta secca in grani e scarta la frutta secca nel cestino del pranzo di tuo figlio.

6. Uova

Il 70% in più delle vittime di eczema è allergico alle uova.

Un altro scopo di evitare le uova include il rischio di "danni all'albume". Mangiare frequentemente uova fresche può causare una perdita di biotina che può apparire eczema. Mentre le uova crude non causano l'eczema di tutti.

7. Pomodoro

Pomodori e prodotti che trattengono pomodori come il ketchup e gli spaghetti alla bolognese, sono anche una tripla minaccia in quanto sono ricche fonti di salicilati, ammine e MSG naturale. Le tre sostanze chimiche dannose per la comparsa di eczema.

8. Broccoli

Broccoli, spinaci e barbabietola possono peggiorare i sintomi dell'eczema perché sono un'altra "tripla minaccia". Sono tutti ricchi di origine del prurito che sviluppano salicilati, ammine e MSG naturale. Quindi ci piacciono così tanto.

Ciò non significa che questi alimenti siano cattivi, solo incerti mentre hai l'eczema.

CONSIGLIO: Dopo che il tuo eczema è scomparso, puoi aumentare lentamente il consumo di foglie verdi.


Asma, eczema e febbre da fieno possono essere collegati al fast food

Adolescenti e bambini piccoli che mangiano fast food potrebbero aumentare il rischio di sviluppare asma, eczema e febbre da fieno, secondo uno studio pubblicato lunedì sulla rivista respiratoria Thorax del British Medical Journal.

Lo studio ISAAC (International Study of Asthma and Allergies in Childhood) ha utilizzato questionari scritti compilati da 319.196 ragazzi di 13 e 14 anni provenienti da 51 paesi e dai genitori di 181.631 bambini di 6 e 7 anni in 31 paesi. È stato chiesto loro se avevano sintomi delle tre condizioni e sulla loro dieta settimanale, compresi i tipi di alimenti che hanno mangiato nell'ultimo anno e con quale frequenza.

"Abbiamo trovato chiare associazioni tra alcuni alimenti e asma grave, febbre da fieno (o rinocongiuntivite allergica) ed eczema nel più grande studio sulle allergie nei bambini (6-7 anni) e negli adolescenti (13-14 anni) fino ad oggi," 034, ha affermato l'autore dello studio Hywel Williams del Center for Evidence Based Dermatology, Queen's Medical Centre, University Hospital, Nottingham, Regno Unito. Secondo Williams, le associazioni tra malattie allergiche e fast food erano "veramente convincenti solo per malattie gravi."

I ricercatori hanno visto un effetto protettivo contro l'asma grave per coloro che mangiavano frutta almeno tre volte a settimana. Coloro che consumavano fast food tre o più volte alla settimana avevano un rischio aumentato di circa il 30% di asma grave, febbre da fieno ed eczema, una condizione cronica della pelle che provoca eruzioni cutanee squamose e pruriginose. I risultati sono stati coerenti in entrambi i gruppi di età. Affluenza e genere non hanno cambiato o influenzato il risultato.

"Le note cautelative sono che questo studio ha mostrato un'associazione, il che non significa sempre che il legame tra cibo e allergie sia causale," Williams. "Potrebbe essere dovuto ad altri fattori legati al comportamento che non abbiamo misurato, o potrebbe essere dovuto a distorsioni che si verificano negli studi che misurano la malattia e chiedono informazioni sull'assunzione di cibo precedente."

Gli autori dello studio affermano che se ulteriori ricerche mostrano che il consumo di molti fast food causa effettivamente questo tipo di allergie, potrebbe avere importanti implicazioni sulla salute pubblica a causa dell'aumento del consumo di fast food a livello globale.

"Non mi sorprende affatto che una malattia complessa come l'asma possa essere direttamente influenzata dalla dieta. Sappiamo da tempo che la dieta può influenzare la funzione del sistema immunitario con determinati alimenti che sono pro o antinfiammatori, dice il dottor Stephen Teach, che è il capo della Divisione di Allergologia e Immunologia presso il Children's National Medical Center a Washington e non è stato coinvolto nella ricerca.

"Dato che l'asma' è intrinsecamente una malattia infiammatoria, con gonfiore e infiammazione delle vie aeree polmonari di piccole e medie dimensioni, non sorprende affatto che la dieta possa influenzare in qualche modo questi processi."

Teach ha detto che è importante notare che queste sono solo associazioni. "In altre parole, sarebbe sbagliato presumere dai risultati di questo studio che i fast food causino direttamente malattie allergiche. È possibile che qualche effetto non misurato dello stato socioeconomico o dell'ambiente correlato ai fast food possa essere effettivamente responsabile."

In ogni caso, ha detto Williams, c'è un messaggio da portare a casa per i genitori. Dice che non devi smettere di mangiare cibi integrali da fast food, ma seguire una dieta equilibrata con molta frutta fresca e forse meno fast food - una o due volte alla settimana anziché tre o più - se tuo figlio ha allergie."


Prurito dozzina di cibi peggiori per l'eczema

La figlia della nutrizionista Karen Fischer aveva un grave eczema ed evitare "la dozzina pruriginosa" ha cambiato le loro vite. Ora sua figlia è libera dall'eczema e di recente ha parlato Karen La dozzina di cibi peggiori per l'eczema in prima serata (guarda il video "dieta rivoluzionaria per l'eczema" alla fine di questo articolo).

Questo articolo include quanto segue:

  • La dozzina di cibi peggiori per l'eczema (più riferimenti scientifici alla fine)
  • Modi naturali per trattare l'eczema
  • Foto e storie di successo
  • Ulteriori risorse per le persone con eczema.

Questo articolo è stato scritto da Karen Fischer ed è un estratto modificato dai libri sull'eczema di Karen:

La dozzina di cibi peggiori per l'eczema

Le persone sono spesso sorprese nello scoprire che Itchy Dozen include alcuni dei cosiddetti cibi "buoni" per l'eczema. So che Itchy Dozen contraddice alcune credenze popolari pubblicate nei blog online. Tuttavia, secondo una ricerca australiana condotta negli ultimi trent'anni, questi alimenti potrebbero essere la ragione per cui la tua pelle è secca, traballante e incredibilmente pruriginosa (rif: Loblay e Swain).

Ho visto queste informazioni aiutare centinaia di cosiddetti casi di eczema "senza speranza". Le persone che hanno avuto l'eczema per 20, 30 o 40 anni e più, che pensavano di essere bloccate dall'eczema per tutta la vita, stanno vedendo il loro eczema risolversi per la prima volta. Può davvero cambiare la vita, ma richiede un cambiamento nelle convinzioni sul mangiare sano. Questa citazione lo riassume:

"La medicina di un uomo è il prurito notturno insonne di un altro uomo."

Quindi un cibo che è buono per una persona senza eczema, come l'avocado, potrebbe scatenare un attacco di prurito esasperante in un'altra persona.

Senza contare i cibi allergici (poiché questi variano), ecco i cibi e le bevande sorprendenti che hanno maggiori probabilità di darti un eczema pruriginoso.

1. Latticini

I prodotti lattiero-caseari, tra cui latte vaccino, yogurt, burro e formaggio, sono il secondo alimento allergico più comune riscontrato in chi soffre di eczema (dopo l'uovo).

I latticini possono anche causare danni al rivestimento del tratto gastrointestinale. Quando il rivestimento intestinale è danneggiato dal consumo di latticini, piccoli fori consentono alle particelle di cibo più grandi di entrare nel corpo e possono verificarsi reazioni allergiche e sensibilità. I naturopati spesso si riferiscono a questo come "intestino che perde" e il termine medico usato dai medici è "aumento della permeabilità intestinale".

  • Lo yogurt è particolarmente dannoso per l'eczema poiché spesso contiene zuccheri aggiunti, aromi di frutta, ammine (istamine dalla fermentazione) e un colore naturale chiamato Annatto (160b) che può scatenare l'eczema.

La carenza di calcio può causare eczema

È importante assumere un integratore di calcio (invece di consumare prodotti lattiero-caseari) poiché la carenza di calcio può contribuire all'eczema e l'eczema non migliorerà fino a quando questa carenza (se presente) non verrà corretta.

Mi piace prescrivere una polvere di calcio pura e fine con aggiunta di magnesio e glicina poiché questi nutrienti favoriscono un sonno ristoratore, che spesso manca a chi soffre di eczema.

Se hai prurito, un misurino colmo di Skin Friend PM mescolato in acqua o cibo calmerà rapidamente il prurito.

2. Uva

Se soffri di eczema o asma, evita l'uva e i suoi derivati ​​come vino, uva sultanina, uva passa e succo d'uva. Come mai? Perché l'uva è una "tripla minaccia" in quanto è una fonte molto ricca di tre sostanze chimiche che promuovono il prurito chiamate salicilati, ammine e glutammato monosodico (MSG) che sono noti per peggiorare l'eczema (Loblay e Swain 2006).

  • I salicilati sono un pesticida naturale prodotto da molti frutti e verdure e si trova anche nell'aspirina, nei profumi, nelle erbe medicinali e nel gel per la dentizione dei bambini.

Invece dell'uva, mangia le pere sbucciate in quanto sono un'alternativa a basso contenuto di salicilato contro l'eczema.

3. Arance

Le arance e i prodotti a base di arancia, compresi i succhi, hanno proprietà simili all'uva in quanto sono un frutto fortemente acidificante e una ricca fonte di due sostanze chimiche pruriginose: salicilati e ammine.

  • Il 36% dei malati di eczema sperimenta un peggioramento dei sintomi dell'eczema quando mangia cibi ricchi di ammine come le arance. (Loblay e Swain 2006).

4. Kiwi

Il kiwi può farti prudere come un matto in quanto è un frutto fortemente acidificante e una ricca fonte di salicilati e ammine che comunemente scatenano l'eczema.

  • Sapevi che le intolleranze chimiche alimentari possono impiegare giorni a comparire? Dopo aver mangiato un alimento irritante come il kiwi, le reazioni possono essere immediate o il giorno successivo, ma possono verificarsi anche fino a tre giorni dopo. Non c'è da stupirsi che le persone siano confuse riguardo alle intolleranze alimentari.

5. Salsa di soia/salsa tamari

La salsa di soia è molto ricca di ammine e MSG (sia naturali che artificiali), quindi possono scatenare eczema e altri tipi di infiammazione della pelle.

  • Il 35 per cento dei malati di eczema sperimenta un peggioramento dei sintomi dell'eczema quando mangiano glutammati compreso MSG (Loblay e Swain 2006).

6. Pomodoro

Il pomodoro e i prodotti contenenti pomodoro, tra cui il ketchup e gli spaghetti alla bolognese, sono un'altra tripla minaccia in quanto sono fonti molto ricche di salicilati, ammine e MSG naturale. Le tre sostanze chimiche peggiori per scatenare l'eczema!

7. Avocado

Abbiamo ricevuto centinaia di segnalazioni di persone affette da eczema che affermano che l'avocado peggiora il loro eczema.

Mentre l'avocado è un'aggiunta salutare alla tua dieta quando non hai l'eczema, l'avocado è una delle fonti più ricche di ammine e salicilati che promuovono il prurito.

8. Broccoli

Questo suggerimento potrebbe sorprenderti, ma potrebbe farti risparmiare anni di dolore. Broccoli, spinaci, bietole e cavoli possono peggiorare i sintomi dell'eczema perché sono un'altra "tripla minaccia" - sono tutte fonti ricche di salicilati, ammine e MSG naturali che promuovono il prurito. Ecco perché ci piacciono così tanto. MSG è molto coinvolgente.

Non sto dicendo che questi cibi siano cattivi, solo problematici mentre hai l'eczema, se sei sensibile ai salicilati. Ma non saprai se sei sensibile ai salicilati (o ammine o MSG) fino a quando non eviterai questi alimenti per un paio di settimane, quindi li testerai di nuovo.

Nel frattempo, le alternative amiche dell'eczema sono le verdure a basso contenuto di salicilati e queste includono fagiolini, lattuga iceberg e sedano per citarne alcuni.

Suggerimento: dopo che l'eczema è scomparso, espandi gradualmente l'assunzione di foglie verdi.

9. Frutta secca

La frutta secca contiene una serie di sostanze chimiche problematiche: si potrebbe dire che rappresentano una minaccia quadrupla in quanto possono contenere salicilati, ammine, MSG e solfiti!

Tutti i tipi di frutta secca, comprese albicocche secche, datteri, prugne e uva sultanina, contengono alti livelli di salicilati e ammine che promuovono il prurito, e alcuni contengono anche il conservante anidride solforosa e MSG naturale, motivo per cui sono saporiti. Ma ti faranno prudere come un matto.

Quindi salta la frutta secca nei cereali, evita le barrette al muesli e lascia perdere la frutta secca nel cestino del pranzo di tuo figlio.

  • Più del 50 percento delle persone con eczema reagisce ai conservanti che sono comuni nella frutta secca e di conseguenza i loro sintomi di eczema peggiorano (Rif: Loblay e Swain 2006)

10. Salumi

I salumi tra cui salsicce, prosciutto, pancetta e carni aromatizzate, per citarne alcuni, sono ricchi di nitrati, esaltatori di sapidità e grassi saturi, che possono peggiorare il prurito dell'eczema.

Ma non ci sono solo cattive notizie, carni di buona qualità come pollo senza pelle, agnello magro e manzo vanno bene da mangiare (il biologico è meglio perché non vengono usati antibiotici). E se non sei sensibile ai frutti di mare, il pesce fresco è un'opzione salutare.

11. Uova

Più del 70% dei malati di eczema è allergico alle uova secondo la "puntura della pelle" e il patch test.

Un altro motivo per evitare le uova include il rischio di "lesioni al bianco d'uovo" (sì, questo è il termine medico). Se mangiate frequentemente, le uova crude possono causare una carenza di biotina che può scatenare l'eczema. Anche se non tutti gli eczemi sono causati da uova crude, questa informazione da La dieta dell'eczema è interessante spunto di riflessione.

12. Cibo spazzatura

Ricercatori neozelandesi hanno scoperto bambini che mangiano fast food (cibi da asporto) tre o più volte alla settimana hanno una probabilità significativamente maggiore rispetto agli altri bambini di sviluppare un eczema grave.

I ricercatori dell'Università di Auckland hanno utilizzato dati internazionali raccolti da quasi due milioni di bambini e hanno scoperto che non solo erano più inclini all'eczema, ma avevano anche maggiori probabilità di sviluppare l'asma.

La soluzione? Cucina i tuoi pasti a casa e assicurati di utilizzare ingredienti compatibili con l'eczema.

Come prevenire l'eczema dall'interno?

Ecco due modi per trattare il tuo eczema in modo naturale:

Dieta a basso contenuto di sostanze chimiche di 12 settimane

La disintossicazione dall'eczema è una dieta sana a basso contenuto di sostanze chimiche, a basso contenuto di zucchero e totalmente priva di glutammati/MSG, conservanti/additivi e latticini. Ha anche molte opzioni senza glutine e vegane.

The Eczema Detox, pubblicato nel 2018 ed è la nuova versione di The Eczema Diet, ti mostra anche come diagnosticare con successo le intolleranze alimentari e le intolleranze chimiche (tramite il Programma FID), così sai cosa evitare e cosa mangiare per diventare eczema libero.

Integratori per la pelle

Ci sono una serie di nutrienti per aiutare a prevenire la sensibilità chimica e riparare la pelle incline all'eczema, tra cui magnesio, molibdeno, zinco, biotina, vitamina B6 e una serie di vitamine per disattivare i salicilati e altre sostanze chimiche che promuovono il prurito. Il molibdeno disattiva i conservanti solfiti e le ammine antistaminiche vitamina C e vitamina B6 per aiutare a ridurre le reazioni allergiche (agisce gradualmente nell'arco di tre mesi).

Ma è anche ciò che eviti (negli integratori) che può fare la differenza. Gli integratori di solito contengono additivi nascosti che possono causare reazioni avverse se sei un tipo di persona sensibile che è incline all'eczema.

Skin Friend AM è l'integratore che ho creato per prevenire l'eczema di mia figlia più di quindici anni fa. Ci sono voluti anni di test prima che mi sentissi sicuro che potesse aiutare gli altri, e ho lavorato con centinaia di pazienti con eczema che hanno provato il prodotto e hanno fornito feedback per anni prima che questo prodotto fosse prodotto in blocco e venduto online.

Per produrre Skin Friend ho chiesto l'aiuto di un importante produttore di integratori australiano. Ci sono voluti più di sei mesi per trovare gli ingredienti giusti che fossero vegani, non OGM e privi di salicilati, zuccheri nascosti e additivi che vengono spesso utilizzati negli integratori regolari. Questo è uno dei pochi prodotti a basso contenuto di salicilato disponibili in tutto il mondo.

Perché scegliere gli integratori alimentari rispetto alla cura della pelle per il tuo eczema?

Puoi ancora utilizzare prodotti per la cura della pelle per idratare e idratare la pelle. Ma tieni presente che la tua pelle è letteralmente composta dai nutrienti forniti nella tua dieta (nei cibi e nelle bevande che consumi). Quindi ha senso. cambia la tua dieta, consuma i giusti nutrienti e cambierai la tua pelle dall'interno verso l'esterno.

ACQUISTA LA STORIA

Riferimenti

Fischer, K., 2013, La dieta dell'eczema, prima edizione, Exisle Publishing, Wollombi, Australia.

Rudzeviciene, O., et al., 2004, "Malassorbimento di lattosio nei bambini lituani con dermatite atopica", Acta Paediatrica, vol. 93, n. 4, pp. 482–6.

Loblay, R.H. e Swain, A.R., 2006, "Food Intolerance", Recent Advances in Clinical Nutrition, recuperato il 1 aprile 2011 dal sito web del governo australiano www.nsw.gov.au.

Uenishi, T., et.al, 2003, "Ruolo degli alimenti nell'aggravamento irregolare della dermatite atopica", Journal of Dermatology, vol. 30, pp. 91-7.

Nakanishi, Y., et al, 2008, "Glutammato monosodico (MSG): un cattivo e promotore del fegato in ammazione e displasia", Journal of Autoimmunity, vol. 30, nr. 1-2, pagine 42-50.

Kimata, H., 2005. Prevalenza del fegato grasso nei bambini giapponesi non obesi con dermatite atopica. pediatria indiana, 42(6).

L'articolo non può essere riprodotto senza il consenso scritto dell'autore.


Diagnosi

I test per le allergie alimentari sono considerati vitali per l'identificazione delle allergie alimentari nei bambini e negli adulti con asma allergico. Ci sono limitazioni ai test, tuttavia, soprattutto nei bambini piccoli.

Bambini sotto i 5

Nei neonati e nei bambini piccoli, i test per le allergie alimentari hanno un alto tasso di risultati falsi positivi e possono provocare cambiamenti nella dieta non solo inutili ma dannosi per la salute del bambino (cioè possono limitare i nutrienti importanti per la crescita e lo sviluppo).

A causa dei limiti dei test, l'American Academy of Pediatrics (AAP) raccomanda di eseguire i test sulle allergie alimentari solo nei neonati e nei bambini piccoli se i sintomi di allergia alimentare si verificano entro pochi minuti o ore dal consumo di cibo. ?

I due test allergologici consigliati per i bambini sotto i 5 anni sono:

  • Pannelli per analisi del sangue IgE in grado di rilevare una varietà di anticorpi IgE specifici per alimenti (in particolare, latte, uova, arachidi, grano e soia, poiché queste sono le allergie alimentari più comunemente riscontrate nei neonati e nei bambini piccoli)
  • Test di provocazione orale in cui gli alimenti sospetti vengono somministrati al bambino in condizioni controllate (ad esempio, in uno studio medico o in ospedale) per vedere se si verifica una reazione

Anche se un esame del sangue è fortemente positivo, non dovrebbe essere l'unico metodo di diagnosi nei neonati o nei bambini piccoli. Sulla base dei risultati iniziali, dovrebbe essere condotto anche un test di provocazione alimentare monitorato da un medico per confermare la diagnosi. ?

Altre forme di test per le allergie alimentari sono non consigliato per bambini sotto i 5 anni.

Bambini più grandi e adulti

Per questi individui, i seguenti test possono essere utilizzati insieme agli esami del sangue delle IgE e ai challenge alimentari:

  • Test della puntura della pelle, in cui piccole quantità di allergeni alimentari vengono poste sotto la pelle per vedere se si verifica una reazione
  • Diete di eliminazione, in cui gli alimenti vengono temporaneamente rimossi dalla dieta e poi reintrodotti gradualmente uno ad uno per vedere se si verifica un'allergia

Ci sono altri test usati da alcuni praticanti che sono non raccomandato dall'AAP o dall'American Academy of Allergy, Asthma & Immunology (AAAAI). Questi includono test delle IgG alimentari, kinesiologia applicata, neutralizzazione della provocazione, analisi dei capelli e test elettrodermici. Nessuno di questi ha prove scientifiche a sostegno del loro uso nella diagnosi di un'allergia alimentare. ?

Cerca sempre l'assistenza di un allergologo/immunologo certificato dalla commissione se stai cercando la diagnosi o il trattamento di un'allergia grave.


Studio rileva che il fast food può aumentare il rischio di asma ed eczema nei bambini

Lo studio, pubblicato su British Medical Journal, ha coinvolto più di 50 paesi e ha esaminato le diete di 181.000 bambini di età compresa tra 6 e 7 anni e 319.000 di età compresa tra 13 e 14 anni. I ricercatori dell'Università di Auckland hanno scoperto che i bambini più grandi che consumavano cibo spazzatura tre volte alla settimana aumentavano la probabilità di asma grave di 39 per cento. I bambini più piccoli erano il 27 percento in più a rischio.

Ma l'asma e l'eczema non erano le uniche malattie che derivavano da bambini con diete ricche di grassi saturi. Lo studio ha anche scoperto che i bambini erano più inclini alla rinocongiuntivite, un'infezione agli occhi e al naso che causa naso che cola e prurito agli occhi rossi.

Secondo il Regno Unito sole, gli autori dello studio hanno affermato di non aver dimostrato causa ed effetto, ma ritengono che i cibi spazzatura e i fast food riducano il sistema immunitario dei bambini e che una dieta ricca di frutta e verdura aiuterebbe a prevenire queste malattie.

Trova altri fantastici contenuti alimentari su Delish:

Cerca la ricetta perfetta dalla nostra homepage
Scopri le ultime novità alimentari
Ottieni un ricettario per salvare i tuoi piatti preferiti
Iscriviti alla nostra newsletter gratuita
Dai un'occhiata a Facebook, Pinterest e Twitter


Dieta fast food legata alla gravità dell'asma e dell'eczema nei bambini

Mangiare tre o più porzioni settimanali di fast food è collegato alla gravità dell'asma allergica, dell'eczema e della rinite tra i bambini, nel mondo sviluppato, indica un ampio studio internazionale pubblicato sulla rivista respiratoria Thorax.

I risultati spingono gli autori a suggerire che una dieta da fast food potrebbe contribuire all'aumento di queste condizioni e, se dimostrata come causale, potrebbe avere enormi implicazioni per la salute pubblica, data la popolarità di questi alimenti.

Gli autori basano le loro scoperte sui dati di oltre 319.000 bambini di età compresa tra 13 e 14 anni di 107 centri in 51 paesi e di oltre 181.000 bambini di età compresa tra i sei e i sette anni di 64 centri in 31 paesi.

Tutti i partecipanti sono stati coinvolti nell'International Study of Asthma and Allergies in Childhood (ISAAC), che è un progetto di ricerca collaborativa che coinvolge più di 100 paesi e quasi due milioni di bambini, rendendolo il più grande studio del suo genere.

Gli adolescenti e i genitori dei bambini sono stati formalmente interrogati sulla presenza di sintomi di asma (respiro affannoso), rinocongiuntivite (che produce naso che cola o chiuso accompagnato da prurito e lacrimazione) ed eczema e sulla loro dieta settimanale.

Le domande si sono concentrate in particolare sulla gravità dei sintomi nei 12 mesi precedenti, compresa la frequenza e l'interferenza con la vita quotidiana e/o i modelli di sonno, e alcuni tipi di alimenti già collegati a effetti protettivi o dannosi sulla salute

Questi includevano carne, pesce, frutta e verdura, legumi, cereali, pane e pasta, riso, burro, margarina, noci, patate, latte, uova e fast food/hamburger. Il consumo è stato classificato come mai occasionalmente una o due volte a settimana e tre o più volte a settimana.

Dopo aver preso in considerazione i fattori che possono influenzare i risultati, l'analisi ha mostrato che il fast food era l'unico tipo di cibo a mostrare le stesse associazioni in entrambi i gruppi di età, spingendo gli autori a suggerire che "tale coerenza aggiunge un po' di peso alla possibile causalità del relazione."

È stato associato a sintomi attuali e gravi di tutte e tre le condizioni tra gli adolescenti, in tutti i centri dei paesi partecipanti, indipendentemente dal genere o dai livelli di benessere.

Il modello tra i bambini era meno chiaro, ma una dieta da fast food era ancora associata a sintomi in tutti i centri, ad eccezione dell'eczema attuale, e dei paesi più poveri, ad eccezione dell'asma attuale e grave.

E questa differenza potrebbe avere a che fare con il fatto che i bambini hanno meno opzioni riguardo alle loro scelte alimentari, suggeriscono gli autori.

Tre o più porzioni settimanali sono state collegate a un aumento del rischio di asma grave del 39% tra gli adolescenti e del 27% tra i bambini, nonché alla gravità della rinite e dell'eczema, in generale.

D'altra parte, la frutta sembrava essere protettiva in entrambi i gruppi di età in tutti i centri per tutte e tre le condizioni tra i bambini, sia attuali che gravi, e per il respiro sibilante e la rinite attuali e gravi tra gli adolescenti.

Mangiare tre o più porzioni settimanali è stato collegato a una riduzione della gravità dei sintomi compresa tra l'11% e il 14% rispettivamente tra adolescenti e bambini.

Gli autori suggeriscono che ci sono spiegazioni plausibili per i risultati: il fast food contiene alti livelli di acidi grassi saturi e trans, che sono noti per influenzare l'immunità, mentre la frutta è ricca di antiossidanti e altri composti benefici.

Gli autori sottolineano che i loro risultati non dimostrano causa ed effetto, ma giustificano ulteriori indagini.

"Se le associazioni tra fast food e la prevalenza dei sintomi di asma, rinocongiuntivite ed eczema sono causali, allora i risultati hanno un grande significato per la salute pubblica a causa del crescente consumo di fast food a livello globale", concludono.


Fast food legato all'eczema infantile

La maggior parte di noi è consapevole degli effetti del fast food sulla nostra pelle, secondo il dottor Nicholas Perricone, l'eccessiva indulgenza nei cibi grassi e zuccherati può causare infiammazione della pelle, che può portare a macchie.

Per questo motivo (e per gli ovvi benefici per la salute), molte mamme e papà sono severi su ciò che i loro figli mettono in bocca.

Detto questo, a volte è difficile vivere secondo standard alimentari sani quando la pubblicità, la collocazione del cibo nei negozi e persino i pranzi di altri bambini sembrano tutti contrari alla nostra etica. Ma ecco un motivo per continuare:

Una nuova ricerca degli scienziati dell'Università di Auckland in Nuova Zelanda ha collegato l'asma e l'eczema nei bambini al fast food. Il fast food non causa nessuna delle due condizioni, ma se la condizione è preesistente, lo studio ha dimostrato che mangiare fast food tre o più volte alla settimana può causare attacchi di asma o epidemie di eczema.

La ragione? L'alto livello di acidi grassi trans nei fast food influisce sulle reazioni immunitarie.

Ma lo studio ha anche rivelato un aspetto positivo: mangiare frutta tre o più volte alla settimana riduce il rischio di gravi attacchi o epidemie. Questa è una scoperta interessante perché ci sono ovviamente frutti che aggravano anche l'eczema nei bambini, di solito frutti acidi. If this is the case, I’d imagine it’s best to avoid those and give your child ‘eczema friendly’ fruit instead.

Junk food on the occasion is okay – everything in moderation – but too much is bad such an age-old speech but so true.


Eczema is a skin condition marked by itchy and inflamed patches of skin. It is also referred to as “atopic dermatitis.” Eczema mostly affects children, but adults can also be affected. The main symptoms of this skin condition are itchy, dry, rough, flaky, irritated, and inflamed skin.

Eczema can affect the skin on any part of the body, but it is more common on the arms, inner elbows, back of the knees, or head. The exact cause of eczema is not known, but an overactive immune response to an irritant may cause eczema. To a large extent, eczema flare-ups are caused by the food consumed. An eczema-friendly diet should include food and snacks for eczema that prevent flare-ups and soothe the skin during a flare-up.

1. Food to eat for a person suffering from eczema
A healing diet works by avoiding foods that trigger eczema and incorporating foods safe for eczema. Snacks for eczema are rich in nutrients that help reduce inflammation and promote skin repair and maintenance.

Here’s a list of eczema-friendly foods and snacks:

  • Banane
  • Papayas
  • Bone broth
  • Patate
  • Buckwheat
  • Avena
  • Flaxseeds
  • Barbabietola
  • Spring onions

2. Foods to avoid for an eczema patient
According to the eczema diet, the following foods trigger flare-ups and must be avoided.

Snacks for eczema should be made using foods that do not trigger flare-ups:


Guarda il video: Eczema, atopic dermatitis (Potrebbe 2022).